Obbligo di pneumatici invernali: dove e quando?

Il TCS consiglia di utilizzare le gomme invernali da ottobre a Pasqua. Ma quali sono le regole nei nostri Paesi confinanti?


Svizzera: nessun obbligo ma assuzione personale di responsabilità

In Svizzera non vige l’obbligo di guidare con gomme invernali nei mesi freddi. Il conducente deve però aver la perfetta padronanza del mezzo in ogni circostanza. Chi provoca un incidente al volante di un’auto non equipaggiata a dovere, rischia una riduzione delle prestazioni o un’azione di regresso da parte dell’assicurazione.

Il conducente è obbligato a viaggiare con un veicolo sicuro. Guidare in inverno con pneumatici estivi non è considerato un comportamento sicuro ed è quindi passibile di multa. Per legge, il profilo minimo delle gomme è di 1,6 mm, ma viene comunque consigliato un profilo di 4 mm.

Anche i nostri Paesi confinanti hanno una propria definizione di obbligo invernale. Ecco le principale regole in vigore nel vicino arco alpino.

Germania: obbligo di pneumatici invernali a seconda della situazione

Stando alla legge, un automezzo deve esser guidato con pneumatici invernali su ghiaccio, manto stradale innevato, poltiglia di neve e lastre ghiacciate. Queste condizioni particolari si definiscono anche «obbligo di pneumatici invernali situazionale». In sostanza, chi può evitare viaggi in condizioni invernali, non deve montare le gomme invernali.

Modifica dell’ordinanza sugli pneumatici invernali 2017:
Finora erano riconosciuti come invernali ai sensi del relativo obbligo di legge pneumatici contrassegnati M+S. Per soddisfare le disposizioni in tal senso, dal 2017 sono considerati in regola soltanto gli pneumatici con il fiocco di neve (c.d. Three-Peak-Mountain-Snowflake). I modelli che recano la sigla M+S e prodotti prima della fine del 2017 vengono comunque accettati come invernali nell’ambito del periodo di transizione concesso fino al 30.9.2024, scaduto il quale le gomme invernali dovranno sempre recare il simbolo del fiocco di neve. Lo stesso vale per gli invernali prodotti a partire dall’inizio del 2018. A differenza della sigla "M+S", questo simbolo conferma che lo pneumatico soddisfa norme minime di qualità per l’uso su neve.

Austria: dipende dalle condizioni del manto stradale

Quando c’è neve in strada, poltiglia nevosa e ghiaccio è obbligatorio montare pneumatici invernali su tutte e quattro le ruote. Si consiglia di seguire i bollettini meteo, perchè una semplice umidità sulla strada può trasformarsi velocemente in una lastra di ghiaccio. In alternativa si possono montare catene da neve sulle gomme estive. Questa procedura è consentita però solo se la strada è completamente ricoperta di neve o ghiaccio. Per gli pneumatici invernali (identificazione M+S) il profilo minimo previsto dalla legge è di 4 mm.

Francia: obbligo di pneumatici invernali solo se segnalato

In Francia non vige l‘obbligo generale di montare pneumatici invernali. A seconda del meteo e delle condizioni stradali si può tuttavia incorrere in una prescrizione obbligatoria, che viene indicata con appositi segnali stradali.

Italia: ogni provincia regola indipendentemente l'obbligo di gomme invernali

L’obbligo di pneumatici invernali non è regolato in modo uniforme. Le normative vengono definite dalle singole province e l’obbligo di gomme invernali viene reso noto tramite apposita segnaletica. In questo modo è possibile prescrivere provvisoriamente l’obbligo di pneumatici invernali o catene da neve per singole tratte, a seconda delle condizioni climatiche. Questa modalità di prescrizione viene applicata soprattutto in provincia di Milano e nell’ Alto Adige. Consigliamo quindi di viaggiare da ottobre ad aprile con l’equipaggiamento invernale.

Offerte del TCS

Reti sociali
Newsletter
Apps
Rivista Touring