Tunisia

I turisti possono godersi le magnifiche spiagge nell’est del paese e sull’isola di Djerba, oppure approfittare di alcune piacevoli città (Tunisi, Sfax, Sousse) e degli importanti siti romani.

Tunisia
La Tunisia, sulla costa meridionale mediterranea, è circondata da Libia e Algeria.

A prima vista

Generalità

Clima

Mediterraneo al nord, desertico al sud.

Miglior periodo: da maggio ad ottobre al nord e sulla costa e da ottobre ad aprile al sud.

www.meteo.tn

Moneta

Valuta nazionale: Dinaro tunisino - TND

Sicurezza in viaggio

Situazione della sicurezza

Valutazione sommaria
La Tunisia si trova in una fase di transizione politica con delle importanti sfide economiche e sociali che si traducono tramite sporadici movimenti sociali. Scioperi e manifestazioni possono verificarsi in qualsiasi momento e in tutto il paese. Tuttavia le manifestazioni si svolgono generalmente in un raggio limitato davanti agli edifici delle autorità contestate. Scontri tra manifestanti e forze dell'ordine sono possibili. In caso di disordini il governo può decretare il coprifuoco.

 

Dagli attentati terroristici del 2015, le autorità tunisine hanno preso una serie di misure per smantellare le cellule terroristiche e rinforzare la sicurezza nei luoghi di forte affluenza. Hanno soprattutto rinforzato la presenza di forze dell'ordine nel paese, particolarmente nei luoghi turistici.

Il rischio di atti terroristici persiste in tutto il Paese, comprese le località balneari. Potenziali obiettivi sono sia le forze dell’ordine sia i turisti, come lo hanno dimostrato i tre grandi attentati nel 2015:

Il 24 novembre 2015 nel centro di Tunisi è stato perpetrato un attentato ai danni di un bus della guardia presidenziale tunisina che ha provocato diversi morti e feriti. Il presidente tunisino ha quindi decretato lo stato di emergenza in tutto il Paese.
Il 26 giugno 2015, un attentato in un albergo a Sousse / Port Kantaoui ha provocato numerosi morti e feriti tra i turisti stranieri degli alberghi.
Il 18 marzo 2015, un attentato al museo Bardo a Tunis ha provocato numerosi morti e feriti.

Operazioni delle forze di sicurezza contro organizzazioni terroristiche hanno luogo regolarmente nei governatorati di Kasserine, Le Kef, Jendouba, Béja e Sidi Bouzid. Tuttavia, queste operazioni sono possibili anche in altre parti del Paese.

Il rischio di sequestri esiste particolarmente in alcune zone della regione frontaliera con l'Algeria e nel sud del paese. Vedi capitolo Pericoli locali specifici

Si raccomanda la massima prudenza – soprattutto nei luoghi pubblici come le stazioni dei bus, i centri commerciali e i mercati nonché nelle vicinanze degli edifici governativi, dei posti di polizia, delle installazioni militari, dei luoghi di culto, dei musei e di altre attrazioni turistiche e durante le ricorrenze religiose.

Informarsi tramite i media sull'evoluzione della situazione, sia prima che durante il viaggio. Si raccomanda di seguire le indicazioni delle autorità locali (p.es. coprifuoco) e dell'operatore turistico. Informarsi localmente (nei media, nel vostro hotel, ecc.) su eventuali coprifuochi; generalmente sono proclamati e revocati con breve preavviso.Evitare manifestazioni di qualsiasi tipo e adottare un comportamento riservato.

Informarsi presso le autorità locali, specialmente per viaggi sulle strade di campagna, se lungo il percorso scelto i rischi di sicurezza, come blocchi stradali illegali, dimostrazioni o proteste (p.e. gettare pietre contro auto sconosciute) sono da temere. Badare a che la meta del viaggio sia raggiunta prima del calar della notte.


Pericoli locali specifici

  • Ovest del paese: È sconsigliato viaggiare nella zona di confine con l’Algeria, a ovest della citta di Tabarka (lato settentrionale) e dell'asse stradale che rilega questa citta con Tozeur, compreso l'intero territorio del governatorato di Kasserine.
  • Metà meridionale del Paese: I combattimenti in Libia compromettono la situazione securitaria nella regione frontaliera con la Libia. Avvengono scontri armati tra l’esercito e terroristi infiltrati dalla Libia. Nelle zone frontaliere con l'Algeria e la Libia nella metà meridionale del paese, il rischio di sequestro è considerato importante. Il rischio è elevato nelle aree isolate fuori dagli assi stradali principali.
  • Si sconsigliano viaggi turistici e tutti gli altri viaggi non urgenti a destinazione della zona che si trova a sud della linea che si estende dal confine algerino a Zarzis (lato sud-est), passando per Tozeur - Douz e Tataouine. Una gran parte della regione al sud di questa linea si trova in una zona di esclusione militare.
  • Si sconsigliano tutti i tipi di viaggi a destinazione della zona frontaliera con la Libia. Nel sud della Tunisia esiste anche una zona militare proibita. Le città sopra citate (ovest e metà meridionale del Paese) possono essere visitate fintanto che si prendono in considerazione le misure di sicurezza menzionate nei presenti consigli di viaggioL'Ambasciata di Tunisia a Berna fornisce ulteriori informazioni.


