Tessera di socio
TCS Mastercard
Fattura


Auto elettrica al freddo: impatto sull'autonomia

Il freddo influenza l'autonomia e la ricarica delle auto elettriche. In inverno, tuttavia, non ci sono solo aspetti negativi, ma anche alcuni vantaggi.

Auto elettriche in inverno: tutto quello che c'è da sapere

Le auto elettriche soffrono particolarmente in inverno. Rispetto ai veicoli con motori a combustione, tuttavia, le auto elettriche hanno anche dei vantaggi. I conducenti di auto diesel lo sanno: quando le temperature salgono a malapena sopra lo zero, il motore comunica il suo disagio. Finchè non ha raggiunto una certa temperatura il motore tremola e fa rumore, questo varia a dipendenza dell'annata dell'auto e dell'isolazione acustica. 

Un'esperienza invernale completamente diversa attende invece i conducenti di auto elettriche. La loro macchina parte dolcemente, come sempre, noncurante del freddo.

Ma questo non significa che l'inverno sia un periodo spensierato per le auto elettriche, infatti a basse temperature, due fattori si combinano sfavorevolmente, entrambi non hanno a che fare con il motore, ma con l'immagazzinamento dell'energia, cioè la batteria. Se da un lato, la domanda di energia aumenta con il freddo, dall'altro, la batteria può fornirne meno. La chimica delle celle nei serbatoi di elettricità è semplicemente meno vivace che a temperature miti. Il risultato, è un'autonomia minore. Un effetto che può essere ammortizzato con alcune astuzie, di cui si parlerà più avanti. Ma quanto è alta la perdita di calore in un'auto elettrica? In un ampio test di guida con venti veicoli, l'associazione norvegese degli automobilisti ha determinato una media del 18,5% in meno di autonomia, rispetto alle letture ufficiali WLTP. Lo spettro era compreso tra il 9 e il 30%.

L'influenza del freddo sull'autonomia e le astuzie per preservarla

Grazie alle auto elettriche più recenti, i tempi dove l'ansia da autonomia era giustificata, appartengono in gran parte ormai al passato. La maggior parte delle auto elettriche oggi, sono dotate di batterie più grandi, il cui contenuto energetico è meglio utilizzato dalle prestazioni dell'elettronica particolarmente avanzate. Concretamente: se una Tesla S LR percorre 610 km (secondo il WLTP) o 470 km è una differenza enorme matematicamente, ma nella vita reale dovrebbe raramente giocare un ruolo decisivo, a parte l'aumento del  prezzo per chilometro. E in pratica non si dovrebbe neanche notare se una Hyundai Kona perde 44 km dei suoi 449 km di autonomia WLTP in inverno (il test è stato condotto in Norvegia a temperature tra -6 e + 3° C).

Per gli ibridi plug-in, d'altra parte, un calo del 20% potrebbe avere un influenza decisiva sul tragitto quotidiano, ovvero se è ancora fattibile con l'energia elettrica o no.

Perché l'autonomia è peggiore quando fa freddo?

  • La capacità delle celle della batteria a basse temperature è inferiore, circa -50% a -20°C (fonti). Di solito è compensato dal riscaldamento della batteria, ma anche questo costa energia e dipende dalla chimica della cella. 
  • Il riscaldamento dell'aria richiede 2-5 kW di potenza, che aumenta il consumo di energia del veicolo di circa il 10-20%, questo può essere notevolmente ridotto utilizzando il riscaldamento del sedile, il riscaldamento del volante e il riscaldamento del parabrezza invece dell'aria condizionata. Il riscaldamento del sedile e il riscaldamento del volante insieme hanno bisogno solo di circa 150W (fonti).

Cosi si preservano le riserve di energia durante i mesi freddi in inverno:

  • Se possibile, riscaldi il Suo veicolo alla stazione di ricarica prima di partire. Riscaldare un'auto che si è raffreddata richiede più elettricità che mantenere la temperatura in seguito.
  • Utilizzi il riscaldamento dei sedili e del volante. Il riscaldamento dell'aria richiede da dieci a trenta volte più elettricità che la tempera del sedile e del volante.
  • Quando è possibile, parcheggi l'auto al sole.
  • Applichi le raccomandazioni per una guida economica e un recupero intelligente. Sulle tappe autostradali, ad esempio, una piccola riduzione di velocità ha un grosso impatto: 110 invece di 120 km/h riduce la resistenza dell'aria del 15%.
 
 
App klima Tesla
App - iD3
 
App - clima -Tesla S
App - Tesla S
 
app Nissan Leaf
App - Nissan Leaf
 
 
 

Vantaggi delle auto elettriche in inverno

  • Nessun problema alla partenza.
  • Il riscaldamento è standard per quasi tutti i modelli. Spesso con controllo tramite app. 
  • Il sistema di controllo della trazione è molto reattivo sui motori elettrici. 

Influenza del freddo sulla guida

La potenza ridotta della batteria quando fa freddo, significa minori prestazioni di guida, la riduzione di potenza dipende dalla temperatura e dal modello. A basse temperature, il veicolo limita la potenza finché il riscaldamento della batteria non ha portato la batteria alla temperatura di esercizio. Poi, però, la potenza massima, o quasi, è di nuovo disponibile.

L'auto elettrica ha spesso prestazioni molto buone su strade scivolose perché il motore elettrico per l'ASR riesce a dosare la coppia  più velocemente e in maniera più accurata dei motori a combustione. Grazie alle batterie, le auto elettriche hanno spesso un centro di gravità più basso e una distribuzione uniforme del peso.

L'impatto del freddo sulla ricarica

Il freddo riduce le prestazioni della batteria non solo quando eroga energia, ma anche quando viene caricata. Secondo uno studio finlandese, la velocità di ricarica a -10° C è del 15% inferiore a quella ideale di 20° C. Tuttavia, la curva di carica e la gestione della temperatura variano molto a seconda del modello, le generalizzazioni sono da prendere con le pinze.

L'impatto del freddo sulla durata di vita della batteria

In termini di longevità delle batterie, il freddo ha anche dei vantaggi: la chimica delle celle è meno sollecitata rispetto alle alte temperature. In generale, l'invecchiamento del dispositivo di stoccaggio dell'energia non è preoccupante. Ad esempio durante il test  occasioni TCS, abbiamo esaminato una batteria di una Tesla S di sei anni con un chilometraggio di 140.000 km, questa aveva ancora più del 90% della sua capacità nominale.

Le batterie generalmente invecchiano più velocemente nei paesi caldi (fonti). Il clima in Svizzera è favorevole per quanto riguarda la durata della batteria. Le temperature fredde rallentano i processi chimici della batteria, ma non danneggiano particolarmente la cella.

 
 
© TCS Consulenza mobilità
© TCS Consulenza mobilità

Online: gennaio 2021

Newsletter
Reti sociali
FacebookInstagramTwitterLinkedInYouTube
Rivista Touring
Rivista Touring
Apps
Nuovi prodotti & giubilei
50 Jahre Rechtsshutz
60 Jahre ETI Schutzbrief
Mitgliedschaft Familien
 
La preghiamo di pazientare un momento.
Il Suo ordine è in fase di elaborazione.