Libano

Spiagge, sport invernali e visite ai monumenti attirano i visitatori.

Libano
Il Libano, situato sulla riva orientale del Mediterraneo, confina con Siria e Israele. Questa piccola nazione è attraversata da 2 catene montuose tra le quali si estende la fertile valle della Bekaa.

A prima vista

Generalità

Clima

Mediterraneo.

Miglior periodo: maggio - giugno e settembre - ottobre.

 

Moneta

Valuta nazionale: Lira sterlina libanese - LBP

Sicurezza in viaggio

Situazione della sicurezza

Attualità
La situazione politica e sociale è tesa. Dal 17 ottobre 2019, in tutto il Paese, avvengono manifestazioni a volte violente, blocchi stradali, scioperi e scontri tra manifestanti di fazioni diverse. Si constatano dei disagi della vita pubblica: a volte, le banche, le scuole e i negozi rimangono chiusi. Occorre considerare l’eventualità di perturbazioni del traffico.

I disordini hanno causato alcuni feriti. A Beirut due persone sono morte in un incendio doloso e a Sour (Tyr) dimostranti hanno appiccato il fuoco ad un albergo.

In caso di blocchi stradali e scioperi, ai viaggiatori non resta che informarsi sul posto riguardo alle possibilità di viaggio alternative e, se la situazione lo richiede, attendere il placarsi della situazione. In caso di blocchi, i mezzi di assistenza dell'ambasciata svizzera a Beirut per l'uscita dalle regioni colpite sono solo limitati, se non addirittura nulli.

Si raccomanda di informarsi prima e durante il viaggio attraverso i media in merito alla situazione attuale. Attenersi alle istruzioni delle autorità locali e ai consigli di soci in affari o conoscenti locali. Evitate qualsiasi dimostrazione.

 

Valutazione sommaria
Si raccomanda di fare molta attenzione alla sicurezza personale. Si sconsigliano i viaggi in alcune zone del Paese.

Occorre prestare attenzione ai delicati equilibri nella regione. Determinati avvenimenti e conflitti nei Paesi confinanti possono influenzare la situazione securitaria in Libano. Il conflitto armato in Siria continua ad avere ripercussioni sul Libano. Ha accentuato delle tensioni politiche e religiose, in particolare il afflusso di rifugiati superiore ad un milione. L'evolversi della situazione rimane incerto e può mutare rapidamente.

In tutto il Paese vi è pericolo di atti terroristici, particolarmente nei quartieri sud di Beirut e a Tripoli. Ad esempio a giugno del 2019, un aggressore ha assassinato alcuni ufficiali delle forze di sicurezza a Tripoli. Nel 2015 attentati avvenuti nel distretto meridionale di Beirut, Borj el Barajneh e a Tripoli, hanno causato dozzine di morti e oltre 200 feriti.

Sono stati ripetutamente commessi degli attentati contro bersagli politici e religiosi che hanno provocato anche vittime innocenti. In seguito a tali avvenimenti, come pure durante le tensioni politiche, in tutto il Paese possono repentinamente scoppiare atti di violenza o dimostrazioni locali o essere innalzate delle barricate. È possibile che scoppino sporadiche sparatorie tra i sostenitori di vari schieramenti politico-religiosi o che siano commesse azioni che possano perturbare il traffico.

Dal 17 ottobre 2019, in tutto il Paese, avvengono manifestazioni a volte violente, blocchi stradali e scioperi. Questi hanno causato alcuni feriti. A Beirut due persone sono morte in un incendio doloso e a Sour (Tyr) dimostranti hanno appiccato il fuoco ad un albergo. A volte, le banche rimangono chiuse. Occorre considerare l’eventualità di ulteriori avvenimenti di questo genere che possono provocare perturbazioni dei movimenti turistici.

In caso di blocchi stradali e scioperi, ai viaggiatori non resta che informarsi sul posto riguardo alle possibilità di viaggio alternative e, se la situazione lo richiede, attendere il placarsi della situazione. In caso di blocchi, i mezzi di assistenza dell'ambasciata svizzera a Beirut per l'uscita dalle regioni colpite sono solo limitati, se non addirittura nulli.

Si verificano sporadici sequestri, generalmente di origine criminale. Si tratta frequentemente di cittadini libanesi e siriani nella regione dell’Akkar (nord) e nella valle della Bekaa.


