Indonesia

La diversità del paese è tale che tutte le forme di turismo vi sono rappresentate.

Indonesia
L'Indonesia forma, sotto l’equatore, tra l'Oceano Indiano e quello Pacifico, un arcipelago di oltre 17'500 isole.

A prima vista

Generalità

Clima

Tropicale, con temperature ed umidità elevate (90 %).

Miglior periodo: da maggio a settembre. Stagione delle piogge da dicembre a marzo.

Giava: da aprile a ottobre il clima è asciutto, soleggiato e piacevole. Il periodo migliore per viaggiare va da maggio a settembre, mentre da novembre a marzo è la stagione delle piogge.

Sumatra: sulla costa occidentale e nell’entroterra montuoso, il periodo migliore per viaggiare va da giugno a settembre. Siccome Sumatra non conosce periodi di siccità, le piogge possono verificarsi tutto l’anno. Tuttavia, il periodo più intenso delle piogge va da ottobre a metà aprile.

Sulawesi: è bello viaggiare nell’entroterra del Sud di Sulawesi da aprile a novembre. Nelle regioni montuose piove tutto l’anno. Il periodo migliore per volare ad Est e nel Sud-est va da luglio a dicembre, mentre nel Nord-est va da agosto a gennaio. Da fine novembre a marzo è la stagione più intensa delle piogge.

Kalimantan: i mesi che vanno da luglio a settembre sono quelli ideali per viaggiare. Da novembre a maggio è la stagione più intensa delle piogge.

Irian-Giava: da giugno ad ottobre è il periodo più favorevole per viaggiare, nella parte nord-occidentale più estrema da novembre a febbraio. Il periodo meno favorevole è invece da novembre a maggio, anche se, rispetto ad altre regioni dell’Indonesia, in questa regione le piogge cadono uniformemente tutto l’anno.

Molukken: da settembre ad aprile è un bel periodo per viaggiare in questa zona. Da maggio ad agosto si verificano continuamente forti piogge, mentre al Nord piove soprattutto da dicembre a gennaio.

Bali: a Bali il clima è tropicale, caldo-umido tutto l’anno, e il sole splende quasi ogni giorno. Il miglior periodo per viaggiare, caratterizzato da molto sole e scarse precipitazioni, va da aprile a ottobre.

Moneta

Valuta nazionale: Rupia indonesiana - IDR

Sicurezza in viaggio

Situazione della sicurezza

Valutazione sommaria
La situazione politica nel Paese è sostanzialmente calma e stabile. Tuttavia, è possibile che in alcune regioni la sicurezza sia compromessa da movimenti separatisti e da tensioni etnico-religiose. Durante le manifestazioni si possono verificare tumulti.

Malgrado l'aumento delle misure di sicurezza, in tutto il Paese sussiste il rischio di attentati.

Le autorità indonesiane hanno aumentato le misure di sicurezza nei punti strategici, principalmente negli aeroporti e nei luoghi turistici. Durante lo smantellamento di cellule terroristiche da parte delle forze di sicurezza, gli scambi di colpi d’armi da fuoco hanno ripetutamente provocato vittime e feriti. Le grandi organizzazioni musulmane di massa indonesiane sostengono il governo nella lotta contro il terrorismo.

 


Pericoli locali specifici

  • Aceh (isola di Sumatra): il 15 agosto 2005, un accordo di pace ha messo fine a un cruento conflitto durato oltre 20 anni tra il movimento indipendentista GAM (Free Aceh Movement) e il governo indonesiano. Da allora, la situazione nella provincia si è tranquillizzata. Le tensioni etnico-religiose a volte possono portare a scontri violenti. Adottare la massima prudenza. Ad Aceh la legge islamica (Sharia) è applicata rigorosamente. Ad esempio, le relazioni extra-coniugali e gli atti omossessuali possono essere puniti tramite una pena fino a 100 colpi di bastone.
  • Papua e Papua occidentale: di tanto in tanto e a seconda delle condizioni di sicurezza i viaggiatori hanno bisogno di un’autorizzazione speciale rilasciata dal quartier generale di polizia a Giacarta o Jayapura. Chiedere direttamente a questi uffici se è necessaria un’autorizzazione speciale per viaggiare in queste regioni.
  • Sulawesi Centrale: esistono tensioni etnico-religiose nella regione di Poso. Dall’autunno 2012 si assiste ad una recrudescenza di scontri violenti.


