Come riconoscere se l’acqua è potabile

In montagna vale la regola generale: l’acqua che scorre sopra centri abitati, capanne e pascoli di solito è potabile.


Fonte di acqua potabile

Come acqua potabile si definisce l’acqua che contiene meno di 300 germi (batteri/spore di funghi) per millilitro. Inoltre, non può contenere batteri dell’intestino, come per esempio l’E. Coli. Affinché a una fonte sia conferita la denominazione “fonte di acqua potabile”, essa deve presentare la qualità di acqua potabile tre volte, in tre diversi momenti. Infatti, la qualità può variare, soprattutto dopo un temporale.

Acqua fredda, acqua pulita

Come regola generale, più l’acqua è fredda, più è pulita. Nell’acqua calda i batteri e i virus possono moltiplicarsi molto più velocemente che in ruscelli o laghi freddi. Lo stesso vale pure per la portata del bacino idrico. Più veloce scorre il ruscello attraverso la montagna, più pulita l’acqua. Da acque stagnanti non si dovrebbe bere in nessun caso. Tuttavia, anche se tutti i parametri (ubicazione, temperatura, portata, limpidezza e grado di acidità) sono a posto, l’acqua può comunque essere contaminata.

Filtro per l'acqua

Chi vuole andare sul sicuro utilizza un filtro per l’acqua. I modelli migliori hanno un filtro in ceramica o al carbone attivo. In caso di acqua limpida funzionano anche i preparati a base di cloro, ma essi rovinano il gusto dell’acqua. Altrimenti aiuta solo bollire l’acqua per almeno tre minuti.


Non utilizzate queste informazioni come base assoluta per le decisioni sulla salute. In caso di problemi alla salute consultate il vostro medico o farmacista. Navigare su internet non sostituisce la consultazione medica.

Per considerazioni e input, potete contattarci per Email: mdtcsch

Potrebbe interessarvi anche

Offerte del TCS

Newsletter
Reti sociali
Rivista Touring
Nuovi prodotti & giubilei
 
Si prega di pazientare un attimo
Stiamo ottimizzando il nostro sito, ciò che può comportare tempi di caricamento più lunghi.