Attenzione ai souvenir che si portano a casa dalle vacanze

Nell’acquisto di souvenir bisogna ragionare: non si può sempre importare tutto e a volte sorgono problemi in dogana.


È una vecchia tradizione: ci portiamo ricordini dalle nostre vacanze che ci permettono di rivivere ogni volta le belle sensazioni del periodo di ferie oppure sono regali per i nostri cari rimasti a casa.

Nell’acquisto di souvenir bisogna però fare attenzione: non tutta la merce comprata all'estero può sempre essere importata in Svizzera. Vi mostriamo quali souvenir si possono portare a casa e quali no. Tenete a mente anche, che alcuni casi singoli vanno discussi direttamente con le autorità competenti in dogana. 

Le informazioni sottostanti sono rivolte ai cittadini svizzeri e forniscono una panoramica delle regole in vigore per importare souvenir in Svizzera. Questo significa che non vengono elencate le limitazioni dei Paese da cui si esporta la merce. In questi casi bisogna chiarire in dogana con le autorità estere.

Dogana: per questa merce e questi souvenir non ci sono problemi

Rientrando in Svizzera è permesso importare questa merce e souvenir 

  • Oggetti personali
    Oggetti personali portati in viaggio dalla Svizzera (abiti, indumenti intimi, oggetti da bagno, attrezzatura sportiva, macchine fotografiche, videocamere, telefonini, computer portatili, strumenti musicali etc.)
  • Derrate alimentari
    Pasti pronti e bevande non alcoliche per il giorno del viaggio
  • Carburante
    Carburante presente nel veicolo più una tanica di al max. 25 litri.

Per altra merce e altri souvenir valgono altre regole:

  • Limiti: La merce fino ad un valore massimo di CHF 300.- può essere introdotta in Svizzera senza pagare l’IVA. Se il valore supera i 300 franchi, bisogna dichiarare la merce e pagare lo sdoganamento.
  • Per prodotti di origine animale e vegetale  valgono regole di importazione merce differenti .

Importazione di carne, prodotti di origine animale e animali

Rientro dall'EU

Dai Paesi appartenenti all’UE inclusi Andorra, Islanda, Liechtenstein, Principato di Monaco, Norvegia, San Marino e Vaticano possono essere importati prodotti di origine animale per il consumo personale, senza compilare alcun formulario. Per determinati prodotti ci sono limiti nelle quantità. Se si vogliono importare quantità maggiori rispetto ai limiti, bisogna dichiarare la merce alla dogana.

  • Carne e preparati a base di carne: 1 kg per persona al giorno
  • Burro e panna: 1 Kg o 1 litro per persona e giorno 
  • Olii: 5 kg o litri per persona al giorno

Rientro da un Paese non membro EU

Si intendono tutti i Paesi non appartenenti all'EU, esclusi: Andorra, Islanda, Liechtenstein, Principato di Monaco, Norvegia, San Marino e Vaticano.

  • Merce vietata: carne e derivati, latte e suoi derivati
  • Merce consentita con limitazioni: pesce: 20 Kg a persona (incl. crostacei e molluschi), miele: 2 kg a persona, caviale: 125 gr a persona.
  • Merce consentita : estratti e concentrati di carne, aromi confezionati 

Protezione delle specie

Con la Convenzione di Washington sul commercio internazionale delle specie minacciate di estinzione (CITES) 180 nazioni si sono impegnate a proteggere 30.000 specie animali e vegetali. Per l’importzione ed esportazione di queste specie valgono nornative speciali. A seconda del prodotto possono esserci regolamentazioni per evitare epidemie e epizoozie. Per questo consigliamo di controllare la situazione prima di rientrare dal viaggio.

Ci si può orientare su questi esempi:

  • Divieto di importazione  di animali e prodotti derivati: avorio e altri prodotti derivati dell'aelefante, corni di rinoceronte, lana delle antilopi tibetane (Shahtoosh) e pellicce
  • Attenzione con: prodotti fatti con piume, molluschi,prodotti di pelle di rettile, caviale, gioielli di coralllo

Per l’introduzione di animali vivi in Svizzera vigono leggi severe. Voler salvare un animaletto in difficoltà, seppur animati da buone intenzioni, non è una buona idea. Le norme sono rigide, a causa della possibilità che gli animali siano malati di rabbia. Se l’animale non supera i criteri di controllo alla dogana, deve essere o rispedito indietro o abbattuto. Anche molte specie di rettili e volatili sono protette dal CITES (Convenzione sul commercio internazionale delle specie minacciate di estinzione) e necessitano di un permesso per l'importazione.

