Tessera di socio
TCS Mastercard
Fattura

14.12.2020

Notti magiche nel Giura vodese

Lo Chasseron è una meta imperdibile per escursionisti, patiti di sport invernali e famiglie.
14 dicembre 2020

Qui, a quota 1600 metri, vi attende l‘Hotel du Chasseron, il belvedere più alto del Giura vodese, aperto su un magnifico panorama alpino giorno e notte, tutto l’anno.

Chasseron
Hôtel du Chasseron
L’albergo d’alta quota offre una vista indimenticabile sul cielo.

Dopo la deliziosa raclette servita nella sala che ricorda le romantiche atmosfere da baita di montagna, la maggior parte dei clienti riscendono a valle armati di torcia frontale, con le racchette da neve, gli sci o la slitta. Qualcuno però trascorrerà la notte in una delle sei camere disponibili – ma non senza essere andato ancora una volta fuori sulla terrazza. 

Fa freddo e buio, in lontananza si vedono solo le luci di Yverdon ed Orbe. Una volta che gli occhi si sono abituati all’oscurità, questo posto, che svetta nel Giura vodese a 1607 metri di altitudine , si presenta in tutta la sua bellezza. Grazie al basso livello di inquinamento luminoso, il cielo stellato si stende sopra di noi nitidissimo, tale ad un planetario naturale. Ci rannicchiamo imbacuccati sulla sdraio davanti all’edificio e ammiriamo il cielo su di noi con una tazza di tè bollente in mano. Altri preferiscono fare una passeggiata digestiva nei dintorni; lo sguardo si perde nella notte infinita; ci divertiamo a scrutare il firmamento cercando Sirio e la costellazione del Grande Carro, poi lasciamo vagare i nostri pensieri. Sono momenti pieni di magia che riscaldano i sensi e l’anima, nonostante le temperature sotto zero. 


Chi si alza presto trova un tesoro
Dopo un po’ rabbrividiamo sotto i nostri giacconi imbottiti. Ci ritiriamo dunque in camera. E infilati sotto le calde coperte ci lasciamo cullare dal silenzio più assoluto che avvolge l’Hotel du Chasseron.
La dormita ristoratrice non dovrebbe però protrarsi troppo a lungo. I più mattinieri saranno ripagati dalla strepitosa vista sull’intero massiccio del Giura illuminato dai primi raggi di sole. L’impressionante catena montuosa si stende per oltre 250 chilometri, dal Säntis al Monte Bianco. Nel chiarore, le cime sembrano un esercito di nobili cavalieri schierati a guardia della valle e dei suoi abitanti. Non importa a quale ora ci si affacci su questo bel balcone di montagna: lo spettacolo che si gode da quassù vale ben la fatica della salita.

chasseron.ch

Altrove sotto un tetto di stelle

Hotel Fex

Alta Engadina
Hotel Fex: albergo ricco di storia, si trova alla fine dell’omonima valle chiusa alle auto nell’Alta Engadina. È ideale per chi è in cerca di quiete e vuol dormire sotto le stelle. Camere semplici e ristorante arredato in stile rusticale. Specialità grigionesi con ingredienti di stagione, di produzione locale. Camera doppia da 250 franchi, hotelfex.ch

Chetzeron

Vallese
Hotel Chetzeron: struttura moderna e chic situata a 2112 metri sopra le piste di Crans-Montana con vista strepitosa. D’inverno è accessibile solo a piedi, con gli sci o servizio navetta con gatto delle nevi. Ristorante gourmet e lussuosa spa per ritrovare la connessione con il pianeta. Camera doppia da 400 franchi (stagione invernale), chetzeron.ch 

Sulzfluh

Grigione
Berggasthaus Sulzfluh: «Dietro la luna a sinistra» è questo lo slogan proposto dai giovani gestori dell’albergo adagiato nella catena del Reticone. Posizionato a 1772 metri d’altitudine, invita gli amanti della natura incontaminata. Al riparo da ogni inquinamento luminoso, è un nido di charme per coppie innamorate e cacciatori di stelle. Alcune alcove in legno con mobili semplici e lume di candela. Cucina alpina semplice ma sostanziosa. Camera doppia da 200 franchi (incl. metà pensione), sulzfluh.ch 

Testi: Dominic Graf
Foto: Dominic Graf, ALD

Chasseron
DA SAPERE
Dove alloggiare: l‘Hotel du Chasseron dispone di sei camere con 38 letti (a due, a cinque, sei o dieci letti), a partire da 45 franchi a persona. Richiesta la prenotazione.

Salita a piedi: l’albergo si raggiunge in circa 2,5 ore (dislivello intorno ai 500 metri). Ciaspole indispensabili d’inverno (noleggio a Les Rasses). Trasporto in motoslitta su richiesta.

Cosa mangiare/bere: fondue al Mauler, tartare di manzo, raclette a volontà, meringhe con doppia panna, piatti di stagione, scelta di vini tipici.

Come arrivare: in auto fino a Ste-Croix / Les Rasses (75 minuti da Berna, 50 minuti da Losanna); in treno fino alla stazione di Ste-Croix, quindi in bus fino a Les Rasses (2 ore e 17 minuti da Berna).
 
Condividere
durckenE-MailFacebookTwitter

Altri contributi della redazione Touring

Newsletter
Reti sociali
Rivista Touring
Apps
Nuovi prodotti & giubilei
 
La preghiamo di pazientare un momento.
Il Suo ordine è in fase di elaborazione.