Tessera di socio
TCS Mastercard
Fattura


Campeggio e viaggi sostenibili

Semplici consigli per vacanze sostenibili e viaggi ecologici. Basta qualche premura

Trascorrere delle ferie sostenibili ed ecologiche si può, dobbiamo solo volerlo e avere qualche premura. Cosa posso fare? Come posso viaggiare e allo stesso tempo contribuire a salvaguardare l’ambiente?

Non è per niente difficile. L’importante è fare attenzione ed eventualmente modificare alcune delle proprie abitudini.

Di seguito vi riportiamo qualche semplice consiglio:

1. Campeggio sostenibile

In linea di principio, bisogna «evitare di produrre rifiuti, per quanto possibile», afferma Sandro, «perché ciò che non viene consumato non viene neanche prodotto di nuovo». Piuttosto che differenziare i rifiuti, meglio quindi non produrli.

Campeggio sostenibile

Qualche semplice consiglio per non generare rifiuti in campeggio:

  • Utilizzare delle borracce da poter riempire.
  • Fare spesa al mercato locale.
  • Non utilizzare stoviglie usa e getta.
  • Privilegiare vetro e confezioni in carta, evitare la plastica.
  • Utilizzare delle buste in stoffa anziché in plastica
  • e molto altro ancora.

In questo interessante articolo, Gabriella e Sandro – due campeggiatori esperti che hanno intrapreso un lungo viaggio all’estero in van – ci svelano qualche altro consiglio per evitare o ridurre notevolmente la produzione di rifiuti a bordo di questo mezzo.

>> Low Waste Vanlife

Come posso contribuire?

Non serve molto per viaggiare in modo più ecologico. Basta qualche attenzione per dare il proprio contributo all’ambiente:

  • Privilegiare delle mete di viaggio vicine.
  • Spegnere il motore quando si è bloccati nel traffico o fermi a un semaforo.
  • Prima di partire, controllare e regolare la pressione degli pneumatici: aiuterà anche a risparmiare benzina.
  • Non andare forte, ridurre la velocità, mantenere i giri bassi.
  • Recarsi in dei campeggi rispettosi dell’ambiente, selezionabili p. es. su ecocamping.de
  • Una volta giunti a destinazione, parcheggiare il veicolo e utilizzare i mezzi pubblici. Ormai molti campeggi noleggiano anche delle biciclette.

Differenziare i rifiuti

Differenziare i rifiuti

Gli svizzeri sono abituati a fare la raccolta differenziata. Allora perché non suddividere i rifiuti come a casa anche in campeggio? La maggior parte dei camping è dotata di punti di raccolta, con appositi bidoni per lo smaltimento di vetro, cartone, carta, PET ecc.

Ormai alcuni campeggi forniscono ai loro ospiti dei sistemi per la differenziata direttamente alla piazzola.

Gestione dei rifiuti nel campeggio libero

Il campeggio libero in Svizzera - permesso o proibito?

La prima regola del campeggio libero è riprendersi tutto ciò che si è portato, senza abbandonare nulla nell’ambiente o sul posto.

  • Portare via tutti i rifiuti.
  • Portare via i sacchetti della spazzatura pieni e smaltirli a casa o in un luogo idoneo.
  • Non infilare a forza la spazzatura in un cestino pubblico, né lasciarla accanto se è pieno. Se una persona abbandona i sacchetti accanto al cestino, anche altri si sentiranno autorizzati a fare lo stesso.
  • Non bruciare la spazzatura.
  • Non smaltire mai l’acqua di scarico, di cottura o l’acqua della risciacquatura dei piatti nell’ambiente; raccoglierla piuttosto in un contenitore e smaltirla successivamente in un luogo idoneo, come una stazione di scarico pubblica.
>> Il campeggio libero in Svizzera - permesso o proibito?

2. Viaggi sostenibili e responsabili

Camping: vacanze nel rispetto dell’ambiente

Stando a uno studio tedesco, viaggiare nel proprio Paese senza percorrere grosse distanze è uno dei modi più ecologici per trascorrere le proprie vacanze. I glamper, che arrivano in campeggio con la propria auto e prendono in affitto un alloggio in loco, si contraddistinguono per il miglior bilancio ambientale. Fra tutti i veicoli per il tempo libero, quello più ecocompatibile è il van, soprattutto se associato a pernottamento in campeggio o – meglio ancora – in un’area di sosta per camper. 

>> Promobil offre una sintesi dello studio (in tedesco)

Privilegiare il treno o il bus piuttosto che l’aereo

È ormai risaputo: privilegiare il treno o il bus all’aereo permette di contribuire alla riduzione delle emissioni di CO2 e dunque fa bene al nostro pianeta. In questi ultimi anni, l’offerta dei treni notturni e di quelli a lunga distanza è stata amplificata. Anche in Svizzera, dove le FFS, in collaborazione con altre compagnie ferroviarie europee, hanno deciso d’estendere la loro offerta. Il piano d’espansione della rete Nightjet Svizzera è fissato al 2024, quando la Svizzera beneficerà di 10 linee, e rispettivamente 25 destinazioni, con i treni notturni. Una soluzione che farà contenta soprattutto la nuova generazione, molto impegnata a favore dell’ecologia. 

Per dei viaggi su brevi distanze, il bus e i viaggi organizzati in pullman sono un’alternativa attraente. I viaggi organizzati permettono anche di fare nuove conoscenze, nonché d’avere una guida professionista che trasmette con passione le proprie conoscenze. Date un’occhiata ai viaggi di gruppo proposti da TCS Viaggi! (pagina in francese)

La pandemia di coronavirus, durante il confinamento dei mesi di marzo e aprile 2020, aveva bloccato quasi completamente il traffico aereo internazionale. Attualmente, con la terza ondata che miete ancora vittime in buona parte del mondo, il traffico aereo è ben lungi dall’aver ritrovato la sua normalità. In futuro, la gente opterà piuttosto per il treno, il bus o il camper?