Importazione di piante e prodotti di origine vegetale

Rientro dall'EU

Le nazioni EU costituiscono insieme a Norvegia e Islanda un’area comune di protezione specie vegetali e quindi valgono le stesse regole di importazione per tutti i Paesi. 

Le piante (intere o parti di esse), i bulbi e la terra da giardinaggio possono essere importate in Svizzera per uso privato. Per i fiori recisi c’è il limite di 3 kg, per frutta e verdura di 10 kg.

Vietata l'importazione delle seguenti piante, in quanto possibili portatrici di organismi pericolosi: Cotoneaster e Photinia davidiana (syn. Stranvaesia davidiana)

Rientro da un Paese non membro EU

Queste piante non possono essere importate:

  • Cotoneaster
  • Photinia davidiana (syn. Stranvaesia davidiana)
  • Melo (Malus)
  • Pero (Pyrus)
  • Arancio (Poncirus)
  • Quercia (Quercus)  
  • Farinaccio, risp. sorbo degli uccelli (Sorbus)
  • Agazzino (Pyracantha) 
  • Patate e tuberi simili (Solanacea) 
  • Castagne commestibili (Castanea)
  • Mandarino cinese (Fortunella) 
  • Nespolo (Mespilus)
  • Conifere 
  • Cotogno (Cydonia)  
  • Vite (Vitis) 
  • Rose
  • Piante di frutta a nocciolo (albicocco, ciliegio, mandorlo, pesco e prugno) e tutte le forme decorative della specie Prunus 
  • Biancospino (Crataegus) do ogni genere e sorta
  • Nespolo del Giappone (Eriobotrya)  
  • Cotogno del Giappone (Chaenomeles) 
  • Piante di agrumi (Citrus)

Protezione della specie

Il CITES protegge questi prodotti: 

  • Vietato importare: prodotti di legno di Palissandro brasiliano
  • Attenzione con: olii essenziali come Sandalo e olio di legno di rosa, bastoncini di incenso di determinati legni e piante vive come orchidee e cactus
  • Da importare senza problemi: stoffe di seta grezza o fibre vegetali, sculture di pietra, intrecciati, libri, disegni, dipinti, prodotti di legno FCS (Forest Stewardship Council), gioielli di vetro/pietra, prodotti di filo metallico e metallo

Quantità fisse

Per questi prodotti vegetali sono previste quantità fisse da importare. Se si vuole importare più merce, bisogna dichiararlo alla dogana.

  • Olio, margarina: 5 kg o litri per persona e giorno
  • Sigarette/sigari: 250 pezzi per persona e giorno, derivati del tabacco: 250 pezzi per persona e giorno

Ulteriori accorgimenti e limiti all'importazione

Bevande alcoliche

Per le bevande alcoliche e i prodotti con tabacco sono previste quantità fisse. Se si vuole importare di più, bisogna dichiararlo alla dogana.

  • fino a 18 % vol. 5 litri per persona e giorno
  • sopra 18 % vol. 1 litro per persona e giorno 

Recipienti

L'ufficio federale della sicurezza alimentare e di veterinaria USAV avvisa che recipienti di vetro e utensili di porcellana possono contenere metalli pesanti o oggetti di metallo. La quantità da importare è illimitata ma si consiglia comunque di far controllare la merce da un laboratorio cantonale per gli alimenti, prima di utilizzarla.

Merce contraffatta

È vietato importare in Svizezra merce di marca contraffatta. Indipendentemente dal fatto che sia nuova o già utilizzata, la merce contraffatta può essere sequestrata e distrutta in dogana.

Medicinali

I medicinali posson essere importati solo per uso personale. La quantità non può superare quella necessaria per 30 giorni di cure.
È vietato importare:

  • Medicinali con organismi geneticamente modificati
  • Medicinali per animali da fattoria
  • Medicinali per le difese immunitarie da utilizzare sugli animali
  • Doping

Link e contatti utili per l'importo di merce e souvenir dall'estero

Consigliamo di informarsi adeguatamente prima del viaggio su quali siano le norme per l’importazione ed esportazione. Per quest’ultima è necessario mettersi in contatto con le autorità del Paese in cui si viaggia.

Centrale di informazione della dogana
Lunedì - Venerdì, 8:00 - 11:30 e  13:30 - 17:00
Tel. +41 (0)58 467 15 15
www.ezv.admin.ch

USAV
Tel. +41 (0)58 463 30 33
E-Mail nfblvdmnch
www.blv.admin.ch

CITES
Tel. +41 (0)58 462 25 41
E-Mail ctsblvdmnch
www.cites.ch

Offerte del TCS

Reti sociali
Newsletter
Apps
Rivista Touring