Etilomentro

Dal 1° ottobre 2016, sulle strade svizzere è stato introdotto un nuovo metodo per il controllo dell’alcolemia: l’etilometro.


Questo metodo permette di semplificare i controlli, sia per la polizia che per i conducenti. L’unità di misura ha cambiato e i valori ottenuti possono servire da prova legale, ciò che, nella maggior parte dei casi, eviterà l’analisi del sangue. Il tasso alcolemico a partire dal quale sanzioni sono applicate è comunque stato immutato, ossia 0.5 ‰ (per mille).

Metodo di misurazione

Uno dei punti del programma federale di sicurezza stradale «Via Sicura» è consistito nell’introduzione sulle nostre strade del controllo sistematico del tasso alcolemico per mezzo dell’etilometro. Questo nuovo apparecchio consente di ottenere valori più precisi rispetto ai test etilici attuali e, nella maggior parte dei casi, permette di evitare un prelievo di sangue.

Valori validi legalmente come prova giuridica

Prima, un conducente che, soffiando nel tubicino, presentava un’alcolemia pari o superiore allo 0.8 per mille veniva sottoposto a un esame del sangue in ospedale o da un medico. Dal 1° ottobre 2016, tutto ciò non è più necessario: i valori ottenibili per mezzo dell’etilometro hanno valore probatorio. Ciò significa che possono essere presentati in tribunale (indipendentemente dal tasso di alcol, quindi anche per alcolemie importanti). Il prelievo di sangue si fa unicamente in casi eccezionali 

Nuova unità di misura

L’etilometro misura con valore probatorio l’alcol contenuto in un litro d’aria espirata e non la quantità di alool nel sangue, com’era il caso finora con i test etilici. La nuova misurazione indica i milligrammi d’alcol per litro d’aria espirata (mg/l) al posto dei per mille (‰) abituali.

Tabella d’equivalenza delle misurazioni di alcol nel sangue/alcol nell’aria espirata

Limite generale

Alcol nel sangue

0.5 ‰

Alcol nell’aria espirata

0.25 mg/l

Limite generale

Alcol nel sangue


0.5 ‰

Limite generale

Alcol nell’aria espirata


0.25 mg/l

I seguenti gruppi di conducenti sono sottoposti al divieto totale di guida sotto l’influsso di alcol (tolleranza fissata dalla legge a 0.05 mg/l = 0.1‰):

  • Nuovi conducenti (titolari di una licenza di condurre in prova)
  • Allievi conducenti
  • Maestri di scuola guida
  • Autisti professionisti
  • Accompagnatori degli allievi conducenti
Tasso massimo di alcol per conducenti sottoposto al divieto di consumo di alcolici

Alcol nel sangue

0.1 ‰

Alcol nell’aria espirata

0.05 mg/l

Tasso massimo di alcol per conducenti sottoposto al divieto di consumo di alcolici

Alcol nel sangue


0.1 ‰

Tasso massimo di alcol per conducenti sottoposto al divieto di consumo di alcolici

Alcol nell’aria espirata


0.05 mg/l

Riassunto

Cosa è cambiato:

  • Unità di misura cambia dal 1.10.2016: mg/l (e non più ‰)
  • Non più esami del sangue (salvo in casi eccezionali)
  • Valori ottenuti sono probatori (possono fungere da prove)

Cosa è rimasto immutato:

  • Controlli sulla strada
  • Soffiare nel «palloncino» durante il controllo (etilometro o test etilico)
  • Tasso alcolemico autorizzato in Svizzera: meno di 0.25 mg/l (=0.5 ‰)
  • Sanzioni

Domande frequenti

Che cosa cambia per me con l’introduzione dell’accertamento etilometrico probatorio?

Per la stragrande maggioranza dei conducenti non cambia assolutamente nulla. Le novità riguardano unicamente chi è al volante sotto l’effetto dell’alcol e viene fermato a un posto di controllo.

Che cosa misura l’etilometro?