Estratto da: consigli di viaggio DFAE

 

Isola di Lombok: il monte Rinjani chiuso per un anno
Il vulcano Rinjani rimarrà inaccessibile agli escursionisti probabilmente fino all'estate 2019, a seguito dei danni provocati dai terremoti che hanno colpito l'isola di Lombok in luglio e agosto 2018.

 

L'isola di Komodo chiusa per un anno
A partire da gennaio 2020, l’isola di Komodo rimarrà chiusa ai turisti per un anno intero. Questo per salvaguardare l’habitat dei draghi di Komodo e favorire l’aumento della loro popolazione.

Vaccinazioni & Salute

Infrastruttura sanitaria
Al di fuori delle grandi città l’assistenza medica è garantita solo parzialmente. Se possibile, è consigliabile curare malattie e ferite serie all’estero (per esempio Singapore o Europa). Tranne che a Bali, le persone con un fattore rhesus negativo possono aver problemi ad ottenere una trasfusione. Gli ospedali richiedono una garanzia finanziaria prima di trattare i pazienti (carta di credito o pagamento anticipato).


Vaccinazioni

  • È consigliato farsi vaccinare contro: difterite, epatite A, poliomielite, morbillo e tetano.
  • In certi casi è pure consigliato farsi vaccinare contro: encefalite giapponese, epatite B, febbre tifoide e rabbia.

La vaccinazione contro la febbre gialla è obbligatoria per i viaggiatori soggiornanti in questa destinazione provenienti negli ultimi 6 giorni da una zona endemica (per chi vi ha soggiornato).


Situazione sanitaria
Prevedete un trattamento antimalarico e proteggetevi contro le punture delle zanzare durante tutto l’anno, in quasi tutto il paese, specialmente a Papua (ex Irian Jaya) e le isole a est di Bali: Flores, Lombok, Timor occidentale. Vi è pure un rischio di dengue. Rispettate le direttive di igiene personale e alimentare. Evitate di bere acqua del rubinetto.

Esiste pure un debole rischio d’influenza aviaria. Si consiglia quindi d’evitare i contatti con il pollame e gli uccelli acquatici. Mangiate unicamente del pollame e delle uova ben cotti e lavatevi le mani regolarmente.

Criminalità

Valutazione sommaria
La microcriminalità è diffusa e può essere anche violenta. Si segnalano anche reati sessuali.

Nelle acque indonesiane si sono ripetutamente verificati attacchi di pirateria. Il pericolo vige soprattutto negli stretti di Malacca e Makassar e nel Mare di Celebes.


Misure precauzionali specifiche alla destinazione

  • Utilizzare distributori automatici di banconote (ATM) in banche e centri commerciali esclusivamente di giorno.
  • Fare attenzione ai truffatori nei giochi di fortuna che non esitano a raggirare i turisti per estorcere loro denaro. I giochi d'azzardo peraltro sono vietati (anche nelle abitazioni private) sicché le vittime di eventuali raggiri sono pure passibili di pena.
  • A Bali, s'impone la massima prudenza prima di firmare un contratto di multiproprietà («time-sharing»): numerosi futuri proprietari hanno versato acconti senza aver poi mai potuto fruire dei loro appartamenti di vacanza.
  • Si sono registrati vari casi di decesso o di gravi danni di salute per aver consumato dell’alcool illegale adulterato. Ciò é successo principalmente sull’isola di Bali e a Lombok, sia tra gli indonesiani che tra i turisti. In generale, a quanto sembra, si tratta di alcool di riso o di palma (arak). Nel dubbio, consumare alcolici solo nei grandi alberghi internazionali o acquistarli nei grandi negozi dove vendono alcolici importati. Informarsi presso la propria guida turistica o persona di fiducia in loco, dove si possono acquistare bibite prodotte legalmente.


Estratto da: consigli di viaggio DFAE

Altri consigli utili per i vostri viaggi

Pericoli naturali

L’Indonesia si trova in zona sismica attiva. Terremoti ed eruzioni vulcaniche possono provocare devastazioni sulla terraferma e tsunami.

I vulcani Agung a Bali, Sinabung sull’isola di Sumatra e Merapi sull’isola di Java hanno aumentato l'attività sismica. Prima di recarsi in queste regioni, si consiglia di informarsi presso il proprio operatore turistico in merito alla fattibilità del viaggio. Per informazioni sui collegamenti aerei rivolgersi alle compagnie aeree. In loco, tenersi aggiornati tramite i media, negli alberghi o presso conoscenti. Prestare attenzione agli avvisi e alle istruzioni delle autorità locali, ad es. zone di sbarramento, ordini di evacuazione.

