Tessera di socio
TCS Mastercard
Fattura


Vacanze con l'auto elettrica

Dalla preparazione al viaggio, la ricarica all'estero e il comportamento in caso di panne. Facciamo chiarezza.

Quando viaggia all'estero per la prima volta con un'auto elettrica, potrebbero esserci delle sorprese. Si prepari adeguatamente per il suo primo viaggio e rifletta chi e cosa vuole portare con sè.

Quello che non deve mai mancare:

  • La persona più importante: il copilota.
  • Il cavo più importante: cavo USB per smartphone. Caricare un'auto elettrica è difficile con una batteria del cellulare vuota.
  • La rete di ricarica più importante: dati mobili e roaming all'estero per trovare le stazioni e per l'elaborazione dei pagamenti.
  • La carta più importante: la carta di ricarica TCS E-Charge e la TCS Mastercard per la registrazione presso i fornitori locali della rete di ricarica. I soci in possesso di una TCS Member Mastercard beneficiano di uno sconto permanente del 5% sulla ricarica. 
 
 
 
 

Vacanze con l'auto elettrica: i sei consigli fondamentali

 
 

1. La pratica rende perfetti

In questo modo, impara a conoscere la sua auto elettrica e ad utilizzare l'infrastruttura di ricarica pubblica ben prima di avventurarti all'estero in vacanza. 

1. Provi diverse app per pianificare e attivare le colonne di ricarica nelle sue immediate vicinanze e si familiarizzi con la navigazione e la ricerca delle stazioni di ricarica, così come le diverse reti di ricarica.
2. Colleghi le app della stazione di ricarica e la navigazione del suo cellulare con l'infotainment della sua auto tramite Apple Car Play, Android Auto o altro.
3. Pianifichi il suo viaggio con l'app che più le si addice e che funziona al meglio nella sua auto.

Se è alla guida di una Tesla, inserisca la destinazione e il percorso e si goda il viaggio.

2. Scelga il percorso correttamente

Per il suo primo viaggio, eviti un programma sportivo con orari di arrivo vincolanti, oste e passeggeri nervosi, soste brevi e rientri affrettati. Al momento di pianificare il percorso collochi le fermate per la ricarica in modo tale da poter approfittarne anche in termini turistici. 

Pianifichi riserve di tempo generose !

3. Chi deve guidare?

Viaggiare in coppia è più rilassante quando lo specialista di auto elettriche non è al volante, ma è responsabile della navigazione sul sedile del passeggero.

Scambiarsi al volante!

4. Ricarica: quando e dove?

A differenza dell'auto convenzionale, con l'auto elettrica durante lunghi tragitti  si fanno il doppio delle soste di rifornimento e di una durata doppia. Si tratta di circa mezz'ora di pausa di ricarica per ogni 350 km di tragitto.

Per la ricarica vale la regola seguente: cerchi una stazione di ricarica quando le riserve di energia garantiscono altri 45 minuti di guida. Preveda uno o due stazioni di riserva dove poter caricare nel caso in cui il primo sito sia occupato o fuori servizio.

Il motto per la ricarica: meglio troppo presto che troppo tardi.

5. Cavi standard e adattatori locali

Sulla strada presso le infrastrutture di ricarica pubbliche, sei ben servito con il cavo di tipo 2. Le stazioni a corrente continua (DC) sono tutte dotate di cavi, quindi qui non è necessario materiale aggiuntivo. Come una sorta di assicurazione, il Juice Booster è raccomandato con i rispettivi adattatori nazionali per la ricarica di emergenza alle prese domestiche e industriali.

