Percorso casa-scuola: ruote ferme, bimbi salvi

La campagna «Percorso casa-scuola» ha voluto sensibilizzare gli automobilisti e proteggere i bambini sulle strisce pedonali.


Per il quarto anno consecutivo, il TCS, l’upi – Ufficio prevenzione infortuni e i corpi delle polizie hanno sostenuto la campagna di prevenzione rientro scolastico «Ruote ferme, bambini salvi!». Gli scolari hanno imparato ad attraversare la strada solo quando le ruote dei veicoli erano completamente ferme.

Da parte loro, i conducenti erano incoraggiati a bloccare totalmente l’automezzo. Una campagna di successo, visto che il 90% degli automobilisti la conoscevano e comprendevano bene il suo messaggio.

Fermarsi sempre completamente alle strisce pedonali

I bambini non sono in grado di valutare né la velocità di un’auto né la distanza che li separa da quest’ultima.

È la ragione per cui i bambini imparano, nei corsi di educazione stradale, ad attraversare un passaggio pedonale solo se il veicolo è totalmente fermo. Molti utenti della strada non lo sanno e non si fermano completamente davanti alle strisce pedonali, bensì fanno un cenno con la mano o un segno con i fari: atteggiamento che va evitato!

Quando un conducente vede un bambino che vuole attraversare la strada, deve fermarsi completamente davanti alle strisce pedonali e non solo rallentare. È il messaggio che il TCS e i suoi partner, l’Ufficio prevenzione infortuni (upi), nonché la Polizia hanno voluto trasmettere ad ogni inizio delle scuole tramite la campagna «Percorso casa-scuola».

Ispirata dal mondo simpatico e infantile dei playmobil, la campagna univa il mondo dei bambini con quello degli adulti e della circolazione stradale. Il messaggio era chiarissimo: in prossimità delle strisce pedonali non si deve solo frenare, bisogna proprio fermarsi.

Distribuiti in Svizzera quasi mezzo-milione di gilet riflettenti in 6 anni

Per rendere più visibili i bambini sulla strada della scuola, il TCS distribuisce da numerosi anni circa 140'000 bandoliere Triki all’anno (triangoli riflettenti) destinati agli scolari dai 4 ai 7 anni e finanziati dal Fondo sicurezza stradale.

Per i più grandicelli (8-9 anni), il TCS distribuisce gratuitamente dal 2013 più di 80'000 gilet riflettenti di sicurezza agli allievi della prima elementare di tutta la Svizzera, in collaborazione con le Sezioni TCS e le Autorità locali. Così, nel 2018, quasi 500'000 gilet sono stati distribuiti per migliorare la loro sicurezza.

Newsletter
Reti sociali
Rivista Touring
Nuovi prodotti & giubilei
 
Si prega di pazientare un attimo
Stiamo ottimizzando il nostro sito, ciò che può comportare tempi di caricamento più lunghi.