Tessera di socio
TCS Mastercard
Fattura

  • Coronavirus - Continuiamo ad essere al servizio dei nostri soci. Tutte le informazioni importanti riguardo alla situazione attuale le può scoprire qui
  • Coronavirus - Continuiamo ad essere al servizio dei nostri soci. Tutte le informazioni importanti riguardo alla situazione attuale le può scoprire qui

Piazzare e livellare correttamente la roulotte in campeggio

I consigli dell’esperto per un corretto livellamento e appoggio della roulotte

Dai campeggiatori per i campeggiatori!

Autore: Michael Sterk, socio TCS Camping e appassionato di campeggio. Amante dei viaggi in roulotte e camper e responsabile operativo nel commercio di campeggi.

Sono finalmente giunte le sospirate vacanze con la famiglia e la roulotte al traino. Partire per le ferie in roulotte con tutta la famiglia è di solito un’esperienza piacevole e serena. Le velocità massime variabili, a seconda del paese, tra gli 80 e i 100 km/h assicurano viaggi rilassati e senza stress. Con brevi pause a interrompere la guida ogni quattro ore o giù di lì si giunge in genere al campeggio prescelto in tutta serenità.

Effettuato il check-in, ai campeggiatori viene assegnata una piazzola. È a questo punto che bisogna cominciare a darsi un po’ da fare. Ma se tutta la famiglia partecipa, in un’ora o poco più è possibile sbrigare (quasi) tutte le incombenze. Nel frattempo, è il momento di fare le presentazioni con i nuovi vicini di piazzola. Se si è in viaggio con la roulotte per la prima volta, c’è sicuramente qualcuno tra i campeggiatori ben disposto a fornire consigli e un utile aiuto. 

Come si piazza la roulotte nel modo più corretto?

Come si piazza la roulotte nel modo più corretto?

Per prima cosa è necessario sistemare «correttamente» la roulotte sulla piazzola. A questo proposito è bene porsi preventivamente un paio di domande:

  • in quale posizione deve essere collocato il posto per sedersi? 
  • da dove si ha la vista migliore su acqua, montagne e natura?
  • si desidera principalmente rilassarsi al sole o all’ombra?
  • qual è la posizione del sole?
  • ci sono alberi, rami o radici di cui tenere conto e che possono impedire l’apertura delle finestre laterali?
  • se c’è un albero nelle vicinanze: da quale direzione proviene generalmente il vento (alcune regioni sono caratterizzate da venti forti in determinati orari della giornata)?
  • quale distanza minima si desidera mantenere dai vicini?
  • dove deve essere parcheggiato il veicolo trainante perché non crei costantemente fastidi?

Dopo qualche riflessione e discussione tra i membri della famiglia si trova generalmente la sistemazione ideale per la roulotte. A questo punto si fa squadra e si iniziano gli spostamenti. A seconda del peso della roulotte, delle condizioni del terreno e della prestanza dei partecipanti può trattarsi di una bella fatica. Se si possiede una roulotte a due assi, serve già una mezza squadra di calcio. A meno che sotto la roulotte non sia stato montato un movimentatore, un dispositivo che come per magia piazza il mezzo nella giusta posizione con il semplice uso di un telecomando. Sulla questione del movimentatore torneremo in modo più dettagliato alla fine dell’articolo.

