Ecuador

Il paese prende il nome dalla linea dell'equatore che passa attraverso il territorio nazionale. Buona parte si trova nell'emisfero australe.

Ecuador

L'Ecuador, situato sull’Oceano Pacifico e circondato da Colombia e Perù, comprende pure le Isole Galápagos (a circa 900 km dal continente). Il paese è visitato soprattutto per la capitale Quito, la regione andina, i suoi vulcani, il bacino dell’Amazzonia e il parco nazionale delle Galápagos.

A prima vista

Generalità

Clima

Tropicale e subtropicale, con grandi differenze di temperatura tra la regione andina e la costa.

Miglior periodo: da giugno a novembre, da gennaio a maggio alle Galápagos.

Moneta

Valuta nazionale: Dollaro statunitense - USD

Sicurezza in viaggio

Situazione della sicurezza

Valutazione sommaria 
La situazione economica e sociale è tesa. In tutto il Paese possono verificarsi frequentemente scioperi, dimostrazioni e blocchi della circolazione; questi possono essere accompagnati da atti di violenza. Nel peggiore dei casi la libertà di circolazione può essere limitata o persino impossibile. 

Il tasso di criminalità è alto.

Si raccomanda di seguire tramite i media e l’operatore turistico l'evoluzione della situazione, sia prima che durante il viaggio, e di evitare assembramenti e dimostrazioni di ogni tipo, poiché vi è il pericolo di scontri violenti.

Non si può escludere il rischio di attentati terroristici neanche in Ecuador.


Pericoli locali specifici

  • Regioni di frontiera con il Perù: tratti delle regioni di frontiera con il Perù (in particolare in prossimità delle installazioni militari) sono ancora parzialmente minati.
  • Regioni di frontiera con la Colombia: Si sconsigliano i viaggi a destinazione delle regioni di frontiera.


Estratto da: consigli di viaggio DFAE

Vaccinazioni & Salute

Infrastruttura sanitaria
Fuori dalle grandi città l'assistenza medica non è sempre garantita. Anche in casi di urgenza gli ospedali privati chiedono una garanzia finanziaria prima di trattare gli stranieri (carta di credito o anticipo). Negli ospedali pubblici, il materiale necessario per le cure mediche e i medicamenti, devono di norma essere comprati dai pazienti stessi (rispettivamente dai parenti).

Se si necessita di particolari farmaci, occorre prevederne una scorta sufficiente. Va ricordato tuttavia che in molti Paesi vigono prescrizioni particolari per portare con sé medicinali contenenti sostanze stupefacenti (ad esempio il metadone) e sostanze per la cura di malattie psichiche.


Vaccinazioni

  • È consigliato farsi vaccinare contro: difterite, epatite A, febbre gialla, poliomielite, morbillo e tetano.
  • In certi casi è pure consigliato farsi vaccinare contro: febbre tifoide, epatite B e rabbia.

La vaccinazione contro la febbre gialla è obbligatoria per i viaggiatori soggiornanti in questa destinazione provenienti negli ultimi 6 giorni da una zona endemica (per chi vi ha soggiornato). Quest'obbligo è stato tolto per i bambini di età inferiore a un anno. Il vaccino contro la febbre gialla è raccomandato a tutte le persone con più di 9 mesi che si recano nell’est andino a un altitudine inferiore a 2'300 metri: a Morona-Santiago, a Napo, a Orellana, a Pastaza, a Sucumbios e a Zamora-Chinchipe.


Situazione sanitaria
Prevedete un trattamento antimalarico e proteggetevi contro le punture delle zanzare. Un rischio di malaria esiste a delle altitudini inferiori a 1'500 metri e in certe zone costiere. Guayaquil e Quito non sono toccate dalla malaria. Vi è pure un rischio di dengue. Precauzioni contro il mal di montagna sull'Altopiano sono vivamente consigliate, soprattutto per le persone che soffrono di una malattia cardiaca. Rispettate le direttive di igiene personale e alimentare. Evitate di bere acqua del rubinetto.

Criminalità

Valutazione sommaria
Il tasso di criminalità è alto e continua ad aumentare: furti, aggressioni a mano armata, omicidi, furti di automobili sotto minaccia o con ricorso alla violenza, stupri e altri reati a sfondo sessuale. Ne sono particolarmente colpite Quito, Guayaquil, Cuenca e anche l'intera regione costiera. 

Negli alloggi a buon mercato per turisti, privi di sorveglianza, si sono registrate ripetutamente rapine a danno degli occupanti. I ladri operano molto spesso anche sugli autobus.

Durante i cosiddetti sequestri lampo la vittima viene obbligata a prelevare soldi e ad effettuare acquisti mediante la carta di credito (soprattutto a Quito e Guayaquil). Il numero di questi sequestri aumenta, spesso con la complicità di conducenti di taxi non registrati. Sono già stati coinvolti anche taxi ufficiali.


Misure precauzionali specifiche alla destinazione

  • si consiglia di informarsi presso conoscenti, soci in affari o nell'albergo sulle condizioni locali, in particolare in merito a quartieri che occorre evitare;
  • prestare particolare attenzione all’aspetto della sicurezza al momento della scelta dell’alloggio e tener conto del fatto che troppi risparmi possono compromettere la sicurezza.
  • visto il pericolo di aggressioni si raccomanda di evitare i viaggi notturni attraverso il Paese, anche in bus;
  • ​Se possibile spostarsi sempre con taxi prenotati personalmente per telefono. In caso contrario utilizzare unicamente i taxi ufficiali (di colore giallo con il numero di registrazione di colore rosso vino sulle porte anteriori e sul parabrezza) presso i posteggi di taxi;
  • non opporre resistenza ai tentativi di rapina, poiché vi è una forte predisposizione alla violenza;
  • alle donne si consiglia di non circolare da sole di notte e di evitare le zone deserte. Vengono importunate meno se accompagnate da un uomo;
  • per escursioni a piedi e in generale per gite all'interno del Paese, inclusa la zona amazzonica al nord, contrattare una guida o una persona di fiducia esperta del luogo;


