In viaggio con animali domestici

A scanso di spiacevoli sorprese, chi viaggia con un cane o un gatto dovrebbe prima informarsi sulle norme vigenti nel Paese di destinazione.


Chi viaggia con un cane o un gatto dovrebbe prima informarsi sulle regole del Paese in cui si reca. E anche i preparativi per far spiccare il volo all’animale richiedono un certo tempo.

In viaggio sicuri in auto

Il codice stradale svizzero prescrive semplicemente che nell’abitacolo del veicolo gli animali devono essere trasportati in modo che non disturbino il conducente e che non costituiscano una distrazione né un pericolo. Dato che gli animali non sono prevedibili, gli esperti consigliano di assicurare i cani sul sedile posteriore mediante cinture speciali oppure di metterli in un trasportino nel portabagagli. Lo stesso vale per gatti, roditori e uccelli, che vanno alloggiati in gabbie o box chiusi nel portabagagli.

Per un buon viaggio

Su lunghe tratte i cani hanno bisogno di pause regolari, per mangiare un po’, bere, fare i propri bisogni e muoversi. Per i cani che soffrono di mal d’auto esistono farmaci speciali. È importante evitare l’esposizione diretta degli animali al sole, e non solo in estate. Inoltre non devono essere lasciati mai soli in auto per lungo tempo. Nel caso di alte temperature esterne rischiano seriamente di morire.

Paese che vai, regole che trovi

Prima di un viaggio all’estero con i propri animali ci si dovrebbe informare sui documenti d’ingresso necessari. Il passaporto per animali da compagnia (Pet Passport), contenente l’identificazione con microchip, l’attestato di vaccinazione antirabbica e, nel caso di cani, spesso anche il trattamento contro la tenia sono ormai standard. Nei Paesi non germanofoni le autorità di confine apprezzano i documenti che siano disponibili nella rispettiva lingua locale. E non tutte le razze di cani sono autorizzate in tutti i Paesi. Per un buon viaggio si consiglia anche di informarsi sulle norme relative alle condizioni di trasporto. Così ad esempio in Austria se l’animale non è assicurato in modo corretto in auto il conducente può essere punito con multe sino a 5000 euro. Informazioni vengono fornite dai siti online degli uffici doganali e delle ambasciate.

Animali domestici in aereo

Ogni compagnia aerea tratta il trasporto di animali domestici in modo diverso. Prendiamo ad esempio Swiss. Si deve annunciare per tempo che è previsto il volo di un animale e che saranno prodotti i documenti di viaggio richiesti dal Paese di destinazione. Anche i gatti e i cani che viaggiano con Swiss devono essere provvisti di microchip. Un passeggero può prendere con sé due animali per volo.

Cabina o stiva

Cani e gatti fino a otto chili di peso (incluso il peso del trasportino con una dimensione massima di 55×23×40 cm) possono volare con i padroni nella cabina e rimangono nel trasportino. Gli animali che pesano più di otto chili e il cui contenitore supera i 55×23×40 cm viaggiano nella stiva. La dimensione dei box deve rispettare le direttive IATA. I cani cosiddetti da combattimento devono essere trasportati in speciali gabbie.

Per un buon volo

I veterinari consigliano di abituare gli animali a stare nei box, ad esempio facendoveli dormire più volte con una bacinella d’acqua prima della partenza. La permanenza nel box di trasporto deve diventare un’esperienza positiva. L’importante è che i box offrano spazio a sufficienza e che anche il contenitore per l’acqua sia abbastanza grande in modo che l’animale riesca a bere facilmente, non lo morsichi e non lo capovolga

Gratuitamente non vola (quasi) nessuno

Per il trasporto di animali in aereo si deve sempre pagare. Eccezione: i cani con funzione di assistenza e protezione viaggiano gratis. Altrimenti i prezzi variano a seconda del peso o della dimensione della gabbia e della tratta di volo. Il trasporto di un piccolo box in cabina su un volo dalla Svizzera a una meta in Europa costa 60 franchi e il trasporto di un grande box (gabbia di 2–5 metri) nella stiva da New York a Zurigo 400 dollari. Non accompagnati i cani e i gatti possono volare solo dopo aver compiuto 12 settimane di età. Per l’ingresso negli Stati Uniti devono invece avere almeno 16 settimane. Altri animali diversi da cani, gatti, conigli e lepri sono considerati merce.

Portare gli animali in treno

Il trasporto di animali in ferrovia è regolato dall’associazione ch-direct, organizzazione del Servizio diretto dei trasporti pubblici in Svizzera.

Quando è richiesto un biglietto

Cani sino a 30 cm di altezza al garrese, gatti, conigli, uccelli e altri piccoli animali possono viaggiare nella carrozza passeggeri gratis, devono però sempre ririmanere in una cesta o gabbia. Se i proprietari li tolgono dai trasportini, di seconda classe o, a seconda, il
prezzo minimo del viaggio. E se il proprietario occupa un secondo posto a sedere per l’animale con il trasportino, deve pagare un biglietto metà prezzo di seconda classe. Cani più alti di 30 cm al garrese, devono essere muniti di biglietto. I cani per non vedenti o di soccorso possono viaggiare gratuitamente in prima o seconda classe.

Offerte per animali

FFS e BLS ad esempio offrono giornaliere e abbonamenti generali per cani, validi in prima e seconda classe, a seconda del biglietto della persona che accompagnano.

(Fonti: Swiss, ch-direct, BLS, FFS, SVK+ASMPA, diverse ambasciate, uffici per l’agricoltura e autorità doganali)

Cani in auto – Test dei sistemi per il trasporto

Molti tipi di sistemi di ritenuta per i cani per auto promettono la necessaria sicurezza. Il TCS ha testato 19 di questi prodotti: sei imbracature, due gabbie a griglia, due box rigidi di plastica, due di stoffa pieghevoli e sette box metallici.

Potrebbe interessarvi anche

Offerte del TCS

Newsletter
Reti sociali
Rivista Touring
Nuovi prodotti & giubilei
 
Si prega di pazientare un attimo
Stiamo ottimizzando il nostro sito, ciò che può comportare tempi di caricamento più lunghi.