La maggior parte degli accessori per seggiolini auto non è a norma

Il TCS ha testato, per la prima volta, oltre ai seggiolini auto, anche i loro accessori. Dal test è emerso che la prudenza è d’obbligo, soprattutto per quelli proposti da fornitori terzi in internet e che sovente non osservano le prescrizioni legali, con possibile aumento del rischio di ferimento per il bambino.

28 novembre 2019

Diversi problemi sono noti ai genitori: il bambino si slaccia durante il viaggio o scivola di lato fuori dall’imbracatura mentre dorme o suda o ha freddo nell’abitacolo, ecc. Sul mercato si trovano numerosi accessori per risolvere queste situazioni. Il test del TCS dimostra tuttavia che molti di questi prodotti non sono legali.

Le “fibbie” efficaci non sono permesse
In vendita si trovano numerosi accessori studiati per impedire ad un bambino di slacciarsi da solo.
Il TCS ha testato quattro prodotti, ma nessuno ha risposto alle attese. L’unico dispositivo legalmente autorizzato (5Point Plus Anti Escape System) non ha impedito al bambino di slacciarsi da solo, mentre i “passanti per imbracatura” più efficienti (clip supplementare a livello del petto, Storchenbeck Auto BeltLock Stop, fibbia di sicurezza Buckle-upp) non ottemperano alle morme legali. Si ricorda, che per motivi di sicurezza, in caso d’emergenza dev’essere possibile togliere il bambino dal suo seggiolino con una sola azione sulla fibbia di chiusura.

Imbottiture per cinture pericolose ed estensioni per fibbie di chiusura non ammesse
Per migliorare il confort del bambino, sono offerte imbottiture per cinture ed estensioni della fibbia di chiusura. Orbene, con le imbottiture c’è il pericolo che la cintura addominale passi sul ventre, provocando ferite interne. L’utilizzo di imbottiture o di estensioni della fibbia di chiusura può inoltre alterare le forze che l’imbracatura esercita sul bambino. Ciò trattasi di una modifica riguardante l’omologazione del prodotto e che potrebbe sollevare problemi a livello del diritto assicurativo.

Sacchi termici per ovetti non devono celare gli avvertimenti
La legge prescrive che l’etichetta fissata all’interno degli ovetti girati nel senso opposto a quello di marcia e sulla quale figura un avvertimento riguardante l’airbag dev’essere sempre visibile. Alcuni rivestimenti, estivi o invernali, non rispettano questa norma, tanto che si raccomanda di rinunciarvi. Tuttavia, esistono anche rivestimenti proposti dal costruttore dell’ovetto che rispettano tutte le disposizioni legali.

Consigli del TCS per l’acquisto di accessori per seggiolini
La regola più sicura è di acquistare solo accessori originali proposti dal costruttore del seggiolino. Si sconsiglia, quindi, di ricorrere ai prodotti a buon mercato copiati o falsificati. Il TCS raccomanda di rivolgersi ai negozi specializzati, sia per avere un’adeguata consulenza, sia per sincerarsi che l’articolo scelto è conforme alle norme ECE-R 44 e 129.

Foto
Newsletter
Reti sociali
Rivista Touring
Nuovi prodotti & giubilei
 
Si prega di pazientare un attimo
Stiamo ottimizzando il nostro sito, ciò che può comportare tempi di caricamento più lunghi.