Tessera di socio
TCS Mastercard
Fattura


Crit’Air-Vignetta in Francia

A seconda della categoria del vostro veicolo, la vignetta autorizza l’accesso alle zone ambientali ZFE e consente di circolare durante i picchi d’inquinamento. Anche i veicoli immatricolati in Svizzera devono sottostare alle disposizioni previste.

Certificato Crit'Air in Francia

Per ridurre l’inquinamento atmosferico e migliorare la qualità dell’aria, lo Stato francese ha limitato la circolazione ai veicoli che inquinano maggiormente, definendo delle zone a deboli emissioni (le cosiddette ZFE-m) e stabilendo una circolazione differenziata durante i picchi d’inquinamento. 

Il certificato Crit'Air si presenta sotto forma di bollino e definisce i veicoli in 6 categorie, in funzione delle loro emissioni inquinanti. Non è obbligatorio per utilizzare in maniera generale la propria vettura ma, a seconda del tipo di veicolo e delle regole in vigore, dà accesso alle zone ambientali o ai parcheggi riservati ai veicoli con il certificato Crit'Air. 

Sempre a dipendenza della categoria del veicolo e delle regole vigenti, esso permette anche di circolare nel caso in cui, a causa dei picchi d’inquinamento, i prefetti dovessero imporre la circolazione differenziata. 

Durante il 2021, sono state create diverse nuove zone ZFE-m, o sono ancora in fase di studio, mentre diverse altre zone saranno attivate nel 2022.

Zone a basse emissioni ZFE

Le zone a basse emissioni mobilità ZFE-m sono delle zone permanenti. Le condizioni di circolazione in queste zone sono definite dalle autorità competenti e variano tra di loro.

La vignetta Crit'Air è obbligatoria per circolare in queste zone, che sono state create per escludere dai centri cittadini i veicoli vecchi e troppo inquinanti. 

La circolazione differenziata può essere attivata durante i picchi d’inquinamento. In questo caso, le regole di circolazione nelle ZFE-m possono cambiare.

Le ZFE-m esistenti e future:

Città di Parigi e Grande Parigi

Dal 1° giugno 2021, solo i veicoli con Crit'Air 1, 2 o 3 possono circolare in maniera continua sul territorio delimitato dall’autostrada A86 (ossia nella Parigi «intra muros»), dal «Boulevard périphérique», nonché dal Bois de Vincennes e dal Bois de Boulogne.

  • I veicoli leggeri (privati, utilitarie, 2/3 ruote, quadricicli a motore) non classificati, quelli con Crit'Air 4 o 5 non possono più circolare dalle 8.00 alle 20.00, dal lunedì al venerdì.
  • I mezzi pesanti non classificati, quelli con Crit'Air 4 o 5 non possono più circolare dalle 8.00 alle 20.00, 7 giorni su 7.

Le prossime tappe:

  • A partire dal luglio 2022, i veicoli con Crit'Air 3 saranno vietati.
  • A partire dal gennaio 2024, i veicoli con Crit'Air 2 saranno vietati.
  • Obiettivo 2030: sono autorizzati solo i veicoli al 100% puliti.

Eurometropoli di Strasburgo

A partire dal 1° gennaio 2022, entrerà in vigore un cosiddetto periodo "pedagogico". I veicoli non classificati e i Crit'Air 5 potranno essere fermati per essere sensibilizzati sulla ZFE-m, prima del loro divieto definitivo di circolare, previsto a partire dal 1° gennaio 2023.

Verranno attuati diversi divieti, in più tappe:

  • Gennaio 2022: fase pedagogica per i veicoli non classificati e Crit'Air 5.
  • Gennaio 2023: fase pedagogica per i veicoli Crit'Air 4, divieto per i veicoli non classificati e Crit'Air 5.
  • Gennaio 2024: fase pedagogica per i veicoli Crit'Air 3, divieto per i veicoli Crit'Air 4.
  • Gennaio 2025: fase pedagogica per i veicoli Crit'Air 2, divieto per i veicoli Crit'Air 3.
  • Gennaio 2028: divieto per i veicoli Crit'Air 2. Alcuni comuni hanno già preso la decisione di vietare i veicoli Crit'Air dal gennaio 2028, altri prenderanno una decisione più tardi.

La zona ZFE-m si estenderà sull’insieme dell'Eurometropoli. I seguenti assi permetteranno d’aggirare la zona ambientale:

  •  L’A4 a nord del raccordo A4/A35 a Vendenheim
  • L’A35 a nord del raccordo A4/A35 a Vendenheim
  • La M35 fino allo svincolo n°10, detto di Geispolsheim
  • La M353

Grenoble Alpi Metropoli

I veicoli interessati dalla zona sono le utilitarie leggere e i mezzi pesanti (categoria N sulla carta grigia).

27 comuni sono interessati dalla ZFE-m (fatta eccezione per alcuni tratti stradali, nonché le superstrade).

