I monopattini elettrici sotto esame

Questi nuovi mezzi di locomozione, ideali per la mobilità degli ultimi chilometri, incontrano un successo sempre maggiore. Le marche e i modelli si moltiplicano, ma nel loro utilizzo, non tutti i monopattini elettrici offrono la stessa sicurezza e comodità. In collaborazione con le trasmissioni per la protezione dei consumatori Kassensturz e A Bon Entendeur, il TCS ha esaminato sette modelli dal lato della sicurezza, delle caratteristiche tecniche (velocità, raggio d’azione, ecc.), dell’ergonomia e della qualità.

17 aprile 2019

Nel giro di pochi mesi, la gamma di modelli di monopattini elettrici, disponibile sul mercato svizzero, s’è notevolmente arricchita. Questi nuovi mezzi elettrici di locomozione sono uno strumento di trasporto pratico per le brevi distanze e il loro ridotto ingombro può rivelarsi, per i pendolari, un’ideale soluzione in combinazione con i mezzi tradizionali. Da casa alla stazione, indi dalla stazione di destinazione al luogo di lavoro, il monopattino elettrico potrebbe essere utilizzato da parecchie persone con un minimo di allenamento e diventare un’alternativa interessante alla bicicletta elettrica. Non tutti i modelli in vendita hanno le medesime caratteristiche; talvolta, si riscontrano grandi differenze sulla qualità di fabbricazione, la potenza, il raggio d’azione, l’ergonomia e la sicurezza. Il TCS, in collaborazione con le trasmissioni Kassensturz e A Bon Entendeur, ha quindi testato sette modelli venduti in Svizzera. 

Foto
 

Esami approfonditi

Notevoli differenze sono state riscontrate nella qualità delle rifiniture, nei tempi di ricarica, nel raggio d’azione, nella potenza, nella maneggevolezza e nell’ergonomia. Per esempio, il monopattino al prezzo più basso (Streetmotion Tech 2) offre un buon comfort di guida e un breve tempo di carica, ma il suo raggio d’azione è il minore di tutti i monopattini testati; infatti, con la batteria carica si percorrono solo 8,4 km, contro 27km della migliore (E-Twow booster S+). Nella frenata d’emergenza a 15 km/h, il più efficace (Micro Condor X3) si arresta dopo 2.23 metri, quando, la meno buona (Soflow flowboard pop), continua a rotolare per più di 1.04 metri. Quest’ultimo monopattino, d’altronde, non supera la prova in salita con pendenza al 12% senza assistenza da parte dell’utente. Il V-Max R20, grazie ai suoi pneumatici e alla sua sospensione, offre la massima maneggevolezza ed il miglior comfort di guida su strada pavimentata o su terreno soffice, è uno dei più lenti (17km/h) del gruppo. Il monopattino Ninebot ES1 della Segway è il modello che raggiunge il miglior voto per la funzionalità (alimentazione, ricarica facile, apparecchiatura), ma il suo raggio d’azione è piuttosto limitato (14.5 km). Fanalino di coda di questa classifica è il Razor E200: non pieghevole, non adatto a persone di peso superiore ai 70 chili ed è privo di luci, obbligatorie per circolare su strade pubbliche. 

Criteri per l’acquisto

Prima di acquistare un monopattino elettrico, occorre chiedersi come lo si utilizzerà e con quale frequenza. Il suo peso è un dato importante, infatti, se si porta di frequente (in particolare nei
trasporti pubblici) è più consono acquistare un modello pieghevole e leggero. Altro elemento determinante è l’alimentazione a batteria, la cui potenza può variare da 150 a 500 watt. Se si abita in collina, meglio scegliere un monopattino potente. Anche il raggio d’azione è un criterio importante, soprattutto se il viaggio di andata e ritorno supera i quindici chilometri.

Norme da rispettare

Molti monopattini elettrici sono prodotti al di fuori dell’Europa e possono essere ordinati online. È tuttavia importante verificare se essi soddisfano i criteri di omologazione, vigenti in Svizzera, per poter essere autorizzati a circolare su strade pubbliche. Accessori obbligatori: freni anteriori e posteriori, avvisatori acustici e luci anteriori e posteriori. La velocità massima consentita è di 20 km/h, mentre la potenza del motore max. 0,5 kW. L’età minima richiesta è di 14 anni (14-16 anni consentita Cat. M, +16 anni senza patente). I monopattini elettrici devono seguire le stesse regole di circolazione stradale delle biciclette, fra cui, se esistono, l’uso obbligato delle corsie e delle piste ciclabili e il divieto di circolare sui marciapiedi. Il casco non è obbligatorio, ma fortemente raccomandato. 

I consigli del TCS

Prima dell’acquisto 

  • Tempo di ricarica della batteria tra i percorsi.
  • Di quanta potenza ho bisogno?
  • Quanti chili di portata deve avere?
  • Al momento dell’acquisto, attenzione: alcuni prodotti non sono conformi alle regole svizzere sulle luci anteriori e posteriori e sulla velocità.
  • Quanto pesa il monopattino elettrico?
  • Pieghevole o no. Importanza per il trasporto.

Prima e in corso d’utilizzo

  • Leggere attentamente le istruzioni per l’uso.
  • Allenarsi in uno spazio privato prima di immettersi nel traffico.
  • Verifica se la propria assicurazione di responsabilità civile copre l’uso del monopattino.
  • Indossare un caschetto da ciclisti
  • Rispettare le regole della circolazione e adeguare il proprio comportamento alle condizioni del traffico.
  • Attenzione all’umidità, ai binari del tram e all’acciottolato!
  • Mai guidare di notte senza luci!
  • Indossare abiti e accessori riflettenti in caso di maltempo, al mattino, di sera e di notte per essere visti!
Newsletter
Reti sociali
Rivista Touring
Nuovi prodotti & giubilei
 
Si prega di pazientare un attimo
Stiamo ottimizzando il nostro sito, ciò che può comportare tempi di caricamento più lunghi.