Informazioni importanti per i titolari del Libretto ETI

Con la diffusione del coronavirus in Svizzera e nel mondo, ogni giorno al TCS arrivano numerose richieste di assistenza.

  • Coronavirus - Il TCS segue con grande attenzione lo sviluppo del coronavirus (COVID-2019). Qui troverà le informazioni più importanti per i soci del TCS. Saperne di più

Informazioni importanti per i titolari del Libretto ETI

Con la diffusione del Coronavirus in Svizzera e nel mondo, ogni giorno al TCS arrivano numerose richieste di assistenza da parte di titolari del Libretto ETI. Se un socio si trova in difficoltà all’estero, in particolare se si tratta di problemi medici, gli specialisti del TCS si occupano di prestare aiuto e di organizzare il rientro in Svizzera nelle migliori condizioni possibili.

In caso di annullamento viaggio

In caso di sinistro, il TCS chiede di annunciarlo per iscritto tramite il formulario apposito qui sotto corredato dei documenti richiesti. In ogni caso consigliamo di contattare la vostra agenzia di viaggi, il vostro tour operator o qualsiasi altro fornitore di servizi turistici. L’agenzia di viaggi è il punto di riferimento in caso di annullamento.

Così come avviene presso altri servizi d’informazione e centrali di emergenza, anche al TCS attualmente vige una situazione straordinaria. Il TCS s’impegna al massimo per essere raggiungibile dai soci in difficoltà e per offrire loro un’assistenza immediata. Il TCS chiede la comprensione per tempi di attesa più lunghi del normale e consiglia vivamente ai soci di chiamare la centrale d’intervento ETI solo in caso di necessità, in modo che possa consacrarsi al meglio ai soci che si trovano in una situazione di emergenza.

Formulario di annullamento ETI

I casi concreti d’annullamento viaggi devono essere notificati tramite il formulario di dichiarazione di sinistro ed inviati per posta a:

TCS Assicurazioni SA
Servizio sinistri
Casella postale 820
1214 Vernier

Al momento non è possibile rispondere alle domande su informazioni generali o ipotetiche concernenti l’annullamento viaggi, dato che le circostanze cambiano ogni giorno e queste informazioni sono valide solo a breve termine. 

Criteri di copertura

I criteri di copertura assicurativa in caso di annullamento di viaggi organizzati in Svizzera e all’estero sono fissati nelle condizioni generali d’assicurazione. Le disposizioni valgono in particolare per la valutazione di viaggi prenotati dopo il 30 gennaio 2020 – ovvero dalla data in cui l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha ufficialmente avvertito di una possibile pandemia.

Chi contattare in caso di cancellazione?

Ora il TCS ci tiene a precisare determinate regole importanti relative alla pandemia. L’agenzia di viaggi è il punto di riferimento in caso di annullamento. Il TCS raccomanda ai viaggiatori di rivolgere le richieste di cancellazione in primo luogo all’operatore turistico. Nel caso in cui non fosse possibile, devono essere contattati i fornitori di servizi turistici, di trasporto e di soggiorno, per richiedere una cancellazione gratuita (senza penali) o addirittura un rimborso. Solo a questo punto può essere contattato il Libretto ETI del TCS per chiedere la copertura totale o parziale delle rimanenti spese di annullamento sulla base delle condizioni generali d’assicurazione e delle circostanze concrete.

Nuovi prodotti ETI e cambio di copertura

Esplicita esclusione del Coronavirus nell’attestazione di copertura per la sottoscrizione di un nuovo Libretto ETI o la modifica della copertura assicurativa: Così come gli altri fornitori di servizi del settore, il TCS ha deciso di escludere in modo esplicito nell’attestazione di copertura del Libretto ETI il Coronavirus dalla protezione assicurativa.

In relazione alla pandemia e ai suoi eventuali sviluppi, si consiglia di evitare rischi inutili e di rinunciare a prenotare viaggi nelle prossime settimane. La malattia polmonare causata da un nuovo coronavirus (2019-nCoV) continua infatti a diffondersi in tutto il mondo. 

  • Giovedì 30 gennaio, l'Organizzazione Mondiale della Sanità, ha decretato l'epidemia di coronavirus come un'emergenza sanitaria internazionale.
  • Mercoledì 11 marzo, l'OMS ha dichiarato il coronavirus una pandemia globale. 

Consigli per gli svizzeri all'estero

Il TCS ha già fornito assistenza a numerosi soci e ricevuto centinaia di chiamate dall’inizio della crisi. I soci che si trovano all'estero o che sono recentemente tornati in Svizzera ricevono un parere medico sulle precauzioni da prendere.

In contatto con la centrale di assistenza ETI grazie all'applicazione del TCS

Grazie al modulo «Travel Safety» integrato nell'applicazione TCS, la centrale di assistenza ETI può coordinare l'assistenza a distanza. Questo modulo permette di conoscere la posizione geografica del socio e di inviargli aiuto e consigli in caso di eventi pericolosi. Le persone all'estero che hanno l'applicazione TCS con una connessione internet in loco possono contattare il TCS e ricevere informazioni personalizzate.

Gli svizzeri che si trovano all’estero sono pregati di rivolgersi al DFAE in caso di bisogno, chiamando la Helpline DFAE allo +41 800 24 7 365 oppure iscrivendosi al sito web www.itineris.eda.admin.ch/home 

I viaggiatori potranno così ottenere informazioni e consigli utili presso il DFAE riguardo il loro rientro in Svizzera.

Condividere
durckenE-MailFacebookTwitter

Potrebbe interessarvi anche

Newsletter
Reti sociali
Rivista Touring
Nuovi prodotti & giubilei
 
Si prega di pazientare un attimo
Stiamo ottimizzando il nostro sito, ciò che può comportare tempi di caricamento più lunghi.