Pericoli locali specifici

  • Beirut: evitare i quartieri meridionali della città (chiamati Dahiye). Questi includono, tra gli altri, i distretti di Borj el Barajneh, Haret Hreik e Laylaki e non sono sotto il completo controllo delle forze di sicurezza ufficiali dello Stato. Usare esclusivamente la strada principale per recarsi dall’aeroporto a Beirut.
  • Campi di profughi: in tutti i campi di profughi, le tensioni sono elevate e possono trasformarsi in atti di violenza per motivi futili. Per ragioni di sicurezza si sconsiglia di visitare i campi di profughi e i loro dintorni.
  • Libano meridionale: Ad eccezione della città di Sour (Tyr), si sconsiglia di recarsi nella regione a sud del fiume Litani fino al confine israeliano.
  • Valle della Bekaa: Si sconsigliano i viaggi nella Valle della Bekaa, fa eccezione la zona all’estremità ovest della valle, tra Zahlé e Kefraiya.
  • Libano settentrionale: si sconsiglia di recarsi a Tripoli e nella regione di Akkar.
  • Zone di frontiera con la Siria: si consiglia di evitare i viaggi all'interno di una vasta fascia lungo l'intera frontiera con la Siria.
  • Tutto il Paese: informarsi presso le autorità locali e/o presso la popolazione in merito al locale pericolo di campi minati e di bombe inesplose.


Estratto da: consigli di viaggio DFAE

Vaccinazioni & Salute

Infrastruttura sanitaria
L’assistenza medica è garantita. Gli ospedali perlopiù chiedono un anticipo prima di trattare i pazienti.


Vaccinazioni

  • È consigliato farsi vaccinare contro: difterite, epatite A, poliomielite, morbillo e tetano.
  • In certi casi è pure consigliato farsi vaccinare contro: epatite B, febbre tifoide e rabbia.


Situazione sanitaria
Rispettate le direttive di igiene personale e alimentare. Evitate di bere acqua del rubinetto.

Criminalità

Valutazione sommaria
La microcriminalità è aumentata. Si raccomanda di osservare le usuali misure precauzionali e di servirsi se possibile dei taxi degli alberghi o prenotati per telefono.

Estratto da: consigli di viaggio DFAE

Altri consigli utili per i vostri viaggi

Pericoli naturali

Il Libano si trova in zona sismica attiva.

Estratto da: consigli di viaggio DFAE

Formalità di viaggio

Formalità d'ingresso

Le seguenti informazioni sono destinate a cittadini svizzeri residenti in Svizzera.

  • Un passaporto svizzero valido ancora almeno 1 mese dopo la fine del soggiorno è necessario per recarsi in questa destinazione. I detentori di passaporti con un visto per Israele (valido o scaduto, utilizzato o no), o qualsiasi timbro israeliano apposto sul passaporto non possono entrare in Libano.
  • Un visto è pure necessario. Esso può essere ottenuto all’arrivo per dei soggiorni fino ad 1 mese, a condizione d’essere in possesso di un biglietto andata/ritorno, così come d’un numero telefonico e un indirizzo in Libano.

Non viene riscossa nessuna tassa aeroportuale.

Si è obbligati di potersi identificare col proprio passaporto.

Assicurazioni

Licenza di condurre e noleggio di un’automobile
La licenza di condurre internazionale è obbligatoria. Essa è valida unicamente se accompagnata dalla vostra licenza di condurre nazionale e può essere ottenuta presso i centri contatto del nostro club o all’Ufficio cantonale della circolazione del vostro cantone di domicilio.

L’età minima per noleggiare una vettura varia da 21 a 23 anni, a seconda della compagnia di noleggio e del tipo di veicolo.


Importazione temporanea di un veicolo privato
Un Carnet de passages en douane (CPD) è raccomandato per l’importazione temporanea di veicoli a motore o rimorchi in questa destinazione.

Pedaggi & Regole circolazione

Regole di circolazione

Circolazione a destra.

Seggiolini

Nessuna regola riguardante la sicurezza dei bambini.

In caso di emergenza

Incidenti

 

Numeri d'emergenza
Polizia112
Ambulanza140 o 125
Pompieri175 o 125
Polizia dei turisti01-35 09 01

Le informazioni turistiche per questa destinazione sono state raccolte e curate con grande cura e vengono attualizzate regolarmente. Tuttavia, non possiamo garantire l’esattezza e l’esaustività di questi dati.
Da notare che le nostre informazioni turistiche si rivolgono principalmente a cittadini e residenti svizzeri e concernono veicoli immatricolati in Svizzera. Non è dunque garantita la loro validità per altri viaggiatori.
Le informazioni riguardanti le seguenti tematiche sono state gentilmente messe a disposizione dal DFAE (Dipartimento federale degli affari esteri): sicurezza & politica, infrastruttura sanitaria, criminalità e rischi naturali.

Scegliere la destinazione

Consiglio di viaggio

Il DFAE sconsiglia parzialmente viaggi in questo Paese.

Ulteriori informazioni

Ulteriori informazioni

Corrente: 220 V
Prefisso: +961
Polizia: 112
Ambulanza: 140 o 125
Pompieri: 175 o 125
 

Saperne di più

Condividere
durckenE-MailFacebookTwitter

Potrebbe interessarvi anche

Offerte del TCS

Newsletter
Reti sociali
Rivista Touring
Nuovi prodotti & giubilei
 
Si prega di pazientare un attimo
Stiamo ottimizzando il nostro sito, ciò che può comportare tempi di caricamento più lunghi.