Tessera di socio
TCS Mastercard
Fattura


I 10 errori più frequenti dei neofiti del camper

Ecco gli errori da evitare come autista di camper

Un camper si addice sia a viaggi lunghi sia a brevi gite organizzate all’ultimo momento. Guidare un camper richiede un po’ di pratica, ma non è particolarmente difficile. Per i camper fino a 3,5 t è sufficiente una licenza di condurre di categoria B. Esistono naturalmente anche modelli più grandi, più spaziosi e confortevoli. Se i camper superano le 3,5 t bisogna tuttavia tener conto delle differenti disposizioni in termini di licenza di condurre, velocità massima ecc., nonché del diverso comportamento su strada. 

Se vi attenete ai seguenti consigli, nulla (o quasi) potrà andare storto.

1. Caricare il camper in modo corretto

In linea di massima, quando si carica il camper bisogna posizionare gli oggetti pesanti in basso e quelli leggeri in alto, in modo da abbassare il baricentro e stabilizzare il veicolo. Caricate il veicolo con cura e portate con voi solo lo stretto indispensabile. Conoscete il peso a vuoto del camper e il peso totale autorizzato? Non partite mai senza prima aver pesato il veicolo carico (con i passeggeri a bordo). Un eventuale sovraccarico può infatti costare caro.

2. Assicurare il carico

Per viaggiare in sicurezza, ogni cosa all’interno del camper deve essere al suo posto. Prima di partire, accertatevi quindi che tutti gli oggetti siano bloccati, senza possibilità di cadere o scivolare in caso di brusche frenate o curve strette. Le mensole sono in sicurezza? In caso di tamponamento, oggetti come bottiglie d’acqua, stoviglie o bagagli possono trasformarsi in veri e propri proiettili capaci anche di ferire gravemente i passeggeri. Tali oggetti dovrebbero essere posizionati il più in basso possibile oppure al livello del pavimento del veicolo.

3. Fate un giro di prova e adottate uno stile di guida idoneo

Considerati il peso, il baricentro alto e la massa, guidare un camper è un po’ più impegnativo rispetto a una normale autovettura, anche se siete degli automobilisti esperti. In ogni caso, prima di partire per il vostro primo viaggio in camper, fate un giro di prova. Testate il comportamento in frenata, la tenuta in curva e tenete presente che la visibilità è diversa rispetto a un’auto. Se poi vi esercitate anche un po’ con i parcheggi è meglio.

4. Non partite impreparati

Pianificate e studiate l’itinerario già prima della partenza, così da evitare di perdervi o di dover eseguire inutilmente manovre pericolose. Accertatevi di conoscere le dimensioni del camper, ossia larghezza, lunghezza e altezza. Segnatevi le dimensioni e tenete la nota a portata di mano, così da poterla consultare velocemente in caso di dubbi. Non vorrete mica rimanere bloccati sotto un ponte o ostruire un passaggio?

5. Non partite con il serbatoio dell’acqua pieno

Prima della partenza, evitate di riempire il serbatoio dell’acqua pulita fino all’orlo, a metà è più che sufficiente. Altrimenti accumulerete peso inutilmente e consumerete più energia. All’occorrenza potrete riempire il serbatoio a una stazione di servizio, in un campeggio o a volte anche presso le stazioni di scarico pubbliche.

6. Concedetevi abbastanza pause durante il viaggio

Non guidate mai senza sosta per lunghi tratti solo perché volete giungere a destinazione il prima possibile. O volete arrivare già sfiniti? A parte questo, guidare quando si è troppo stanchi è molto pericoloso, sia per voi che per gli altri. Fermatevi di frequente, bevete a sufficienza per rimanere in forma e, se possibile, datevi il cambio alla guida.

7. Non camminate nel camper durante il viaggio

Passeggiare per il camper mentre il veicolo è in moto? Non fatelo mai. Il conducente e i passeggeri devono rimanere sempre seduti e con le cinture allacciate. Ogni passeggero deve occupare un sedile con la relativa cintura di sicurezza. Se viaggiate con dei bambini, assicuratevi che ci siano abbastanza sistemi di ritenuta per montare i seggiolini. Anche eventuali cani o gatti devono essere messi in sicurezza a bordo.

8. Un posto esposto al sole? Non è una buona idea.

Anche se amate il sole, in campeggio o in un’area di sosta per camper scegliete possibilmente un posto all’ombra. Se il vostro camper rimane sotto il sole cocente tutto il giorno, l’interno diventa molto caldo, il calore si accumula e diventa difficile farlo uscire. E a quel punto dite pure addio al vostro riposo notturno.

9. Svuotate regolarmente l’acqua di scarico

Avere acqua fresca, una doccia e un WC in camper è una grandissima comodità, ma smaltire l’acqua di scarico è orribile. Eppure i campeggiatori devono smaltire l’acqua di scarico regolarmente quando sono in viaggio e vogliono evitare che il serbatoio delle acque nere trabocchi.

10. Attenzione: un’area di sosta per camper non è un campeggio

In viaggio, molti camperisti fanno rotta verso un’area di sosta come alternativa al campeggio. Queste aree di sosta sono parcheggi specifici per i camper in cui si può anche pernottare, a condizione però che il veicolo sia dotato di toilette. Di solito, le aree di sosta sono poco o per niente attrezzate. Sono inoltre pensate per soggiorni brevi, da una a tre notti circa. Non prendetele quindi in considerazione per lunghe permanenze. Per quello ci sono i campeggi.

Questo articolo è stato utile?
No
91%
degli utenti ha trovato questo articolo utile
562 valutazioni
 

Saperne di più

Newsletter
Reti sociali
FacebookInstagramTwitterLinkedInYouTube
Rivista Touring
Rivista Touring
Apps
Nuovi prodotti & giubilei
50 Jahre Rechtsshutz
60 Jahre ETI Schutzbrief
Mitgliedschaft Familien
© 2022 Touring Club Svizzero Condizioni d'uso – Informazioni giuridiche Protezione e sicurezza dei dati
v2.28.0 / Production publish 1
 
La preghiamo di pazientare un momento.
Il Suo ordine è in fase di elaborazione.