Piazzare e livellare correttamente la roulotte: ecco come fare

  • Una volta che la roulotte è al suo posto, deve essere messa «in bolla» in modo tale che di notte non si rotoli giù dal letto. 
  • Prima di iniziare è bene preparare qualche tavoletta da porre sotto le ruote o, in caso di fondo morbido, sotto i quattro piedini di stazionamento. In alternativa alle tavolette autocostruite sono disponibili nei negozi specializzati appositi cunei di sollevamento per le ruote e piastre di sostegno (Big-Foot) per i piedini. È inoltre utile disporre di una piccola livella da appoggiare sul pavimento nella zona d’ingresso.
  • Per prima cosa provvediamo a livellare il mezzo lungo l’asse trasversale. Per farlo è possibile inserire una o due tavolette davanti alla ruota sinistra o a quella destra e trascinarvi poi sopra la roulotte, oppure utilizzare i più «professionali» cunei di sollevamento.
  • Se la manovra è troppo faticosa e il fondo della piazzola è molto irregolare (cosa per fortuna oggi piuttosto rara), è necessario dotarsi di un cricco per sollevare la roulotte e poter collocare gli spessori sotto la ruota. A questo scopo chi è più esperto di campeggio tiene sempre a bordo un piccolo e compatto martinetto idraulico, applicabile mediante un apposito adattatore direttamente all’asse delle ruote oppure a uno speciale aggancio presente sul telaio. Per non andare incontro a danni sicuri, il martinetto non deve mai essere fissato alla carrozzeria o al sottoscocca della roulotte. Anche le parti del telaio poste sotto il fondo della roulotte sono in genere inadatte al fissaggio di un martinetto idraulico. La cosa migliore è consultare il libretto delle istruzioni prima di partire per le vacanze o chiedere al rivenditore specializzato al momento dell’acquisto della roulotte.
  • Allo stesso modo, anche i piedini fissati al sottoscocca ai quattro angoli della roulotte non devono essere utilizzati per il livellamento del mezzo. Essi sono infatti troppo deboli e il loro compito è unicamente quello di fare da appoggio alla roulotte dopo che è stata messa in piano.
  • Una volta che il mezzo è stato grossolanamente livellato lungo l’asse trasversale, ruotare la livella di 90 gradi e mettere in bolla la roulotte lungo l’asse longitudinale, manovra che può essere effettuata in modo semplice e rapido agendo sull’appoggio posto sotto il timone. Basta che una persona tenga d’occhio la livella e l’altra ruoti verso l’alto o verso il basso la ruota d’appoggio del timone.
  • Ora è possibile agire sulle apposite leve per far scendere i piedini posti ai quattro angoli e appoggiare saldamente al suolo la roulotte livellata. Per farlo, iniziare con i due piedini di stazionamento posteriori e proseguire poi con quelli anteriori. Se il terreno lo richiede, inserire delle piastre o tavolette larghe sotto i piedini. In alternativa, all’acquisto della roulotte è possibile ordinare le piastre Big-Foot già montate o montarle autonomamente – bastano pochi minuti e il costo è di poco superiore a CHF 100.–. Infine è necessario controllare ancora una volta con la livella se l’operazione è avvenuta con successo e, se necessario, procedere alla regolazione fine dell’altezza dei piedini di stazionamento affinché il livellamento della roulotte sia completato alla perfezione.
  • Dopo uno o due giorni è bene ricontrollare la regolazione, poiché entrando e uscendo dalla roulotte è probabile che uno o più piedini di stazionamento tendano a sprofondare leggermente nel terreno.
  • A questo punto colleghiamo l’elettricità in modo che il frigorifero possa entrare in funzione in modalità 220 V e poi concediamoci una bella pausa - siamo o non siamo in vacanza? - gustandoci una bella «birretta» fresca.

Fino al 20% di sconto presso un rivenditore specializzato in articoli da campeggio

Diventate subito soci TCS Camping e approfittate di allettanti offerte! Attuali rivenditori specializzati partner.

Saperne di più

Montare una veranda o una vela parasole

Dopo una riposante pausa e le prime chiacchiere con i vicini, in genere in merito al viaggio, al tempo o a dove si mangi la pizza migliore, è tempo di montare la veranda o la vela parasole. 

Sempre più spesso, tuttavia, gli amanti della roulotte scelgono di montare le tende da sole, facili da svolgere e in grado di offrire un’ottima protezione dal calore solare. In questo articolo abbiamo deciso tuttavia di non approfondire questi temi.

>> Tenda da sole o veranda per roulotte e camper – un confronto

Strumenti che semplificano la vita a chi possiede una roulotte

1. Avvitatore a batteria

Per evitare di dover sollevare o abbassare a mano i piedini di stazionamento utilizzando la lunga manovella, è consigliabile tenere a bordo un avvitatore a batteria. Prima di partire per le vacanze, segate e rimuovete la parte ricurva della manovella fornita di serie con la roulotte. L’asta lunga può ora essere inserita nel mandrino dell’avvitatore e i piedini sollevati e abbassati in tutta comodità. 

