Tessera di socio
TCS Mastercard
Fattura

09.06.2021

Pandemia di coronavirus in Francia

09 giugno 2021

Riapertura delle frontiere e disposizioni di viaggio

Le regioni Alta-Francia, Centro-Valle della Loira, Isola di Francia, Normandia e Paesi della Loira figurano sulla lista delle zone a rischio definite dall'UFSP. I viaggiatori di ritorno in Svizzera devono sottoporsi a quanto segue: 10 giorni di quarantena (7 giorni in circostanze speciali), presentare un test Covid-19 negativo (non più vecchio di 72 ore) e compilare il modulo di entrata elettronico.

Dal 9 giugno 2021, la Francia riapre le sue frontiere ai viaggiatori. Le misure per entrare in Francia variano a seconda della provenienza delle persone. È stata stilata una lista per quantificare il livello di rischio di ogni paese. La lista classifica i paesi in tre colori: verde, arancione e rosso.

La Svizzera è attualmente classificata come verde. Le condizioni per entrare in Francia sono le seguenti:

  • Compilare e portare con sé la dichiarazione sull'onore.
  • Per le persone non vaccinate: presentare un test Covid-19 negativo effettuato al massimo 72 ore prima della partenza (i bambini sotto gli 11 anni sono esentati).
  • Per le persone vaccinate: non è necessario presentare il risultato di un test COVID-19. I vaccini riconosciuti dalla Francia sono Pfizer, Moderna, AstraZeneca e Johnson & Johnson. La vaccinazione deve essere completa, cioè:
  1. Per i vaccini a doppia dose: la 2a dose deve essere stata somministrata 2 settimane prima del viaggio.
  2. Per i vaccini monodose: la dose deve essere stata somministrata 4 settimane prima del viaggio.
  3. Le persone guarite da covid ricevono una sola dose al momento della vaccinazione. Possono viaggiare 2 settimane dopo aver ricevuto la dose.
  • Le persone che risiedono nei pressi della frontiera, non devono presentare il test Covid negativo se attraversano il confine in un raggio di 30 km dal loro domicilio per una durata inferiore a 24 ore. Per gli spostamenti che superano il raggio di 30 km è necessario munirsi della dichiarazione sull'onore

Si prega di notare che all'interno della Francia possono essere applicate ulteriori restrizioni di viaggio (ad esempio tra zone diverse).

Situazione attuale: statistiche e misure in vigore

I primi casi di coronavirus in Francia risalgono al 24 gennaio 2020. Ad oggi si contano 5.700.000 casi e più di 110.000 morti.

Il Governo francese ha iniziato il piano di riapertura per i prossimi mesi:

  • Dal 3 maggio, le restrizioni di spostamento e le attestazioni per gli spostamenti durante il giorno sono state abolite.
  • Dal 19 maggio sono riaperti i negozi, le terrazze di bar e  ristoranti, i musei, i cinema e i teatri. Sono inoltre autorizzati gli eventi con un massimo di 800 persone all'interno e 1'000 all'esterno. Il coprifuoco è stato spostato alle ore 21.00. 
  • Dal 9 giugno, ristoranti, bar, caffè e centri sportivi possono riaprire anche all'interno. Il coprifuoco passa alle ore 23.00. 
  • Dal 30 giugno, saranno autorizzati gli eventi con più di 1'000 persone. L'entrata sarà ammessa alle persone che dispongono di un certificato sanitario che attesti la loro immunità o un test negativo. Il coprifuoco verrà abolito.

Dal 19 maggio, il coprifuoco è in vigore in tutta la Francia dalle 23.00 alle 6.00. Vige inoltre l'obbligo di munirsi della nuova attestazione obbligatoria per gli spostamenti tra le 23.00 e le 6.00.

Dal 1° febbraio, i grandi magazzini non alimentari devono rimanere chiusi. Dal 20 gennaio in Francia sono consentite soltanto le mascherine chirurgiche, le mascherine FFP2 e le mascherine in tessuto industriali di «categoria 1».

Le seguenti misure sono tutt'ora in vigore:

  • Vige l’obbligo della mascherina per chi viaggia con i mezzi pubblici. Dal 20 luglio 2020, vige l'obbligo di indossare la mascherina in tutti i luoghi pubblici chiusi. Questa regola vale anche per i bambini dagli 11 anni in sù, e anche per i bambini tra i 6 e i 10 anni, per quanto possibile. In numerose città, come Parigi e Nizza, è obbligatorio indossare la mascherina anche all'esterno. 
  • Gli assembramenti di più di 6 persone rimangono vietati fino a nuovo avviso.

La situazione della COVID in Svizzera e in altri paesi vicini

Ulteriori informazioni per il vostro viaggio

 
 
Newsletter
Reti sociali
FacebookInstagramTwitterLinkedInYouTube
Rivista Touring
Rivista Touring
Apps
Nuovi prodotti & giubilei
50 Jahre Rechtsshutz
60 Jahre ETI Schutzbrief
Mitgliedschaft Familien
 
La preghiamo di pazientare un momento.
Il Suo ordine è in fase di elaborazione.