Test antinquinamento

Dal 1° gennaio 2013 il Consiglio federale ha allentato di molto le prescrizioni per il test di controllo dei gas di scarico.

Automobili, camion e autobus equipaggiati con un sistema di diagnosi di bordo (OBD), dall’inizio del 2013 non devono più recarsi in officina ogni due anni per il test antinquinamento obbligatorio.

Il test non viene più effettuato all'uscita dal tubo di scappamentozoom
Il test non viene più effettuato all'uscita dal tubo di scappamento

Gli apparecchi OBD sono d’obbligo dal 2001 per i veicoli a benzina e dal 2004 per quelli diesel. Nel 2003 è entrata in vigore una normativa facilitata, secondo la quale tali veicoli possono essere controllati tramite i malfunzionamenti registrati nel computer di bordo, invece che con una misurazione delle emissioni dal tubo di scappamento. Inoltre, il test dei gas di scarico cadeva spesso fuori dai regolari intervalli dei servizi di manutenzione.

Veicoli esentati dal controllo obbligatorio antinquinamento

  • Automobili e furgoni a benzina o gas con codice emissione «B03», «B04» o superiore (punto 72 nella licenza di circolazione).
  • Automobili e autofurgoni diesel con codice emissione «B04», «B5a», «B5b»
    o superiore (punto 72 nella licenza di circolazione).


Secondo il Governo, questo cambiamento di regolamentazione è giustificato in quanto i sistemi OBD controllano costantemente le componenti che hanno un'influenza sui gas di scappamento e indicano ogni difetto di funzionamento tramite una spia sul quadro di bordo. Se essa si accende, il proprietario del veicolo deve provvedere a far riparare il suo veicolo entro un mese.

Per ulteriori informazioni e dettagli potete consultare i link disponibili nella colonna a destra.

A cosa serve un test antinquinamento?

Verificando il dispositivo antinquinamento dei veicoli e correggendo gli eventuali difetti si possono ridurre le emissioni dei gas di scarico.

Quando effettuare il servizio antinquinamento?

  • Ogni due anni per i veicoli con sistemi OBD anziani e non omologati.
  • Ogni due anni per i veicoli a benzina con catalizzatore e i veicoli a motore diesel senza sistemi OBD.
  • Ogni anno per i veicoli a benzina senza catalizzatore.

Attenzione: il libretto di manutenzione del sistema antinquinamento dev'essere valido e sempre disponibile nella vostra auto. Dev'essere presentato al momento del collaudo periodico obbligatorio del vostro veicolo.

Chi può effettuare il servizio antinquinamento?

Sono autorizzati a effettuare i lavori di manutenzione del sistema antinquinamento i garage e alcuni centri tecnici del TCS.

Quali sono i rischi?

  • Falsificazione: non compilare correttamente il documento di manutenzione o compilarlo senza aver sottoposto il veicolo ai lavori di manutenzione prescritti è considerato come una falsificazione di documento.
  • Multe: se manca la scheda di manutenzione CHF 20.-; ritardo nei termini: fino a 1 mese CHF 40.-, 3 mesi CHF 100.-, 6 mesi CHF 200.-; più di 6 mesi, denuncia.

Lo sapevate?

  • Sono anche esonerate dal controllo tutte le vetture immatricolate per la prima volta prima del 1° gennaio 1976.
  • Il detentore è responsabile di assicurarsi che il suo veicolo sia provvisto di un documento di manutenzione del sistema antinquinamento con le indicazioni prescritte.
  • Se il libretto delle manutenzioni è pieno è possibile incollarvi o allegare delle copie di schede con le stesse rubriche del documento originale.
  • La misurazione a regime elevato permette di controllare i valori di riferimento e al contempo il funzionamento del catalizzatore. Questa disposizione è stata introdotta il 1° luglio 1994.
  • La maggior parte dei lavori di manutenzione da effettuare per il servizio antinquinamento obbligatorio è compresa nel grande servizio di manutenzione. Conviene quindi ai detentori «grandi utenti» di effettuare il servizio antinquinamento mentre viene fatto il servizio di manutenzione generale.
  • Sistema di diagnosi «On Board» (OBD): il comando del motore sorveglia in permanenza, tramite diverse misurazioni, tutte le componenti e i sistemi che influiscono sulle emissioni di gas di scarico. Se un difetto dovesse apparire, viene immediatamente segnalato permettendo di procedere alla riparazione senza indugi.