Per sicurezza è consigliabile acquistare e portare con sé una seconda manovella, da utilizzare nel caso in cui si sia dimenticato l’avvitatore, la batteria sia scarica e il relativo caricabatterie sia rimasto a casa oppure l’apparecchio rifiuti per qualunque motivo di fare il suo dovere.

2. Sistema di sollevamento

Chi ama la vita comoda o non può permettersi sforzi fisici eccessivi, può scegliere di far montare sulla roulotte un sistema di sollevamento. Al momento sono disponibili presso i rivenditori specializzati due diversi sistemi. 

Sistema di sollevamento: semplice ed economico
Il sistema più semplice ed economico consente di sollevare e abbassare elettricamente i quattro piedini di stazionamento della roulotte. In modo rapido, sicuro e più comodo che mai. Tutelando inoltre la vostra schiena dagli sforzi eccessivi. Come descritto precedentemente, la roulotte deve tuttavia essere già stata livellata lungo gli assi longitudinale e trasversale. A quel punto l’altezza dei quattro piedini può essere regolata agendo sul telecomando per mettere precisamente in piano e fissare definitivamente la roulotte. 

Il sistema di sollevamento elettrico è adatto a roulotte fino a 2,5 tonnellate di peso e può essere montato su tutti i telai Al-Ko. Per i telai di altri costruttori è necessario informarsi anticipatamente presso il rivenditore specializzato. Il sistema di sollevamento è alimentato a 12 V. Pertanto è necessario che la roulotte disponga di una batteria adatta (idealmente con correnti di 80-100 A) e di un caricabatterie in grado di ricaricarla. Al momento un sistema di questo tipo è prodotto da Al-Ko, modello UP4, ha un peso approssimativo di 15 kg e un costo, montaggio incluso, di circa CHF 2000.–. A ciò vanno inoltre aggiunti i costi per la batteria a 12 V e per il relativo caricabatterie, se non già disponibili a bordo. 

Livellamento automatico: un sistema che garantisce il massimo comfort
Questo sistema di maggiore complessità garantisce un comfort impareggiabile. Esso livella in modo completamente automatico la roulotte lungo gli assi longitudinale e trasversale sollevando e abbassando automaticamente i piedini di stazionamento. È sufficiente sistemare il mezzo nella posizione desiderata, attivare il sistema mediante telecomando e dopo circa due minuti la roulotte è perfettamente livellata e stabile sui piedini. 

La differenza principale rispetto al sistema più semplice sta nel fatto che in questo caso i piedini sono sei anziché quattro e il funzionamento è completamente idraulico. Due sollevatori idraulici vengono installati sull’asse e consentono il livellamento trasversale. I quattro piedini di sostegno montati di serie agli angoli della roulotte vengono anch’essi sostituiti da sollevatori idraulici che consentono il livellamento in senso longitudinale. 

Il sistema, che assicura un piazzamento stabile e sicuro del mezzo in modo totalmente automatico, è adatto per rimorchi ad asse singolo e doppio fino a un peso di 3,5 tonnellate e non necessita di alcuna manutenzione. Esso evita inoltre i danni ai pneumatici dovuti all’inattività durante il deposito invernale. Al momento, l’unico sistema di questo genere disponibile sul mercato è prodotto da E&P Hydraulics, modello LevelC, pesa circa 20 kg e ha un costo, montaggio incluso, di poco superiore ai CHF 4000.–. A ciò vanno inoltre aggiunti i costi per la batteria a 12 V e per il relativo caricabatterie, se non già disponibili a bordo. 

Da poco il sistema E&P è disponibile anche in una versione più semplice denominata modello LevelC compatto. Esso consiste in due soli sollevatori idraulici montati sull’asse e in grado di effettuare automaticamente il livellamento trasversale, che è quello più complesso. I quattro piedini di stazionamento angolari restano quelli di serie, azionabili manualmente o utilizzando un avvitatore a batteria. Questo sistema ha un costo che è circa la metà rispetto a quello completamente automatico.