6. La sua auto elettrica è adatta alle lunghe distanze?

Viaggiare può essere divertente anche con una piccola batteria, se si passa a strade più lente e ci si concede più tempo per esplorare. Maggiore è la gamma, minore è il rilassamento. Soprattutto quando si guida in autostrada, la differenza tra le piccole e le grandi gamme si nota chiaramente. Utile anche per le lunghe distanze:

  • La ricarica DC (CCS o ChaDeMo) è un grande vantaggio per la strada. Le stazioni di ricarica rapida lungo gli assi di transito sono equipaggiate di conseguenza e di solito permettono una ricarica da 50 a 350 kW. Con un'auto che carica più di 100 kW, sei tra i caricatori veloci.
  • La ricarica AC con 11 kW dovrebbe essere supportata dall'auto in modo che la batteria possa essere ricaricata completamente in una notte. Se l'auto può caricare solo monofase con 3,7 kW, ci si deve orientare di più verso le stazioni di ricarica DC.
  • L'aerodinamica e la superficie frontale sono decisive per il consumo di carburante a velocità superiori a 100 km/h. I SUV ingombranti consumano anche molta più energia in autostrada che sulla strada principale, ma le auto snelle di solito non lo fanno. Questo ripaga quando si vogliono coprire lunghe distanze in poco tempo.
 
 

A cosa fare attenzione sulla strada e alla stazione di ricarica

In viaggio: i consigli dell'esperto

  • Se il passeggero ha il controllo della navigazione, il conducente può concentrarsi maggiormente sulla guida.
  •  Una riduzione della velocità da 120 a 100 km/h fa risparmiare quasi il 30% di energia.
  •  La funzione di ricircolo dell’aria del climatizzatore risparmia energia durante il riscaldamento o il raffreddamento.
  • Individuare una stazione di ricarica adatta con l’app e inserire il percorso nel navigatore.
  • Visualizzare il percorso precalcolato sul display del veicolo tramite Apple CarPlay o Android Auto.
  • Le funzioni di filtro dell’app aiutano a trovare le stazioni di ricarica più veloci o più economiche.
  • Le recensioni dell’app Chargemap forniscono importanti informazioni aggiuntive sulle stazioni di ricarica.
  • Sereni in viaggio, sereni all’arrivo!

Ricarica sulla strada: i suggerimenti dell'esperto

  • Non aspettarsi che le stazioni di ricarica siano già segnalate in autostrada.
  • Preclimatizzare l’abitacolo alla stazione di ricarica permette di risparmiare energia una volta in strada.
  • In caso di umidità, asciugare il display della stazione di ricarica con un panno in modo da facilitare l’identifi cazione con la carta di ricarica.
  • Se al termine del processo di ricarica non si riesce a estrarre la spina, si consiglia di leggere le istruzioni per l’uso. C’è sempre uno sblocco di emergenza.
  • Pianificare adeguati tempi di ricarica senza affrettare la prosecuzione del viaggio evita lo stress.
Reisen Elektroauto
 
 

Auto elettriche: quali app sono consigliate per la ricarica all'estero?

Le app fanno parte dell'attrezzatura di base, e sono particolarmente importanti all'estero perché aiutano con informazioni aggiuntive sulle stazioni di ricarica arricchendo le informazioni di base dell'app con commenti e check-in da parte degli utenti. In questo modo l'utente può vedere le ultime notizie per quanto riguarda la stazione di ricarica, come ad esempio se una stazione ha ripetuti problemi di funzionamento - o non è nemmeno ancora in funzione. Lascia anche un check-in se tutto ha funzionato o un commento se no. In questo modo, anche voi avrete sempre meno sorprese.
Ricorda sempre che quando usi le app, devi avere una connessione internet con il tuo cellulare. Soprattutto quando si attraversano le frontiere, può passare un po' di tempo prima che il rispettivo provider/partner venga trovato da Swisscom e Co.

  • Suggerimento: è possibile provare diverse reti nelle impostazioni del telefono cellulare. Google e Apple Maps mostrano ingorghi, lavori stradali e altri ostacoli in tempo reale.
 
 
Beratungsgespräch Elektromobilität

Con l'app eCharge del TCS trovate le colonnine di ricarica e pagate, ovunque voi siate.