  •  Dal 1° luglio 2020, i veicoli utilitari leggeri e i mezzi pesanti non classificati, Crit'Air 5 e Crit'Air 4 sono vietati.
  • A partire dal 1° luglio 2022, i veicoli utilitari leggeri e i mezzi pesanti Crit'Air 3 saranno vietati.
  • A partire dal 1° luglio 2025, i veicoli utilitari leggeri e i mezzi pesanti Crit'Air 2 saranno vietati.

Metropoli d’Aix-Marsiglia-Provenza

L’attivazione della zona è prevista nel 2022.

Metropoli di Lilla

L’attivazione della zona è prevista nel 2022.

Grande Lione

La ZFE-m è entrata in vigore il 1° gennaio 2020 e si estende sulla quasi totalità degli arrondissement di Lione, sui settori di Villeurbanne, Bron e Vénissieux e sull’insieme del comune di Caluire-et-Cuire. 

I veicoli interessati dalla zona sono le utilitarie leggere e i mezzi pesanti (categoria N sulla carta grigia): i veicoli non classificati, i Crit'Air 5, Crit'Air 4 e Crit'Air 3 non possono più né circolare né posteggiare nella zona.

A partire dal luglio 2022, la misura sarà estesa ai veicoli privati.

  • A partire dal 1° luglio 2022, i veicoli non classificati e Crit'Air 5 saranno vietati.
  • Entro il 2026, l’obiettivo è quello d’escludere il diesel e di ridurre progressivamente le autorizzazioni ai veicoli Crit'Air 4, 3 e 2.

Metropoli Rouen-Normandia

Dal 1° luglio 2021, i veicoli non classificati, quelli Crit'Air 5 o 4 destinati al trasporto di merci (da parte d’imprese, società, associazioni, collettività) non possono più né circolare né posteggiare nella zona. 

Il perimetro è definito dai boulevard del centro cittadino di Rouen. La zona non concerne i seguenti boulevard: des Belges, de l’Yser, de Verdun, de l’Europe. Essa non riguarda nemmeno l’Avenue Jean Rondeaux e i ponti Guillaume le Conquérant e Mathilde.

L'obiettivo è che a partire dal 1° luglio 2022, le misure si estendano ai veicoli privati. Di conseguenza, solo i veicoli con un certificato Crit'Air verde, 1, 2 o 3 saranno autorizzati a circolare e a posteggiare nella zona.

Metropoli Tolone-Provenza-Mediterraneo

La Metropoli s’è impegnata a creare una ZFE-m. La sua attuazione è attualmente allo studio.

Montpellier-Mediterraneo Metropoli

L’attuazione della ZFE è prevista entro la fine del 2021.

Saint-Etienne Metropoli

Il perimetro è definito dalla RN88, l'A72 e la RD201.

  •  A partire dal 31 gennaio 2022, le utilitarie leggere e i mezzi pesanti non classificati non potranno più circolare nella zona.
  • Entro il 1° gennaio 2025, divieto di circolazione per le utilitarie leggere e i mezzi pesanti Crit'Air 4 e 5.
  • Entro il 1° gennaio 2027, divieto di circolazione per le utilitarie leggere e i mezzi pesanti Crit'Air 3.

Tolosa Metropoli

Il perimetro della zona include tutta la città di Tolosa, all’interno della circonvallazione, come pure una parte di Colomiers e Tournefeuille. Le restrizioni saranno messe in atto in maniera progressiva e riguarderanno i seguenti veicoli:

  • Nel 2021, i veicoli utilitari leggeri e i mezzi pesanti non classificati e Crit'Air 5.
  • Nel 2022, i veicoli utilitari leggeri e i mezzi pesanti Crit'Air 4.
  • Nel 2023, i veicoli leggeri e le due ruote non classificati, Crit'Air 5 e 4.
  • Nel 2024, i veicoli leggeri, le due ruote, i veicoli utilitari e i mezzi pesanti Crit’Air 3.

La Grande Reims

La ZFE-m della Grande Reims è entrata in funzione il 1° settembre 2021.

Il perimetro della zona è definito dal centro cittadino e dalla Via Taittinger (A344).

I veicoli interessati dalle misure ambientali sono i veicoli leggeri, i mezzi pesanti, gli autobus e i pullman. Le 2/3 ruote, i quadricicli a motore, le motociclette, i ciclomotori e i trattori non entrano in considerazione.

Fino alla fine del 2021 è previsto un periodo pedagogico, dopodiché i veicoli seguenti non potranno più accedere alla zona:

  • A partire dal gennaio 2022, i veicoli non classificati e i Crit'Air 5.
  • A partire dal gennaio 2023, i Crit'Air 4.
  • A partire dal gennaio 2024, i Crit'Air 3.

Circolazione differenziata

Durante i picchi d’inquinamento, i prefetti delle zone interessate mettono in atto la circolazione differenziata, durante la quale solo i veicoli meno inquinanti possono circolare. La circolazione differenziata si basa sul certificato Crit'Air. 

