Tessera di socio
TCS Mastercard
Fattura

Gli 8 principi per le gomme invernali

In questo periodo dell’anno, capita che la neve sorprenda gli automobilisti e i loro migliori alleati: in questo caso i pneumatici invernali. Per sfatare alcuni interrogativi, il TCS elenca gli otto principi base sull’uso delle gomme invernali per aiutare i consumatori a distinguere fra dicerie e realtà.

13 novembre 2019

1. Occorre mantenere le gomme invernali fino in estate?

No. In primavera, al ritorno delle temperature miti, è opportuno rimontare le gomme estive: il TCS consiglia di circolare con quelle invernali da ottobre a Pasqua, tenendo presente che se il profilo del battistrada del pneumatico scende sotto i 4 mm, la sua sicurezza in inverno non è più ottimale. Sempre per motivi di sicurezza, non è confacente “finire” le gomme usate fino a raggiungere il limite legale di 1.6 mm.

Foto

2. Acquistare pneumatici invernali in internet è più economico e più semplice?

No. Le gomme invernali sono componenti importanti per la sicurezza; perciò, se non si è esperti del settore, si consiglia di fare affidamento ad un professionista per l’acquisto, per consigli, perizie e la procedura di montaggio. In caso di problemi o danni, egli sarà un valido interlocutore per la valutazione, la consulenza anche in materia di garanzia. Nella scelta della gomma non basta conoscere le dimensioni, ma anche gli indici di carico e la velocità consentita.

3. I pneumatici invernali sono obbligatori in Svizzera?

 No. In Svizzera non c’è alcun obbligo legale che impone di equipaggiare il veicolo con gomme invernali nella stagione fredda. Il conducente dev’essere sempre in grado di mantenere il controllo del suo mezzo in qualsiasi situazione. In caso d’incidente o perdita del controllo causa equipaggiamento inadeguato, l’assicurazione può far azione di regresso contro il conducente.

4. Le gomme invernali sono utili soltanto sulla neve?

 No. I pneumatici invernali sono decisamente più efficaci con basse temperature, neve o ghiaccio ed hanno un’aderenza ben migliore su fondo scivoloso o ghiacciato rispetto a quelli estivi.

5. Le gomme “4 stagioni” sono un compromesso ideale?

 No. La gomma per tutte le stagioni resta una soluzione di compromesso. Anche se alcuni prodotti innovativi hanno conseguito buoni risultati, non distanti da quelli delle gomme estive o invernali, questi sono stati raggiunti solo in uno dei due settori stagionali. Così troviamo pneumatici con buone prestazioni estive che però sono carenti sulla neve, oppure prodotti con buone prestazioni invernali, ma con palesi lacune sull’asciutto.

6. Più costano le gomme invernali e meglio sono?

 No. Ciò è stato ripetutamente smentito dai test del TCS. Per scegliere una gomma occorre basarsi sui risultati del test del TCS, tenendo conto delle proprie necessità e non del prezzo. Il TCS consiglia, prima di procedere all’acquisto, di chiedere e paragonare diverse offerte di pneumatici raccomandati, comprensive del montaggio e della bilanciatura.

7. Montare quattro pneumatici con profili diversi non pone alcun problema?

 No. Il TCS consiglia, per una maggiore sicurezza, di equipaggiare il proprio veicolo con quattro pneumatici uguali; importante, in ogni caso, montare, almeno su ogni asse, gomme di dimensione, marca, profilo e usura identici. Un inappropriato montaggio dei pneumatici rende inutile anche il miglior sistema di assistenza alla guida.

8. Si può circolare sulla neve con pneumatici estivi, montado le catene?

 No. Perché le catene migliorano il grip sulle ruote motrici, ma le altre due ruote sono a contatto diretto con la neve e le gomme estive - in queste condizioni – non garantiscono una buona aderenza, rischiando di mettere in difficoltà il conducente e compromettendo la tenuta in strada del veicolo.

Laurent Pignot
Laurent Pignot
Telefono +41 58 827 27 16
Telefono +41 76 553 82 39
Condividere
durckenE-MailFacebookTwitter
Newsletter
Reti sociali
Rivista Touring
Apps
Nuovi prodotti & giubilei
 
La preghiamo di pazientare un momento.
Il Suo ordine è in fase di elaborazione.