Educazione stradale

Il TCS, in collaborazione con polizia e insegnanti, offre materiale didattico sul tema della sicurezza stradale.


Lo sapevate che a un bambino sotto i 7 anni servono dai 3 ai 4 secondi per distinguere una vettura ferma da una che circola lentamente? Che i bambini tra i 6 e i 9 anni sono due volte più a rischio di rimanere coinvolti in un incidente della circolazione che gli adulti? O che se si spostano in compagnia degli amici sul tragitto casa-scuola i bambini assumono comportamenti maggiormente a rischio? 

Come sensibilizzare i bambini ai pericoli della strada?

Bambini

In Svizzera ogni anno circa 1'300 bambini subiscono un infortunio sul percorso casa-scuola. Tra i 5 e i 14 anni questi incidenti rappresentano addirittura la prima causa di mortalità.

È proprio con l’intento di prevenire questo tipo d’incidente che il TCS investe da anni nella sicurezza stradale mettendo a disposizione strumenti didattici destinati a ogni fascia d’età.

Oltre 50 articoli disponibili

Oltre 50 articoli disponibili

Opuscoli da colorare, consigli per la guida o gioco in bicicletta su CD: attualmente sono oltre 50 gli articoli prodotti dal TCS e distribuiti agli alunni di tutto il paese nell’ambito dei corsi di sensibilizzazione e d’educazione stradale.

Alcuni articoli sono destinati esclusivamente alla polizia e alle scuole, altri sono disponibili al pubblico. Scoprite i nostri articoli didattici per la sicurezza stradale.

Campionato di educazione stradale

Campionato di educazione stradale

Organizzato ogni anno in una regione diversa, il campionato nazionale di educazione stradale del TCS permette ai giovani ciclisti di mettere alla prova la loro agilità e le loro conoscenze delle regole della circolazione. I 4 vincitori hanno in seguito il privilegio di rappresentare la Svizzera al Campionato europeo di educazione stradale.

Sensibilizzazione secondo l’età

4-7 anni: imparare il giusto comportamento sulla strada

 questi bambini il TCS propone materiale didattico sotto forma di opuscoli da colorare o carte da gioco che rappresentano situazioni frequenti nella circolazione stradale, come strisce pedonali, passaggi pedonali con isola, semafori o carreggiate con e senza marciapiede. Lo scopo è quello di insegnare ai bambini le più semplici regole di comportamento nel traffico.

8-9 anni: conoscere le norme della circolazione ed utilizazre la bici in modo corretto

Per questa fascia d’età l’accento è posto sulle regole fondamentali di comportamento nel traffico (passaggi pedonali, passaggi pedonali con isola, semafori ecc.) e di circolazione in bicicletta.

Oggigiorno i bambini iniziano molto presto a spostarsi in bici e partecipano sempre più spesso alla circolazione stradale. È dunque essenziale che conoscano le norme della circolazione e sappiano condurre la bicicletta con sicurezza e abilità. La segnaletica stradale e la condotta nella circolazione stradale sono spiegate ai bambini attraverso un opuscolo e carte da gioco.

10-12 anni: esame sulla conoscenza delle regole della circolazione e sulla capacità di controllo in sicurezza della bici

È l’età in cui il bambino è in grado di anticipare i pericoli e riconoscere i comportamenti o le situazioni che possono mettere a repentaglio la sua sicurezza. Il tragitto fino a scuola è generalmente affrontato a piedi o in bici.

In alcuni cantoni svizzeri è obbligatorio un esame sulla capacità di controllo della bicicletta e sulle conoscenze delle norme della circolazione. Il materiale didattico per questa fascia d’età mette l’accento sulla guida in bici e sulle regole della circolazione, per consentire ai bambini di spostarsi in tutta sicurezza.

16+: un comportamento spesso eccessivo può avere conseguenze tragiche per i ragazzi

Sulla strada, in bici o in scooter questi comportamenti smisurati possono avere conseguenze drammatiche. Per prevenire questi atteggiamenti nella circolazione stradale il TCS mette a disposizione un certo numero di opuscoli riguardanti alcol, droghe, guida in scooter e velocità eccessiva.

Neopatentati: rischio di incidente raddopiato o addirittura triplicato rispetto ad automobilisti adulti

Lo sapevate che i giovani conducenti (ovvero i neopatentati tra i 18 e i 24 anni) sono esposti a un rischio d’incidente da due a tre volte maggiore rispetto ai conducenti di età superiore? Al gusto della velocità si aggiunge, sovente a questa età, il consumo d’alcol o di droghe, che nella circolazione stradale aumenta ovviamente il rischio d’incidente.

D’altronde, è proprio in questa fascia d’età che si registra il tasso più elevato di incidenti della circolazione con esito letale. Ma questo triste primato non è una fatalità. Le contromisure sono semplici – come invitare i giovani ad assumere comportamenti responsabili al volante sensibilizzandoli per i rischi correlati agli eccessi di velocità e informandoli sulle conseguenze del consumo di alcol e droghe.

TCS Sicurezza stradale
Chemin de Blandonnet 4
1214 Vernier
Telefono +41 58 827 23 90
Condividere
Reti sociali
Newsletter
Apps
Rivista Touring