3. Movimentatore

Da alcuni anni i movimentatori vengono spesso montati sulle roulotte e assicurano un decisivo incremento del comfort. Soprattutto per le coppie più anziane che viaggiano da sole, questo accessorio è ormai praticamente un must. 

Grazie al movimentatore è possibile manovrare una roulotte con precisione centimetrica, utilizzando un semplice telecomando e senza alcuno sforzo. Non solo in campeggio, ma anche a casa. Immaginate ad esempio di dover affrontare, per parcheggiare la roulotte nell’angolo più lontano di un terreno, un percorso tortuoso su diversi tipi di fondo: selciato, prato e asfalto. Senza un movimentatore si tratterebbe di un’impresa quasi impossibile. 

Il movimentatore

Il movimentatore per le roulotte ad asse singolo è composto da due unità di trazione, quello per le roulotte a doppio asse da quattro unità di trazione – una per ogni ruota. Ogni unità dispone di un proprio motore a corrente continua alimentato a 12 V. Le unità di trazione vengono montate sul telaio del mezzo nelle immediate vicinanze delle ruote e collegate da una barra trasversale. 

La caratteristica principale che rende altamente confortevole questo dispositivo è il fatto che le unità aderiscono direttamente alle ruote. L’aderenza alla ruota può essere ottenuta a mano agendo su una speciale leva oppure elettricamente mediante telecomando. Una volta che le unità di trazione sono state accostate e premute contro la ruota, la roulotte può essere pilotata mediante telecomando. Marcia avanti, indietro, verso sinistra, verso destra, rotazione sul posto, spostamento continuo in avanti. Esistono persino movimentatori in grado di far superare alla roulotte gli scalini dei marciapiedi nonché pendenze fino al 10%. 

Per funzionare, il movimentatore necessita di una batteria da 12 V con correnti di circa 80-100 A e del relativo caricabatterie. I leader sul mercato nella produzione di movimentatori di alta qualità sono Al-Ko e Truma. I movimentatori di questi produttori sono sofisticati, robusti, potenti, altamente durevoli e non necessitano di manutenzione. Un movimentatore di marca totalmente automatico per roulotte monoasse, di alta qualità, completo di batteria e caricabatterie ha un prezzo di circa CHF 4000.– montaggio incluso. 

Sono inoltre disponibili sul mercato sistemi più semplici a prezzi più economici, caratterizzati tuttavia da potenze decisamente inferiori nonché problemi in caso di umidità, salite e necessità di superare gli scalini dei marciapiedi. Vi suggeriamo di chiedere consiglio a un rivenditore specializzato per evitare investimenti errati. Il montaggio di un movimentatore richiede buone conoscenze in fatto di impianti elettrici. Se si dispone delle competenze necessarie è possibile, sfruttando la batteria del movimentatore, realizzare anche una soluzione autarchica che consenta di disporre a bordo di corrente a 12 V per le luci, la pompa dell’acqua e le ventole del riscaldamento anche in assenza di rete elettrica a 220 V.

Montaggio del movimentatore

Sono pochissimi i costruttori di roulotte che prevedono la possibilità di ordinare un movimentatore contemporaneamente all’acquisto del mezzo. L’installazione di questo dispositivo richiede infatti parecchio tempo e influirebbe negativamente sui processi produttivi e di montaggio. Per questo i movimentatori vengono di solito installati dal rivenditore della roulotte. Età, peso e dimensioni del mezzo non hanno importanza: esistono movimentatori praticamente per ogni tipo di roulotte.

Per ricevere una consulenza completa a riguardo potete rivolgervi ai professionisti di Bantam.

Questo articolo è stato utile?
No
100%
degli utenti ha trovato questo articolo utile
40 valutazioni
 

Saperne di più

Newsletter
Reti sociali
Rivista Touring
Apps
Nuovi prodotti & giubilei
 
Si prega di pazientare un attimo
Stiamo ottimizzando il nostro sito, ciò che può comportare tempi di caricamento più lunghi.