Egitto

Confina con Libia, Sudan e Israele.

Egitto
L’Egitto si estende dal nord-est dell’Africa (costa sud del Mediterraneo) alla penisola del Sinai in Asia (Mar Rosso).

A prima vista

Generalità

Clima

Mediterraneo sulla costa con qualche pioggia in inverno, desertico ed arido nel resto del paese. Estate molto calda e spesso soffocante al nord a causa dell'umidità; l'aria secca del sud rende più sopportabile il caldo.

Miglior periodo: da ottobre a maggio.

Moneta

Valuta nazionale: Lira sterlina egiziana - EGP

Sicurezza in viaggio

Situazione della sicurezza

Valutazione sommaria
Malgrado l'aumento delle misure di sicurezza in tutto il Paese esiste sempre il rischio di attacchi terroristici, anche nelle località balneari. Potenziali obiettivi sono sia le forze dell’ordine, sia le minoranze religiose, le infrastrutture turistiche e i mezzi di trasporto. Ripetutamente, sono stati perpetuati diversi attentati nei quali sono morti o rimasti feriti anche dei turisti.

Esempi di attentati:

  • Il 14 luglio 2017, un attacco con un’arma da taglio sulla spiaggia di un hotel a Hurghada, ha provocato due morti e quattro feriti.

  • Il 9 aprile 2017, due attentati contro delle chiese copte a Tanta e ad Alexandria, hanno provocato più di 40 morti e più di 100 feriti. Il presidente egiziano ha quindi decretato lo stato di emergenza in tutto il Paese.

Si raccomanda la massima prudenza, in particolare nelle grandi città, nei mercati e presso le attrazioni turistiche.

A dispetto della stabilizzazione superficiale la situazione politica rimane tesa. Gravi problemi economici e sociali rimangono irrisolti, tra cui l'elevata disoccupazione, l’inflazione in aumento e la penuria d’approvvigionamento. Soprattutto nelle grandi città avvengono periodicamente piccole dimostrazioni e scontri con le forze dell'ordine, in cui si contano morti e feriti. Possono verificarsi anche scioperi. 

Evitare le manifestazioni e i grandi assembramenti di qualsiasi tipo. Seguire i consigli dell’agenzia di viaggio e le indicazioni delle autorità locali preposte alla pubblica sicurezza (divieti di accesso, coprifuoco ecc.).


Pericoli locali specifici

  • Deserto occidentale: sono attivi contrabbandieri e gruppi terroristici che le forze di sicurezza cercano di perseguire e contrastare. Il 13 settembre 2015 i turisti di una comitiva sono stati attaccati per sbaglio dall’esercito e hanno perso la vita. Il giorno prima un cittadino egiziano era stato ucciso da terroristi. Rimane alto il rischio che persone estranee ai combattimenti rimangano vittime di scontri tra le forze di sicurezza e gruppi criminali/terroristici. Vi è il rischio di atti terroristici; anche il pericolo di rapimento non può essere escluso del tutto. L’accesso alle regioni desertiche è soggetto al rilascio di un’autorizzazione ed è controllato dalle forze di sicurezza egiziane. Queste vietano, a periodi, l’accesso al deserto agli stranieri. Anche se si è accompagnati da una guida locale esperta e ci si è opportunamente informati presso le autorità locali, non si possono escludere rischi molto elevati.
  • Sinai: negli ultimi anni nella penisola del Sinai si sono verificati numerosi attentati. La situazione di sicurezza nella zona settentrionale, nell’entroterra del Sinai e nella regione di confine con la Striscia di Gaza è molto instabile. Si verificano regolarmente scontri tra le forze di sicurezza e gruppi armati. Nella parte settentrionale del Sinai sono probabili altri attentati terroristici. Nell'entroterra del Sinai sussiste anche il rischio di sequestri. Si sconsigliano i viaggi nella parte settentrionale e nell’entroterra della penisola del Sinai nonché nella regione di confine con la Striscia di Gaza. I viaggiatori devono essere consapevoli del fatto che il rischio di atti terroristici non è escluso neanche nelle località balneari e lungo le strade di accesso alle località balneari del Sud del Sinai. Ciò vale soprattutto anche per i collegamenti stradali dal Cairo a Sharm-el-Sheik. Il 16 febbraio 2014, ad esempio, il conducente del bus e diversi turisti sono rimasti uccisi durante un'escursione nei pressi di Taba in seguito a un attentato. Si sconsiglia di effettuare escursioni fuori delle località balneari, ciò vale anche per il monastero di Santa Caterina.
  • Sudovest del Paese e regione di confine con il Sudan e la Libia: nella regione di confine con il Sudan sono attivi banditi e contrabbandieri. Nel Sahara e nelle zone limitrofe il rischio di sequestro è alto. Sono sconsigliati i viaggi nel triangolo Egitto-Libia-Sudan, compreso Gilf el-Kebir e Gabal Uwainat.
  • Campi minati: in caso di dubbio, informatevi presso le autorità locali e/o la popolazione e agire con la massima prudenza.


Estratto da: consigli di viaggio DFAE

Vaccinazioni & Salute

Infrastruttura sanitaria
Fuori dal Cairo, da Alessandria e dalle località turistiche conosciute, l'assistenza medica è insufficiente.


