Elettrica o fossile: quale auto inquina di meno?

Le vetture elettriche sono veramente meno nocive per il clima? E’ una domanda che ci si pone sovente e che non ha ancora ottenuto una risposta esauriente. Ora, uno strumento messo a punto da esperti di numerosi club automobilistici dà, per la prima volta, utili informazioni. Infatti, analizzando il ciclo di vita, emerge la quantità di gas ad effetto serra provocata dalla fabbricazione, dall’utilizzazione e dalla rottamazione di un’auto. Per quelle elettriche, è determinante la composizione del mix elettrico nel Paese dove sono utilizzate.

01 ottobre 2019

 La Federazione Internazionale dell’Automobile (FIA) ha sviluppato, in collaborazione con vari club automobilistici e con la società scientifica “Joanneum Research”, l’analisi “Life Cycle Assessment” (LCA). Il TCS l’ha adattata alla composizione della produzione elettrica svizzera ed i risultati sono consultabili sul sito internet del TCS. Questo strumento permette ai consumatori, prima di acquistare un veicolo, di farsi un’idea del bilancio ecologico dei vari sistemi di propulsione.

Il mix elettrico decisivo per il risultato delle vetture elettriche
Secondo l’analisi del “ciclo di vita”, la fabbricazione di automobili elettriche genera molto più gas a effetto serra rispetto alle vetture dotate di un motore a combustione. Per contro, le auto elettriche ottengono risultati nettamente migliori nell’utilizzo, sebbene resti determinante la composizione del mix elettrico erogato nel Paese d’impiego. In Svizzera, i veicoli elettrici approfittano di una produzione elettrica sostenibile e generano durante tutta la loro vita meno gas ad effetto serra rispetto alle auto paragonabili con motore a combustione. La situazione è inversa in Germania, dove le automobili a benzina o diesel emettono meno gas ad effetto serra di quelle elettriche: ciò è causato dal mix elettrico tedesco che genera molto più gas ad effetto serra.

Visto che l’analisi, basata sul “ciclo di vita”, prende in considerazione soltanto le emissioni di gas ad effetto serra, essa dev’essere considerata come un complemento alle misurazioni delle emissioni di sostanze nocive.

Foto
Renato Gazzola
Renato Gazzola
Telefono +41 79 686 08 80
Condividere
durckenE-MailFacebookTwitter
Newsletter
Reti sociali
Rivista Touring
Nuovi prodotti & giubilei
 
Si prega di pazientare un attimo
Stiamo ottimizzando il nostro sito, ciò che può comportare tempi di caricamento più lunghi.