Estratto da: consigli di viaggio DFAE

Altri consigli utili per i vostri viaggi

Pericoli naturali

L'Ecuador si trova in una zona sismica e comprende molti vulcani attivi. Terremoti di diversa entità si verificano spesso nelle Ande e nelle regioni costiere. Terremoti ed eruzioni vulcaniche possono provocare devastazioni sulla terraferma e tsunami.
Durante le eruzioni la pioggia di cenere può cagionare ritardi nel traffico aereo o annullamenti a breve termine. Si sconsiglia di scalare vulcani durante la fase d'eruzione. Generalmente escursioni su tali sono da fare con la massima prudenza. Si consiglia di lasciarsi accompagnare da una guida specializzata. L’Istituto geofisico di Quito fornisce informazioni in merito allo stato attuale dei principali vulcani.
L'Istituto geofisico di Quito (Instituto Geofísico) informa sui vulcani attivi e sui terremoti.
Instituto Geofísico Quito

In seguito a copiose precipitazioni possono verificarsi interruzioni del traffico dovute a smottamenti e inondazioni.
Instituto Nacional de Meteorología e Hidrología

 

Estratto da: consigli di viaggio DFAE

Formalità di viaggio

Formalità d'ingresso

Le seguenti informazioni sono destinate a cittadini svizzeri residenti in Svizzera.

  • Un passaporto svizzero valido almeno ancora 6 mesi oltre il periodo di soggiorno è necessario per recarsi in questa destinazione.
  • Un visto non è necessario per dei soggiorni fino a 90 giorni.

È necessario presentare il vostro biglietto di ritorno o di continuazione del viaggio, in assenza di questo l’entrata nel paese può esservi rifiutata.

Non viene riscossa nessuna tassa aeroportuale, dato che questa è inclusa nel biglietto.

Norme di ingresso più severe per le Isole Galapagos
A partire dal 1° novembre 2018 la provincia delle Galapagos rende più severe le regole d'ingresso per i visitatori di questo paradiso naturale. I turisti devono presentare un piano di viaggio che copra sia il volo di andata e ritorno che la sistemazione in hotel certificati dal Parco Nazionale. I visitatori che hanno prenotato un alloggio privato devono presentare una lettera di invito da parte dell'ospitante.

Assicurazioni

Licenza di condurre e noleggio di un’automobile
La licenza di condurre svizzera è riconosciuta per i vostri soggiorni fino a 30 giorni. Tuttavia è vivamente raccomandato di procurarsi una licenza di condurre internazionale prima della vostra partenza. Quest’ultima è però valida solo se accompagnata dalla vostra licenza di condurre nazionale e può essere ottenuta presso i centri contatto del nostro club o all’Ufficio cantonale della circolazione del vostro cantone di domicilio.

L’età minima per noleggiare una vettura varia da 21 a 25 anni, a seconda della compagnia di noleggio e del tipo di veicolo. Il conducente dev’essere in possesso della sua licenza di condurre da almeno 2 anni.


Importazione temporanea di un veicolo privato
Un Carnet de passages en douane (CPD) è raccomandato per l’importazione temporanea di veicoli a motore o rimorchi in questa destinazione.

Veicolo & Equipaggiamento

Auto

Equipaggiamento obbligatorio

  • Contrassegno CH
  • Triangolo

Pedaggi & Regole circolazione

Regole di circolazione

Circolazione a destra.

Limiti di velocità

  • Località: 60 km/h
  • Fuori località: 80-90 km/h

Seggiolini

Nessuna regola riguardante la sicurezza dei bambini.

In caso di emergenza

Incidenti

In caso di incidente con feriti, chiamare la polizia e l'ambulanza e, per i detentori del Libretto ETI, la Centrale d'intervento ETI del TCS a Ginevra.

 

Numeri d'emergenza 
Polizia101
Pompieri102
Ambulanza

131 (a Quito)

56 06 74 (a Guayaquil)

Centrale d'intervento ETI+41 58 827 22 20

 

Numeri d'emergenza
Polizia101
Ambulanza131 (Quito)
Pompieri102
Guasti1800 55 66 77

Le informazioni turistiche per questa destinazione sono state raccolte e curate con grande cura e vengono attualizzate regolarmente. Tuttavia, non possiamo garantire l’esattezza e l’esaustività di questi dati.
Da notare che le nostre informazioni turistiche si rivolgono principalmente a cittadini e residenti svizzeri e concernono veicoli immatricolati in Svizzera. Non è dunque garantita la loro validità per altri viaggiatori.
Le informazioni riguardanti le seguenti tematiche sono state gentilmente messe a disposizione dal DFAE (Dipartimento federale degli affari esteri): sicurezza & politica, infrastruttura sanitaria, criminalità e rischi naturali.

Scegliere la destinazione

Consiglio di viaggio

Il DFAE sconsiglia parzialmente viaggi in questo Paese.

Ulteriori informazioni

ulteriori informazioni

Corrente: 110/120 V
Prefisso: +593
Polizia: 101
Ambulanza: 131 (Quito)
Pompieri: 102
Guasti: 1800 55 66 77
 

Saperne di più

Condividere
durckenE-MailFacebookTwitter

Potrebbe interessarvi anche

Offerte del TCS

Newsletter
Reti sociali
Rivista Touring
Nuovi prodotti & giubilei
 
Si prega di pazientare un attimo
Stiamo ottimizzando il nostro sito, ciò che può comportare tempi di caricamento più lunghi.