Tessera di socio
TCS Mastercard
Fattura


Campagna «Precedenza alla prudenza»

La campagna «Precedenza alla prudenza» segnala le situazioni pericolose, che possono causare gravi incidenti.

Per ridurre il numero di tali incidenti, il TCS con i suoi partner Pro Velo, ATA, upi, Suva, TCS, la Polizia e altri partner proseguono insieme la campagna «Precedenza alla prudenza» per la sicurezza stradale in bici. Il messaggio principale della particolare azione è, quando si tratta della precedenza, «meglio sempre guardare attentamente due volte».

«Meglio guardare due volte alla precedenza»

Il mancato rispetto del diritto di precedenza è la maggior causa di collisioni fra automobili e bici. In particolare agli incroci, nelle rotatorie e nella svolta a sinistra, entrambi i gruppi di conducenti sottovalutano la situazione.

Tutelare i ciclisti dagli incidenti

Nel 2017, 4213 ciclisti hanno subito incidenti. Di questi, 1042 hanno subito lesioni gravi, 37 persone hanno perso la vita. Questi cifri raggruppano gli utenti di bici classiche e bici elettriche (fonte: Rapporto standard USTRA, 2017).

Il traffico sempre più intenso e la fretta sempre più in aumento nella vita quotidiana possono avere conseguenze fatali sulla circolazione dei veicoli. Il mancato rispetto del diritto di precedenza è la causa più frequente di collisione fra conducenti di automobili e ciclisti. Queste sono gli incidenti che capitano più spesso nelle sulla strada: non dare la precedenza, non fermarsi agli stop, nelle svolte a sinistra e col semaforo rosso.

La campagna «Precedenza alla Prudenza» è volta a sensibilizzare ciclisti e motociclisti verso le principali norme di circolazione stradale, affinché si possano evitare collisioni. Solo col comportamento corretto e col rispetto reciproco sarà possibile ridurre sensibilmente e durevolmente il numero degli incidenti gravi con ciclisti e rendere ancora più attrattivo l'andare in bicicletta.

Newsletter
Reti sociali
FacebookInstagramTwitterLinkedInYouTube
Rivista Touring
Rivista Touring
Apps
Nuovi prodotti & giubilei
50 Jahre Rechtsshutz
60 Jahre ETI Schutzbrief
Mitgliedschaft Familien
© 2022 Touring Club Svizzero Condizioni d'uso – Informazioni giuridiche Protezione e sicurezza dei dati
v2.28.0 / Production publish 1
 
La preghiamo di pazientare un momento.
Il Suo ordine è in fase di elaborazione.