In autunno e d’estate la regione è soggetta ad incendi che causano inquinamento atmosferico (haze). Ne conseguono frequentemente problemi alla respirazione. Le nubi di cenere vulcanica e quelle causate dagli incendi possono avere delle ripercussioni sul traffico aereo.

Da novembre ad aprile occorre prevedere forti piogge che possono causare allagamenti, frane e danni alle infrastrutture. Anche la circolazione può subire disagi temporanei.

A chi intendesse intraprendere escursioni, gite o fare l’alpinismo nella giungla o sui vulcani si raccomanda una buona attrezzatura e di farsi accompagnare da guide esperte del luogo.

Estratto da: consigli di viaggio DFAE

Formalità di viaggio

Formalità d'ingresso

Le seguenti informazioni sono destinate a cittadini svizzeri residenti in Svizzera.

  • Un passaporto svizzero valido ancora almeno 6 mesi dopo la data d’arrivo è necessario per recarsi in questa destinazione. L’entrata sul territorio indonesiano può esservi rifiutata se presentate un passaporto provvisorio, si consiglia quindi di viaggiare unicamente con un regolare passaporto svizzero.
  • Il visto non è necessario per soggiorni fino a 30 giorni.

Assicurazioni

Licenza di condurre e noleggio di un’automobile
La licenza di condurre internazionale è obbligatoria e valida per un periodo di 3 mesi. Essa è valida unicamente se accompagnata dalla vostra licenza di condurre nazionale e può essere ottenuta presso i centri contatto del nostro club o all’Ufficio cantonale della circolazione del vostro cantone di domicilio.

L’età minima per noleggiare una vettura varia da 18 a 25 anni, a seconda della compagnia di noleggio e del tipo di veicolo. Si consiglia di noleggiare un’auto con autista.


Importazione temporanea di un veicolo privato
Un Carnet de passages en douane (CPD) è obbligatorio per l’importazione temporanea di veicoli a motore o rimorchi in questa destinazione.

Pedaggi & Regole circolazione

Regole di circolazione

Circolazione a sinistra.

Limiti di velocità

  • Località: 40 o 60 km/h
  • Fuori località: 80 o 100 km/h

Alcool

Nessun limite legale.

Seggiolini

Nessuna regola riguardante la sicurezza dei bambini.

In caso di emergenza

Incidenti

In caso di incidente con danni materiali, chiamare la polizia.

In caso di incidente con feriti, chiamare la polizia e l'ambulanza e, per i detentori del Libretto ETI, la Centrale d'intervento ETI del TCS a Ginevra. Data la scarsa affidabilità dei servizi di soccorso, spesso taxi o veicoli privati fungono da trasporto per i feriti che necessitano cure mediche.

Se un viaggiatore è implicato in un incidente in una zona remota, si raccomanda di raggiungere la stazione di polizia più vicina.

Se si chiama da un cellulare, il numero d'emergenza da comporre è il 112.

Prefisso per la Svizzera: 001 41, 008 41, 007 41, 009 41 (a seconda della compagnia telefonica) 

Numeri d'emergenza
Polizia110
Ambulanza118 (City Health Service 119)
Pompieri113
Guasti0800 140 12 87
Centrale d'intervento ETI+41 58 827 22 20

Le informazioni turistiche per questa destinazione sono state raccolte e curate con grande cura e vengono attualizzate regolarmente. Tuttavia, non possiamo garantire l’esattezza e l’esaustività di questi dati.
Da notare che le nostre informazioni turistiche si rivolgono principalmente a cittadini e residenti svizzeri e concernono veicoli immatricolati in Svizzera. Non è dunque garantita la loro validità per altri viaggiatori.
Le informazioni riguardanti le seguenti tematiche sono state gentilmente messe a disposizione dal DFAE (Dipartimento federale degli affari esteri): sicurezza & politica, infrastruttura sanitaria, criminalità e rischi naturali.

Scegliere la destinazione

Consiglio di viaggio

Il DFAE non prevede particolari avvertimenti per i viaggi in questo Paese.

Ulteriori informazioni

ulteriori informazioni

Corrente: 110/220 V
Prefisso: +62
Polizia: 110
Ambulanza: 118 (City Health Service 119)
Pompieri: 113
Guasti: 0800 140 12 87
Alcool: -
 

Saperne di più

Condividere
durckenE-MailFacebookTwitter

News

Potrebbe interessarvi anche

Offerte del TCS

Newsletter
Reti sociali
Rivista Touring
Nuovi prodotti & giubilei
 
Si prega di pazientare un attimo
Stiamo ottimizzando il nostro sito, ciò che può comportare tempi di caricamento più lunghi.