Le informazioni riguardanti la circolazione differenziata sui territori possono essere consultate online sulla carte du Laboratoire Central de Surveillance de la Qualité de l'Air (LCSQA) (in francese). La situazione dei territori è definita tramite dei colori sulla carta: verde = nessuna procedura, arancio = procedura informativa e raccomandazioni, rosso = procedura d’allerta, grigio = in attesa d’informazioni sulla procedura.

Quale vignetta per la mia automobile?

Esistono 6 tipi di certificati, definiti in funzione delle emissioni inquinanti. I veicoli che inquinano maggiormente e le auto private immatricolate prima del 1997 non possono ottenere il bollino.

La classificazione è identica in tutta la Francia ed è valida per tutta la durata di vita del veicolo. Ciononostante, ogni territorio può scegliere le misure adatte in funzione della situazione locale e indicarle tramite cartelli della segnaletica visibili agli utenti.

Vignetta Crit'Air in Francia: 6 categorie di veicoli
Crit'Air 0: verde
Crit'Air 0

Veicoli 100% elettrici e veicoli a idrogeno

Crit'Air 1: viola
Crit'Air 1
  • Veicoli a gas e veicoli ibridi ricaricabili.
  • Vetture private "benzina e affini": norma Euro 5 e 6, immatricolate a partire dal 1° gennaio 2011.
  • Mezzi pesanti, autobus, pullman "benzina e affini": norma Euro VI, immatricolati a partire dal gennaio 2014.
  • 2/3 ruote: norma Euro 4, immatricolate a partire dal 1° gennaio 2017 per i motocicli e dal 1° gennaio 2018 per i ciclomotori.
Crit'Air 2: giallo
Crit'Air 2
  • Vetture private "benzina e affini": norme Euro 4, immatricolate a partire dal 1° gennaio 2006.
  • Vetture private "diesel e affini": norme Euro 5 e 6, immatricolate a partire dal 1° gennaio 2011.
  • Mezzi pesanti, autobus, pullman "benzina e affini": norma Euro V, immatricolati a partire dal 1° ottobre 2009.
  • Mezzi pesanti, autobus, pullman "diesel e affini": norma Euro VI, immatricolati a partire dal 1° gennaio 2014.
  • 2/3 ruote: norma Euro 3, immatricolate a partire dal 1° gennaio 2007.
Crit'Air 3: arancio
Crit'Air 3
  • Vetture private "benzina e affini": norme Euro 2 e 3, immatricolate a partire dal 1° gennaio 1997.
  • Vetture private "diesel e affini": norma Euro 4, immatricolate a partire dal 1° gennaio 2006.
  • Mezzi pesanti, autobus, pullman "benzina e affini": norma Euro III e IV, immatricolati prima del 1° ottobre 2001.
  • Mezzi pesanti, autobus, pullman "diesel e affini": norma Euro V, immatricolati a partire dal 1° ottobre 2009.
  • 2/3 ruote: norma Euro 2, immatricolate a partire dal 1° luglio 2004.
Crit'Air 4: rosso
Crit'Air 4
  • Vetture private "diesel e affini": norma Euro 3, immatricolate a partire dal 1° gennaio 2001.
  • Mezzi pesanti, autobus, pullman "diesel e affini": norma Euro IV, immatricolati a partire dal 1° ottobre 2006.
  • 2/3 ruote: nessuna norma, immatricolate a partire dal 1° giugno 2000.
Crit'Air 5: grigio
Crit'Air 5
  • Vetture private "diesel e affini": norma Euro 2, immatricolate a partire dal 1° luglio 1997.
  • Mezzi pesanti, autobus, pullman "diesel e affini": norma Euro III, immatricolati a partire dal 1° ottobre 2001.

Come ottenere la vignetta Crit'Air?

Il bollino Crit’Air è venduto a circa 4 euro dal Ministero  www.certificat-air.gouv.fr o per circa 30 euro tramite terzi. Chi non avesse dimestichezza con tale procedura, oppure non possiede una carta di credito, può rivolgersi ad un centro di contatto TCS dove Crit’Air costa CHF 24.- (non soci, CHF 28.-). Ci vogliono dai 10 ai 15 giorni per ricevere la consegna a casa propria.

Come mettere la vignetta Crit'Air?

Automobile: incollate il bollino sul parabrezza, sul lato del passeggero, in basso a destra. La vignetta dev’essere ben visibile dall’esterno. 

Veicoli senza parabrezza (p. es. moto): incollate il bollino sulla forcella, sul parafango oppure sulla carenatura anteriore destra. 

Il video con le istruzioni per l’utilizzo può essere consultato sul sito di Crit'Air.

Condividere
durckenE-MailFacebookTwitter
Newsletter
Reti sociali
FacebookInstagramTwitterLinkedInYouTube
Rivista Touring
Rivista Touring
Apps
Nuovi prodotti & giubilei
50 anni Protezione giuridica
60 anni Libretto ETI
Societariato famiglia
© 2022 Touring Club Svizzero Condizioni d'uso – Informazioni giuridiche Protezione e sicurezza dei dati
V3.0.0 / Production publish 2
 
La preghiamo di pazientare un momento.
Il Suo ordine è in fase di elaborazione.