Tessera di socio
TCS Mastercard
Fattura


Volo cancellato

Cosa fare in caso di overbooking, cancellazione del volo, ritardo o impossibilità di imbarcarsi?

Quando un volo subisce un ritardo, una cancellazione o un impedimento all'imbarco, i passeggeri spesso non sono consapevoli dei loro diritti e dei passi da compiere.

Ecco i punti principali da tenere presenti per quanto riguarda i risarcimenti e i rimborsi previsti dal regolamento europeo.

Diritti dei passeggeri: regolamento europeo

Il Regolamento europeo 261/2004 definisce i diritti dei passeggeri, indipendentemente dalla compagnia aerea, per i voli in partenza da un Paese dell'Unione Europea, dalla Svizzera, dalla Norvegia o dall'Islanda.

Questo regolamento si applica anche ai passeggeri di una compagnia aerea europea, svizzera, norvegese o islandese diretti verso Paesi dell'Unione Europea, Svizzera, Norvegia o Islanda, indipendentemente dal Paese di partenza.

Cancellazione del volo

Quando un volo è cancellato, la compagnia aerea deve:

  • Rimborsare o offrire un volo sostitutivo
  • A seconda del tempo di attesa, offrire pasti, bevande e alloggio
  • Offrire un mezzo di comunicazione

Il passeggero ha inoltre diritto a un risarcimento se viene informato della cancellazione meno di 14 giorni prima dell'orario di partenza previsto e secondo determinati criteri:

  • La compensazione viene calcolata in base alla distanza e al tempo di ritardo.
  • Non è previsto alcun risarcimento se la cancellazione è dovuta a circostanze straordinarie.

Imbarco negato

I passeggeri possono trovarsi di fronte alla spiacevole esperienza di vedersi negare l'imbarco. L'overbooking è una causa frequente di queste situazioni.

In caso di overbooking, le compagnie aeree devono innanzitutto cercare di trovare tra i passeggeri dei volontari che rinuncino volontariamente ai loro posti a condizioni concordate. Possono anche scegliere di farsi rimborsare il biglietto o di offrire un volo alternativo.

Se non è possibile raggiungere un accordo con la compagnia aerea e quest'ultima deve negare l'imbarco al passeggero, quest'ultimo può chiedere un risarcimento, il cui importo è determinato dalla distanza del volo. Il passeggero ha inoltre il diritto di scegliere tra il rimborso del biglietto e un volo alternativo. A seconda del tempo di attesa, devono essere offerti bevande, pasti o alloggio.

Ritardo prolungato del volo

A seconda della distanza percorsa, la compagnia aerea deve offrire misure di accompagnamento per un ritardo di 2, 3 o 4 ore. Deve inoltre offrire cibo e bevande in base al tempo di attesa.

In caso di ritardi superiori a 3 ore dovuti a un evento eccenzionale, può essere richiesto un risarcimento.

Procedure

  • Raccogliere tutte le prove in caso di cancellazione o impedimento all'imbarco. A tal fine, è consigliabile rivolgersi ad un agente e chiedere alla compagnia aerea di confermare il ritardo mediante un documento sul quale sia riportato, se possibile, il nome del passeggero.
  • Contattare la compagnia aerea dopo la cancellazione, l'impedimento all'imbarco o il ritardo. Il contatto dipende dalla compagnia aerea. Il contatto iniziale può avvenire tramite un modulo di reclamo o un'e-mail.
  • Se la compagnia aerea non risponde entro 6 settimane, presentare un reclamo all'UFAC.

*Queste informazioni generali sono fornite senza garanzia e senza impegno. Per le disposizioni di legge, consultare i link esterni di questa pagina.

Newsletter
Reti sociali
FacebookInstagramTwitterLinkedInYouTube
Rivista Touring
Rivista Touring
Apps
Nuovi prodotti & giubilei
50 anni Protezione giuridica
60 anni Libretto ETI
Societariato famiglia
© 2022 Touring Club Svizzero Condizioni d'uso – Informazioni giuridiche Protezione e sicurezza dei dati
v3.1.1 / Production publish 2
 
La preghiamo di pazientare un momento.
Il Suo ordine è in fase di elaborazione.