Consumo di alcol problematico

Il consumo di alcol può presentare aspetti problematici diversi: c’è chi beve cronicamente troppo e chi ne assume grandi quantità episodicamente.


Consumo problematico

Gli standard internazionali definiscono «eccessivo» il consumo che mette seriamente in pericolo la salute del consumatore o quella di terzi e che potrebbe causare o causa dei danni. È considerato eccessivo anche il consumo di alcol da parte di persone che, come i bambini e gli ammalati, dovrebbero assolutamente astenersi dal bere.

Alcoldipendenza

Secondo la classificazione delle malattie dell'OMS, la dipendenza si manifesta attraverso vari sintomi, in particolare la compulsione per l'alcol, la perdita progressiva del controllo sul consumo, la trascuratezza di altri interessi a favore dell'alcol e il consumo costante nonostante gli effetti secondari chiaramente dannosi (WHO 2007). In Svizzera si stima che circa 250'000 persone siano dipendenti dall'alcol o, quanto meno, possano essere considerate «ad alto rischio». Due terzi sono uomini (Kuendig 2010).

Consumo eccessivo episodico

Secondo gli standard internazionali, il termine «consumo eccessivo episodico» indica l'assunzione episodica di forti quantità di alcol, non meno di 4 bicchieri per le donne e 5 per gli uomini, almeno una volta al mese. Una persona su cinque dai 15 anni in su beve, episodicamente, in modo eccessivo (circa 20%). Con il 26.5 per cento, in questo gruppo gli uomini sono quasi il doppio delle donne (14.9 %). Il fenomeno riguarda il 38.2 per cento della fascia di età dai 20 ai 24 anni (Monitoraggio delle dipendenze 2016).  

Consumo eccessivo cronico

Si definisce «cronico» il consumo regolare che, per frequenza e quantità, può essere considerato a rischio. Secondo gli standard internazionali più diffusi, il consumo eccessivo cronico comincia con l'assunzione media di 2 bicchieri standard al giorno per le donne e 4 bicchieri per gli uomini. Si stima che il 4 per cento delle donne e uomini d'età superiore ai 15 anni consumi regolarmente quantità eccessive di alcol. La percentuale di bevitori cronici aumenta tendenzialmente con l'età.  

Consumo inadeguato alla situazione

Esistono situazioni nelle quali è necessaria una particolare prudenza riguardo al consumo di alcol. Durante la gravidanza e l’allattamento è vivamente consigliato astenersi e chi assume medicamenti deve prestare attenzione a eventuali interazioni. Anche sul lavoro, durante l’attività sportiva e in età avanzata è bene limitare il consumo di alcol, non da ultimo per motivi di sicurezza. 

Per la circolazione stradale e la navigazione vige il limite di 0,25 milligrammi di alcol per litro d’aria respirata o dello 0,5 per mille per il tasso alcolemico. 

Fonte: Ufficio federale della sanità pubblica UFSP. 

Non utilizzate queste informazioni come base assoluta per le decisioni sulla salute. In caso di problemi alla salute consultate il vostro medico o farmacista. Navigare su internet non sostituisce la consultazione medica.

Per considerazioni e input, potete contattarci per Email: mdtcsch

Potrebbe interessarvi anche

Offerte del TCS

Newsletter
Reti sociali
Rivista Touring
Nuovi prodotti & giubilei
 
Si prega di pazientare un attimo
Stiamo ottimizzando il nostro sito, ciò che può comportare tempi di caricamento più lunghi.