L’etilometro misura la quantità di milligrammi (mg) di alcol contenuta in un litro (l) di aria espirata. L’unità di misura dunque non è più il per mille (‰). Questo cambiamento ci costringe ad abituarci a nuovi valori: quelli vecchi dello 0.5 e 0.8 ‰ corrispondono, ora, rispettivamente, a 0.25 e 0.4 milligrammi per litro.

D’ora in poi, la polizia impiegherà unicamente l'etilometro per i controlli?

No, in linea di principio solo per un primo controllo.

Che cosa cambia per me se sono sottoposto/a ad un controllo di polizia, dopo aver consumato alcol?

Come prima, il conducente può riconoscere (con la propria firma) il risultato del test etilico se risulta inferiore a 0,40 mg/l (= 0,8‰); il risultato diventa quindi legalmente valido. Se il risultato del test etilico è pari o superiore a 0,40 mg/l, la polizia sarà obbligata a sottoporre il conducente al test con l’etilometro probatorio.

Diminuisce la quantità d’alcol autorizzata?

No. Le prescrizioni non cambiano. Le regole restano le stesse di quelle attuali.

Le sanzioni sono più severe se la polizia constata che ho bevuto troppo?

No. Le sanzioni rimangono invariate.

Si può contestare il risultato di un controllo effettuato con un etilometro?

Sì, ma in tal caso occorre fare richiesta e sottoporsi a un prelievo di sangue. Nel caso in cui il secondo risultato confermasse il primo, i costi supplementari – che possono ammontare a svariate centinaia di franchi – saranno a carico del conducente.

In quali casi è necessario un prelievo di sangue ?

  • Quando il conducente lo richiede.
  • Quando vi è il sospetto di assunzione di stupefacenti.
  • Quando il conducente è affetto da una malattia alle vie respiratorie.
  • Quando il conducente tenta d’influenzare il risultato della misurazione dell’alcol nell’aria espirata (per es. tramite iperventilazione).
  • Quando, dopo vari tentativi, l’etilometro non indica alcun risultato, per esempio perché la quantità d’aria espirata è insufficiente.
  • Quando si tratta di determinare il grado di ebbrezza in un momento anteriore (per es. dopo una fuga del conducente).
  • Quando il conducente sostiene di aver consumato alcol soltanto dopo l’incidente o l’infrazione alle regole della circolazione.
  • Quando non è disponibile un etilometro probatorio.

La polizia ha intensificato i controlli stradali?

Spetta alle diverse polizie decidere se intendono intensificare o meno i controlli stradali, tenuto conto del nuovo sistema di controllo a loro disposizione.

Quali sono i principali vantaggi dell’accertamento etilometrico probatorio con valore legale?

Il prelievo di un campione di sangue in ospedale non è più necessario. I conducenti non devono dunque più subire un esame fastidioso e pazientare per conoscerne l’esito.

Come funziona l’etilometro?

Il conducente sottoposto al test probatorio deve soffiare per almeno cinque secondi in un beccuccio collegato al nuovo etilometro. L’apparecchio effettua sullo stesso campione d’aria espirata due misurazioni indipendenti a distanza di pochi secondi l’una dall’altra. Soltanto se i due valori sono identici viene visualizzato un risultato valido. Essi sono dunque più precisi rispetto agli attuali test etilici.

Posso rifiutare l’accertamento etilometrico probatorio?

Sì ,è possibile. In tal caso, viene ordinato un esame del sangue.

Cosa accade se un conducente rifiuta di sottoporsi anche all’esame del sangue?

I conducenti di veicoli a motore che rifiutano anche questo controllo rischiano la detenzione fino a tre anni o una pena pecuniaria oltre al ritiro della patente per almeno tre mesi. Per motivi importanti si può inoltre effettuare un prelievo di sangue anche contro la volontà dell’interessato.

TCS Sicurezza stradale
Telefono +41 58 827 23 90
Fax +41 58 827 51 24
Condividere

Potrebbe interessarvi anche

Offerte del TCS

Newsletter
Reti sociali
Rivista Touring
Nuovi prodotti & giubilei
 
Si prega di pazientare un attimo
Stiamo ottimizzando il nostro sito, ciò che può comportare tempi di caricamento più lunghi.