Vaccinazioni

  • È consigliato farsi vaccinare contro: difterite, epatite A, poliomielite, morbillo e tetano.
  • In certi casi è consigliato anche farsi vaccinare contro: febbre tifoide, epatite B e rabbia.

La vaccinazione contro la febbre gialla è obbligatoria per i viaggiatori soggiornanti in questa destinazione o provenienti negli ultimi 6 giorni da una zona endemica (per chi vi ha soggiornato). È pure obbligatoria per i passeggeri provenienti dal Sudan se non possiedono un certificato di vaccinazione o un attestazione sudanese indicante che non hanno soggiornata a sud del 15°N negli ultimi 6 giorni. Quest'obbligo è stato tolto per i bambini di età inferiore a un anno. I passeggeri che non presentano un certificato di vaccinazione valido contro la febbre gialla saranno posti in quarantena.


Situazione sanitaria
Proteggetevi contro le punture delle zanzare nella zona di El Faiyum, da giugno a ottobre. Il rischio di malaria è tuttavia molto debole. Esiste pure un rischio molto debole d’influenza aviaria. Si consiglia quindi di evitare il contatto con il pollame e gli uccelli acquatici. Mangiate unicamente pollame e uova ben cotti e lavatevi le mani regolarmente. Rispettate le direttive di igiene personale e alimentare. Evitate di bere acqua del rubinetto.

Criminalità

Valutazione sommaria
È in aumento la criminalità causata dai problemi economici e sociali, soprattutto al Cairo e in altre grandi città. Sebbene il rischio di crimini violenti contro gli stranieri sia relativamente basso, episodi di violenza contro i turisti non possono essere esclusi. Alle donne si raccomanda prudenza e riservatezza, giacché sono in aumento le segnalazioni di delitti a sfondo sessuale.

Particolare prudenza è indicata di notte e nelle grandi città. Informarsi presso le relazioni d’affari, i collaboratori dell’ufficio viaggi sul posto o in albergo sugli eventuali quartieri che vanno evitati.

Estratto da: consigli di viaggio DFAE

Altri consigli utili per i vostri viaggi

Pericoli naturali

L'Egitto si trova in zona sismica.

Estratto da: consigli di viaggio DFAE

Formalità di viaggio

Formalità d'ingresso

Le seguenti informazioni sono destinate a cittadini svizzeri residenti in Svizzera.

  • Un passaporto svizzero valido ancora almeno 6 mesi dopo la data d'arrivo è necessario per recarsi in questa destinazione.
  • Un visto è pure necessario. Esso può essere ottenuto all’arrivo per dei soggiorni fino a 30 giorni: USD 15.-.

Non viene riscossa nessuna tassa aeroportuale.

Assicurazioni

Licenza di condurre e noleggio di un’automobile
La licenza di condurre internazionale è obbligatoria. Essa è valida unicamente se accompagnata dalla vostra licenza di condurre nazionale e può essere ottenuta presso i centri contatto del nostro club o all’Ufficio cantonale della circolazione del vostro cantone di domicilio.

L’età minima per noleggiare una vettura varia da 21 a 25 anni, a seconda della compagnia di noleggio e del tipo di veicolo.


Importazione temporanea di un veicolo privato
Un Carnet de passages en douane (CPD) è obbligatorio per l’importazione temporanea di veicoli a motore o rimorchi in questa destinazione.

Pedaggi & Regole circolazione

Regole di circolazione

Circolazione a destra.

Limiti di velocità

km/hLocalitàFuori localitàStrade del deserto
Auto6060 - 90100
Rimorchio-5050
Moto6060-90100

Alcool

 0‰

Seggiolini

Cintura di sicurezza obbligatoria

I bambini al di sotto dei 7 anni non possono viaggiare sui sedili anteriori.

In caso di emergenza

Incidenti

In caso di incidente con feriti, chiamare la polizia e l'ambulanza e, per i detentori del Libretto ETI, la Centrale d'intervento ETI del TCS a Ginevra.

Notrufnummern
Polizia122
Ambulanza123
Pompieri180

Le informazioni turistiche per questa destinazione sono state raccolte e curate con grande cura e vengono attualizzate regolarmente. Tuttavia, non possiamo garantire l’esattezza e l’esaustività di questi dati.
Da notare che le nostre informazioni turistiche si rivolgono principalmente a cittadini e residenti svizzeri e concernono veicoli immatricolati in Svizzera. Non è dunque garantita la loro validità per altri viaggiatori.
Le informazioni riguardanti le seguenti tematiche sono state gentilmente messe a disposizione dal DFAE (Dipartimento federale degli affari esteri): sicurezza & politica, infrastruttura sanitaria, criminalità e rischi naturali.

Scegliere la destinazione

Consiglio di viaggio

Il DFAE sconsiglia parzialmente viaggi in questo Paese.

Ulteriori informazioni

ulteriori informazioni

Corrente: 220 V
Prefisso: +20
Polizia: 122
Ambulanza: 123
Pompieri: 180
Alcool: 0‰
 

Saperne di più

Condividere

Offerte del TCS

Reti sociali
Newsletter
Apps
Rivista Touring
 
Calcolatore d'itinerari
Infostrada
La mia sezione