Perché non partire in bici o a piedi?

Perché non partire in bici o a piedi?

Un ritorno al Medioevo, all’epoca dei pellegrini, quando le persone si spostavano a piedi da un luogo all’altro, camminando anche per diversi giorni, settimane o mesi! 

A causa dei moderni comfort, che ci permettono d’aver tutto a portata di mano, abbiamo dimenticato la nostra capacità di resistenza, nonché un altro nostro dono: poter camminare o muoverci con le nostre proprie forze. Perché non provare allora a percorrere la strada delle prossime vacanze con la mobilità lenta? In Svizzera e in Europa esistono diversi itinerari culturali, tra i quali il Cammino di Santiago de Compostela. È possibile percorrerne anche solo una piccola parte. Un altro esempio, meno conosciuto, è la Via Francigena che collega Canterbury a Roma.

Ovviamente non siete obbligati a seguire un cammino di pellegrinaggio: potete scegliere la vostra destinazione e, in funzione di quest’ultima, informarvi sugli itinerari che possono essere percorsi a piedi, in bici o con l’e-bike. Trovate ulteriori informazioni nella pagina Escursioni sicure.

Viaggiare con un’auto elettrica

Viaggiare con un’auto elettrica

Per dei brevi viaggi, potete ridurre la vostra impronta di carbonio optando per un veicolo elettrico. Le nuove auto hanno un’autonomia attorno ai 400-500 km, ciò che permette di percorrere delle lunghe distanze senza dover continuamente ricaricare l’auto.

Vi presentiamo alcune idee di viaggio e vi diamo dei consigli utili sulle stazioni di ricarica nella nostra pagina Ferie con l’auto elettrica.

Crociere ecologiche?

In generale, quando pensiamo alle crociere, non le associamo alla sostenibilità. Ma in realtà, le grandi navi da crociera sono sempre più ecologiche, in quanto puntano soprattutto sull’utilizzazione del carburante GNL. Le compagnie di crociera mirano anche a rispettare le norme ambientali locali, nonché a ridurre l’uso della plastica e, in generale, a utilizzare delle risorse rinnovabili nella nave.

Per gli amanti della navigazione resta sempre l’opzione, più sostenibile, di fare un viaggio a bordo d’un veliero.

Vacanze sostenibili in Svizzera

Vacanze sostenibili in Svizzera

Per un viaggio ancor più ecologico, perché non rimanere in Svizzera?

Nel 2021, Svizzera Turismo punta ancor di più sulla sostenibilità tramite il suo nuovo marchio Swisstainable (sito web disponibile solo in francese e tedesco). La Svizzera vuole infatti distinguersi come destinazione sostenibile. L’accento viene posto sulla natura e sulle differenti regioni. Le strutture turistiche svizzere possono aderire al marchio Swisstainable rispondendo a certi criteri nonché alla messa in atto di misure legate alla sostenibilità.

Dato che la Svizzera è una piccola nazione, si può facilmente percorrerla in treno o in bus oppure, perché no, anche in bici o a piedi.

Come viaggiare in maniera responsabile?

Qui troverete gli aspetti da considerare affinché il vostro viaggio sia responsabile:

  • Se possibile, scegliere una destinazione tenendo conto delle emissioni di carbonio del viaggio. Esse possono essere facilmente calcolate su myclimate.org
  • Scegliere un operatore turistico che propone dei viaggi responsabili e che rispetta l’ambiente e la cultura della vostra destinazione. E che, in particolare, si batte contro il turismo di massa.
  • Scegliere un alloggio certificato, ad esempio un ecolodge. Se optate per il campeggio, seguite i nostri consigli in alto alla pagina.
  • Avere una guida locale per conoscere meglio la cultura e gli abitanti del posto, ma anche per sostenere l’economia locale.
  • Sul posto, privilegiare la mobilità lenta (a piedi o in bici).
  • Attenzione all’acquisto di souvenir, in particolare quando si tratta di specie animali e vegetali protette – ulteriori informazioni nella nostra pagina Attenzione ai souvenir che si portano a casa dalle vacanze
  • Privilegiare l’acquisto di cibo e di prodotti locali, un bel modo per immergersi nella cultura.
  • Rispettare l’ambiente e non lasciare tracce, non gettare rifiuti nella natura.

Cosa deve contenere la vostra valigia per un viaggio responsabile?

Ecco una lista degli oggetti utili da mettere nella vostra valigia per un viaggio ecologico:

  • Evitare i prodotti in plastica e privilegiare i prodotti fatti con risorse rinnovabili (bambù, metallo,…)
  • Un sacco di tela per fare i vostri acquisti e per uscire
  • Per la doccia: scegliete degli shampoo e un sapone solidi, non prendono troppo spazio e sono perfetti per i viaggi!
  • Salviettine struccanti lavabili
  • Vestiti comodi e adatti alla cultura della vostra destinazione, ulteriori informazioni nella nostra pagina Norme di comportamento all’estero
  • Oggetti riutilizzabili: borraccia, posate, cannucce in metallo o bambù
  • Per il mare: una crema solare che non danneggi il mare
Questo articolo è stato utile?
No
100%
degli utenti ha trovato questo articolo utile
5 valutazioni
 

Saperne di più

Newsletter
Reti sociali
Rivista Touring
Apps
Nuovi prodotti & giubilei
 
La preghiamo di pazientare un momento.
Il Suo ordine è in fase di elaborazione.