  • Più di 203'000 punti di ricarica in Svizzera e Europa 
  • Senza abbonamento o tasse di base
  • 5% di sconto sulla ricarica con la TCS Member Mastercard

Le app più importanti in breve

TCS eCharge App

Con la TCS eCharge App  e la carta di ricarica, si può attivare la ricarica e pagare quasi ovunque in Italia, Germania, Austria, Benelux e Paesi scandinavi. Anche in Francia e in Spagna la copertura migliorerà nel corso del 2022.

Oltre alla rete a cui si accede con il TCS, ci sono altri operatori importanti nazionali e internazionali le cui app facilitano la vita.

Chargemap

A nostro parere Chargemap è attualmente la più completa directory gratuita di stazioni di ricarica pubbliche. Particolarmente preziose sono le funzioni di filtro così come le foto e i commenti degli utenti. Inoltre, l'app mobile offre la possibilità di pianificare il percorso sincronizzandolo con il proprio veicolo. Il percorso calcolato, comprese le fermate di ricarica, può essere facilmente esportato in Google Maps per l'utilizzo in Apple CarPlay.

A better routeplanner

A better routeplanner è specializzato nella pianificazione dei percorsi con fermate di ricarica. Anche qui, la selezione dell'auto elettrica e i parametri ambientali come il tempo e il peso si possono configurare per calcolare il percorso. I filtri e le preferenze includono anche, per esempio, le reti di ricarica in cui si vorrebbe/potrebbe ricaricare. L'app  funziona sia sul browser web che nell'app su smartphone ed è quindi molto adatta per preparare il viaggio. I percorsi vengono visualizzati in Apple Car Play sul display del veicolo.

Navigazione

Apple Maps e Google Maps sono compagni affidabili e preinstallati. Offrono anche sempre più informazioni anche sulle stazioni di ricarica quando si cercano.
Maps.me la consigliamo per scaricare le mappe e utilizzarle offline.

rert
  •  Suggerimento: le app di navigazione e le app dedicate alle stazioni di ricarica mostrano spesso la distanza dalla stazione di ricarica in modo diverso. Faccia attenzione!
 
 
 
 

Panne all'estero con l' auto elettrica: cosa fare?

È meglio chiamare il TCS prima che sia troppo tardi. La nostra centrale d'intervento è preparata ed è in grado di indicarle una struttura di ricarica quando è ancora in grado di guidare in maniera autonoma. Se tutte le possibilità si esauriscono, con la protezione viaggi ETI  del TCS è copertopanne di batteria con l'auto elettrica e un partner TCS trasporterà lei e il suo veicolo a un punto di ricarica pubblico.

Quando la batteria è veramente agli sgoccioli

Risparmiare energia:
Ridurre la velocità a 80km/h, mettersi nella corsia di destra, usare l'indicatore di guasto. Spegnere il riscaldamento e l'aria condizionata. Evitare frenate e accelerazioni brusche.

Evitare le sezioni senza una spalla dura:

Non guidare attraverso lunghi tunnel e ponti con la batteria scarica, ma fermati prima sulla corsia d'emergenza.

Trova un posto sicuro per fermarsi:

Lasciare l'autostrada all'uscita successiva e trovare un posto sicuro per fermarsi.

Se il guasto è inevitabile:

Parcheggiare il veicolo sulla strada principale prima che la batteria sia completamente scarica. Spegnere il veicolo e accendere le luci di emergenza. Chiama un servizio di soccorso stradale.

I soci possono usufruire del soccorso tradale TCS:
0800 140 140 (dalla Svizzera)
+41 58 827 22 20 (all'estero)

Newsletter
Reti sociali
FacebookInstagramTwitterLinkedInYouTube
Rivista Touring
Rivista Touring
Apps
Nuovi prodotti & giubilei
50 anni Protezione giuridica
60 anni Libretto ETI
Societariato famiglia
© 2022 Touring Club Svizzero Condizioni d'uso – Informazioni giuridiche Protezione e sicurezza dei dati
V3.2.1 / Production publish 2
 
La preghiamo di pazientare un momento.
Il Suo ordine è in fase di elaborazione.