15.05.2018

Avvertimenti di viaggio permanenti per la Striscia di Gaza



15 maggio 2018

Prima dell’inaugurazione dell’ambasciata USA a Gerusalemme, lunedì si sono verificate proteste violente nella Striscia di Gaza. I palestinesi parlano di numerosi morti e di oltre 1200 feriti.

Migliaia di palestinesi hanno protestato nella Striscia di Gaza in diversi luoghi al confine con Israele, alcuni gruppi si sono avvicinati alla zona di confine lanciando pietre. I soldati israeliani con armi da fuoco hanno preso posizione dall’altro lato.

Numeri importanti in caso d’emergenza

  • Numero d’emergenza della polizia: 100
  • Numero d’emergenza della sanità: 101
  • Informazioni sull’attuale situazione di sicurezza: 1207
  • Centrale d’intervento ETI – richieste di assistenza urgente all’estero: +41 58 827 22 20
  • Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) - Helpline: Tel. +41 800 24 7 365 oder +41 58 465 33 33

Avvertimento di viaggio
In generale, ci sono avvertimenti di viaggio permanenti per la Striscia di Gaza, la Cisgiordania e Gerusalemme Est, come pure per i territori al confine con la Siria e il Libano. Tuttavia, se attualmente vi trovate in questo territorio, informatevi presso il vostro operatore di viaggio in merito all’evoluzione della situazione e seguite le istruzioni delle autorità locali.

Secondo l’attuale valutazione del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE), viaggiare in Israele comporta dei rischi e in tutto il Paese si raccomanda di usare la massima prudenza. «In tutto il Paese vi è il pericolo di atti di violenza, come per esempio attentati e attacchi singoli con l’aiuto di veicoli o armi», viene riportato.

Inoltre, il Ministero degli Affari Esteri di Berlino mette in guardia dal visitare la Città Vecchia di Gerusalemme, le porte della Città Vecchia, il quartiere circostante e il Monte del Tempio. Stando a quanto riportato in un avviso sulla sicurezza, si raccomanda, a partire da subito e fino a martedì 15 maggio 2018 compreso, «di rinunciare possibilmente» a recarsi nella Città Vecchia. Tel Aviv, la città israeliana sulla costa del Mar Mediterraneo amata dai turisti, si trova soltanto a 48 chilometri da Gerusalemme.

L’assistenza medica è assicurata
L’assistenza medica in Israele è assicurata. Tuttavia, generalmente la maggior parte degli ospedali richiede un pagamento anticipato prima di trattare i pazienti non residenti in Israele. Numero d’emergenza della sanità (Magen David Adom): 101

Valutazione degli esperti
Nonostante l’inaugurazione dell’ambasciata USA a Gerusalemme e le proteste di massa dei palestinesi, Marc Frings, esperto del Vicino Oriente, non vede un potenziale estremo di escalation. «Non vedo il potenziale perché la situazione possa dilagare violentemente», ha dichiarato Frings, responsabile dell’Ufficio della Fondazione Konrad-Adenauer a Ramallah, lunedì all’ARD. Il centro delle proteste si trova nella Striscia di Gaza. «Tuttavia ciò non accade a causa dell’ambasciata, ma perché le persone hanno la sensazione di dover prendere in mano da sole il loro destino.»

Condividere
durckenE-MailFacebookGoogle +Twitter

Potrebbe interessarvi anche

Offerte del TCS

Newsletter
Reti sociali
Rivista Touring
Nuovi prodotti & giubilei
 
Si prega di pazientare un attimo
Stiamo ottimizzando il nostro sito, ciò che può comportare tempi di caricamento più lunghi.