Estratto da: consigli di viaggio DFAE

Vaccinazioni & Salute

Infrastruttura sanitaria
L'assistenza medica è di massima garantita. Gli ospedali privati richiedono una garanzia finanziaria (conferma scritta dell’assunzione dei costi o un acconto) prima di trattare i pazienti. In caso di malattia e ferite serie è consigliato un trattamento in Europa.


Vaccinazioni

  • È consigliato farsi vaccinare contro: difterite, epatite A, poliomielite, morbillo e tetano.
  • In certi casi è pure consigliato farsi vaccinare contro:  febbre tifoide, epatite B e rabbia.

La vaccinazione contro la febbre gialla è obbligatoria per i viaggiatori soggiornanti in questa destinazione provenienti negli ultimi 6 giorni da una zona endemica (per chi vi ha soggiornato).


Situazione sanitaria
La malaria non esiste. Rispettate le direttive di igiene personale e alimentare. Evitate di bere acqua del rubinetto.

Criminalità

Valutazione sommaria
La microcriminalità (come borseggi, furti dalle auto parcheggiate, furti in appartamenti e camere d’hotel ecc.) è in aumento. Sporadicamente sono stati segnalati blocchi stradali illegali a scopo di ricatto.

 

Misure precauzionali specifiche alla destinazione

  • Essere prudenti con i distributori automatici di denaro: a volte sono manomessi a fini illeciti.

 

Estratto da: consigli di viaggio DFAE

Altri consigli utili per i vostri viaggi

Formalità di viaggio

Formalità d'ingresso

Le seguenti informazioni sono destinate a cittadini svizzeri residenti in Svizzera.

  • Un passaporto svizzero valido è necessario per recarsi in questa destinazione. Una carta d’identità svizzera è sufficiente per i turisti che effettuano un viaggio organizzato da un’agenzia di viaggio.
  • Un visto non è necessario per dei soggiorni fino a 3 mesi.

È necessario presentare il vostro biglietto di ritorno o di continuazione del viaggio, così come dei documenti in regola per la prossima destinazione. In assenza di questi l’entrata nel paese può esservi rifiutata.

Assicurazioni

Licenza di condurre e noleggio di un’automobile
La licenza di condurre svizzera è riconosciuta. Tuttavia è vivamente raccomandato di procurarsi una licenza di condurre internazionale prima della vostra partenza. Quest’ultima è però valida solo se accompagnata dalla vostra licenza di condurre nazionale e può essere ottenuta presso i centri contatto del nostro club o all’Ufficio cantonale della circolazione del vostro cantone di domicilio.

L’età minima per noleggiare un veicolo è di 21 anni ma varia a seconda delle compagnie e del tipo di veicolo.


Importazione temporanea di un veicolo privato
Un Carnet de passages en douane (CPD) non è necessario per l’importazione temporanea di veicoli a motore o rimorchi in questa destinazione.

Pedaggi & Regole circolazione

Regole di circolazione

Circolazione a destra.

Limiti di velocità

Km/hLocalitàFuori localitàAutostrade
Auto5090 (70 a Djerba)110
Moto5090 (70 a Djerba)110

Alcool

0.5‰

Seggiolini

Dispositivo di sicurezza adeguato

I bambini al di sotto dei 10 anni non possono viaggiare sui sedili anteriori.

 

I seggiolini per i bambini - gusci per bebè o rialzi sedile - sono considerati come dispositivi di sicurezza. Ulteriori informazioni : seggiolini per bambini

In caso di emergenza

Incidenti

In caso di incidente con danni materiali, chiamare la polizia.

In caso di incidente con feriti, chiamare la polizia e l'ambulanza e, per i detentori del Libretto ETI, la Centrale d'intervento ETI del TCS a Ginevra.

 

Numeri d'emergenza 
Polizia197
Pompieri198
Ambulanza190
SOS Médecins71 34 12 50
Tourist Office71 10 54 03
Centrale d'intervento ETI+41 58 827 22 20

 

Notrufnummern
Polizia197
Ambulanza190
Pompieri198
Guasti71 89 31 16

Le informazioni turistiche per questa destinazione sono state raccolte e curate con grande cura e vengono attualizzate regolarmente. Tuttavia, non possiamo garantire l’esattezza e l’esaustività di questi dati.
Da notare che le nostre informazioni turistiche si rivolgono principalmente a cittadini e residenti svizzeri e concernono veicoli immatricolati in Svizzera. Non è dunque garantita la loro validità per altri viaggiatori.
Le informazioni riguardanti le seguenti tematiche sono state gentilmente messe a disposizione dal DFAE (Dipartimento federale degli affari esteri): sicurezza & politica, infrastruttura sanitaria, criminalità e rischi naturali.

Scegliere la destinazione

Consiglio di viaggio

Il DFAE sconsiglia parzialmente viaggi in questo Paese.

Ulteriori informazioni

ulteriori informazioni

Corrente: 220 V
Prefisso: +216
Polizia: 197
Ambulanza: 190
Pompieri: 198
Guasti: 71 89 31 16
Alcool: 0.5‰
 

Saperne di più

Condividere

Offerte del TCS

Reti sociali
Newsletter
Apps
Rivista Touring
 
Calcolatore d'itinerari
Infostrada
La mia sezione