Tessera di socio
TCS Mastercard
Fattura


Ritorno di fiamma per l’automobile

L'automobile soppianta chiaramente l'aereo e i trasporti pubblici come mezzo di trasporto.

Vi è però pure chi, nonostante le restrizioni, non ha rinunciato completamente a vacanze, perlopiù di vicinato. In altre parole, le persone sono rimaste in Svizzera o hanno privilegiato i paesi limitrofi. Quale conseguenza delle distanze più brevi e per l’accresciuto bisogno di sicurezza si assiste ad un cambiamento per quanto riguarda modi e modalità di trasporto. A vincere su tutti è stata l’automobile. Uno su quattro interpellati l’ha preferita all’aereo e ai mezzi pubblici. Nello specifico, oltre la metà dei partecipanti (51%) ha optato per la vettura piuttosto che per un volo. Ancor più sorprendente, ben il 43% conferma di essere partito in auto anziché in treno.

Il 25 percento degli intervistati che intraprendono i viaggi, a causa della pandemia hanno ripiegato su un mezzo di trasporto nel quale si sentivano più sicuri. Nella Svizzera di lingua francese il 36 percento dichiara di aver cambiato il mezzo di trasporto. Tra gli/le svizzeri/e tedeschi/e era il 22 percento.

Delle persone i cui progetti di viaggio sono stati influenzati dal coronavirus, il 51 percento ha ripiegato sull’auto invece di prendere l’aereo. Il 43 percento ha preferito l’auto al treno.

Ulteriori risultati del Barometro TCS dei viaggi

Newsletter
Reti sociali
FacebookInstagramTwitterLinkedInYouTube
Rivista Touring
Rivista Touring
Apps
Nuovi prodotti & giubilei
50 Jahre Rechtsshutz
60 Jahre ETI Schutzbrief
Mitgliedschaft Familien
 
La preghiamo di pazientare un momento.
Il Suo ordine è in fase di elaborazione.