Più difficile circolare nei centri cittadini italiani

In Italia in molti centri città si può circolare in auto solo con appositi pass. E talvolta non bastano nemmeno quelli.


Zone a traffico limitato - ZTL

Le zone a traffico limitato, abbreviate con «ZTL», sono presenti in numerose città italiane, in particolare a Bologna, Firenze, Genova, Milano, Napoli, Pisa, Roma e Verona. Queste zone a circolazione ridotta sono state introdotte per combattere l'inquinamento e abbassare i livelli di polveri sottili nell'aria.

Le zone a traffico limitato sono generalmente indicate con un segnale di divieto che precisa il tipo di restrizione (parziale o totale), così come le eccezioni. Queste zone non sono necessariamente segnalate dai navigatori satellitari.

Per il turista-automobilista che desidera soggiornare in un albergo all’interno di una ZTL, per ottenere il permesso di accesso temporaneo deve preventivamente informarsi presso l’albergatore. La validità del permesso, le modalità d’accesso e gli orari possono variare da città a città. Nella maggioranza dei casi, durante il soggiorno, l’auto deve rimanere parcheggiata in un’autorimessa commerciale o privata dell’albergo, altrimenti dev’essere lasciata al di fuori della ZTL.

Milano: pass e divieti di accesso

Area C
A Milano è necessario munirsi di un pass Area C per accedere al centro storico «Cerchia dei Bastioni», denominato Area C, i lunedì, martedì, mercoledì e venerdì, dalle 7.30 alle 19.30, così come i giovedì dalle 7.30 alle 18.00. Il pass deve essere acquistato e attivato prima dell'ingresso nelle zone a traffico limitato. Il pass costa  EUR 5.-/giorno. Per maggiori informazioni: Area C Milano.

Area B
Una nuova area di Milano, circostante all’area C, è stata demarcata ed è vietata alle auto diesel più inquinanti. Più precisamente, l’accesso viene vietato ai veicoli benzina Euro 0 e diesel Euro 1, 2, 3, 4 e progressivamente a tutti i veicoli diesel fino al 2030.
Il divieto di accesso per le categorie di veicoli inquinanti è in vigore dal lunedì al venerdì, dalle ore 7:30 alle ore 19:30, esclusi i festivi, come per l’Area C. L’accesso all’Area B è gratuito. Per maggiori informazioni: Area B Milano

Roma: divieti di circolazione diurni e notturni

A Roma esistono varie ZTL che delimitano l’accesso al centro storico e al centro della città, accessibili solo a veicoli autorizzati. Ci sono tre ZTL in particolare che sono attive sia di giorno che di notte.

ZTL Tridente
Auto, ciclomotori e motocicli non possono accedere a questa zona a traffico limitato nei seguenti orari:
da lunedì a venerdì dalle ore 6.30 alle ore 19.00 (esclusi i giorni festivi)
il sabato dalle ore 10.00 alle ore 19.00 (esclusi i giorni festivi)

ZTL Centro Storico
Le delimitazioni della zona a traffico limitato del centro storico e le regolazioni di accesso variano a seconda delle ore diurne o notturne.
Le auto non possono accedere alla ZTL Centro Storico diurna da lunedì a venerdì dalle 6.30 alle 18.00 (esclusi i giorni festivi) e il sabato dalle 14.00 alle 18.00 (esclusi i giorni festivi).
Le auto non possono accedere alla ZTL Centro Storico notturna venerdì e sabato dalle 23.00 alle 3.00 (esclusi i giorni festivi). La ZTL notturna è sospesa dal 1 al 31 agosto.

ZTL Trastevere
Le restrizioni nella zona a traffico limitato Trastevere sono attive sia di giorno che di notte. Le automobili non possono accedere alla ZTL diurna Trastevere ogni giorno dalle 6.30 alle 10.00 (esclusi i giorni festivi). Le auto non possono accedere alla ZTL notturna Trastevere e vige il limite di velocità di 30 Km/h: venerdì e sabato dalle 21.30 alle 3.00 (anche nei giorni festivi). Da maggio a ottobre la ZTL notturna Trastevere è attiva anche il mercoledì e il giovedì (anche nei giorni festivi) dalle 21.30 alle 3.00. La ZTL notturna è sospesa dal 1 al 31 agosto.

Per maggiori informazioni: ZTL Roma

Bologna: pass obbligatorio tra le 7.00 e le 20.00

A Bologna è necessario acquistare un biglietto per accedere alla zona a traffico limitato (ZTL) dalle 7.00 alle 20.00. Si può acquistare il biglietto alle stazioni dei bus e ferroviarie: biglietto per le ZTL a Bologna

Sudtirolo: divieto di circolazione nei centri urbani

In Sudtirolo i centri cittadini di Bolzano e Bressanone sono chiusi al traffico per la maggioranza dei veicoli da dal lunedì al venerdì, dalle 7.00 alle 10.00 e dalle 16.00 alle 19.00 (esclusi i giorni festivi).
Se il vostro luogo di soggiorno si trova nella zona interessata, siete tenuti a presentare la vostra conferma di prenotazione per potervi recare in quella parte della città. 

Napoli: divieto di circolazione in più zone della città

A Napoli sono in vigore diverse zone a traffico limitato, accessibili solo con un apposito contrassegno ad una certa tipologia di utenti. Una delle ZTL copre tutto il centro antico della città. 

I turisti non possono richiedere il contrassegno per accedere alle ZTL. 

Per maggiori informazioni: ZTL Napoli

Costiera amalfitana: divieto per camper e roulotte

Sulla strada costiera di Amalfi (SS 163) che collega Positano con Vietri (circa 40 km), a sud di Napoli è in vigore un divieto di circolazione per camper e roulotte tutti i giorni, dalle 6.30 alle 20.00. Questo divieto non è applicato alle automobili.

Contravvenzioni e ricorsi

Il costo della multa per accesso non autorizzato alla ZTL è importante. Esso oscilla da un minimo di € 80,00 a un massimo di € 335,00. Se la multa è pagata entro 5 giorni dalla notifica si beneficia dello sconto del 30%. Alla multa va inoltre sommata la spesa di accertamento, procedimento e notifica: € 14,20. Il totale della multa ammonterà quindi ad un minimo di € 94.20. Ricevuta la multa, il trasgressore ha 60 giorni di tempo per pagare la sanzione o fare ricorso. Superati i 60 giorni, la multa passa da € 80 a € 167,50 (la metà del massimo) e ogni sei mesi in più scatta un’ulteriore maggiorazione semestrale del 10%, a cui si aggiungono l’aggio, che può arrivare al 20%, e gli interessi di mora per ritardato pagamento.

Interporre ricorso per far valere le proprie ragioni ed evitare di pagare la multa può essere rischioso e oneroso. I pochi motivi per cui è consigliato procedere contro la sanzione sono: luogo e data di infrazione non specificata nel verbale; multa notificata oltre i 360 giorni dalla violazione; dimostrazione che il veicolo non si trovava nella ZTL al momento dell’infrazione. Se la contestazione non è ritenuta valida, si è costretti a pagare oltre le spese giudiziarie, anche il pagamento del doppio della multa. 

Potrebbe interessarvi anche

Offerte del TCS

Newsletter
Reti sociali
Rivista Touring
Nuovi prodotti & giubilei
 
Si prega di pazientare un attimo
Stiamo ottimizzando il nostro sito, ciò che può comportare tempi di caricamento più lunghi.