Sicuri in scooter

Motorini e scooter sono un'alternativa attraente all'auto. Con i nostri consigli affrontate il traffico in sicurezza.


Pratico, maneggevole e facile da parcheggiare, lo scooter rappresenta un’alternativa all’automobile. Analogamente a tutti i veicoli a due ruote, anche la guida di uno scooter comporta dei rischi.

Consigli per chi guida uno scooter

Prima di mettersi alla guida

  • Prima di lanciarvi nel traffico dovete essere in grado di padroneggiare il vostro scooter.
  • Fate in modo di essere visibili dagli altri utenti della strada.
  • Circolate sempre con i fari accessi (obbligatorio).
  • Ricordatevi di avere sempre con voi delle lampadine di ricambio, per la vostra sicurezza.
  • Indossare il casco è obbligatorio sia per voi che per il passeggero.

In viaggio per strada

  • Rispettate le regole della circolazione: la strada non è una pista!
  • Anticipate i movimenti degli altri veicoli, assumete uno stile di guida prudente.
  • Spostate costantemente lo sguardo all’interno del vostro campo visivo dal punto più vicino a quello più lontano. Controllate anche negli specchietti retrovisori ciò che accade alle vostre spalle e lateralmente. L’attenzione e l’anticipazione sono fondamentali nella guida di un veicolo a due ruote.
  • Segnalate per tempo con gli indicatori di direzione tutte le vostre deviazioni.
  • Controllate la velocità, specialmente in partenza, in caso di cattive condizioni meteo e in curva.
  • Potete circolare sulle piste ciclabili solo se sono demarcate con linea tratteggiata e se non ostacolate i ciclisti.
  • Sorpassate unicamente a sinistra.

Da evitare

  • Non fate manovre brusche che potrebbero sorprendere gli altri utenti della strada e mettervi in pericolo.
  • Non circolate troppo vicino al veicolo che vi precede.
  • Non avvicinatevi troppo al marciapiede o al bordo della strada ma viaggiate al centro della vostra corsia, eccetto in caso di spostamento in gruppo con altri motociclisti. In simili situazioni spostatevi un poco di lato in modo da evitare il veicolo che vi precede in caso di frenata brusca. Assicuratevi di tenere 2 secondi di distanza da chi vi precede.
  • Non circolate sulle corsie riservate ad altri utenti come i marciapiedi, le piste ciclabili o le corsie riservate agli autobus (a meno che non sia eccezionalmente autorizzato come ad esempio a Baden, AG) ecc.
  • Non fate lo slalom tra le vetture (proibito).
  • Non superate una fila di veicoli fermi.
  • Non tagliate le curve (rischio d’incidente mortale).

Quale dotazione scegliere?

Il casco integrale offre la migliore protezione

Il casco integrale offre la migliore protezione

Indossare il casco è obbligatorio, anche per il passeggero. Il casco integrale offre la migliore protezione poiché protegge tutto il viso e in particolare la mascella.

Per provarlo, indossatelo senza allacciare il cinturino e scuotete più volte la testa: il casco non deve muoversi. Dopo che avete chiuso il cinturino, tra quest’ultimo e il mento deve passare soltanto un dito. Esistono anche dei caschi modulari, molto pratici per coloro che indossano gli occhiali, ma che non vanno mai indossati aperti durante la guida (pericolo mortale). Quando fa molto caldo è possibile utilizzare occasionalmente un casco semintegrale.

Il casco deve obbligatoriamente essere omologato secondo la norma ECE 22-05. Un casco non omologato o con omologazione diversa non garantisce la sicurezza ottimale e lo sconsigliamo vivamente. La Francia prescrive gli adesivi catarifrangenti obbligatori sul casco. Altre caratteristiche come il peso, l’insonorizzazione, la ventilazione o la tendenza ad appannarsi ecc. rivestono un ruolo importante. Consigliamo pertanto d’informarsi a fondo e consultare i test sui caschi prima dell’acquisto.

Se possibile, provate personalmente su strada i vari tipi di casco per trovare quello più adatto a voi.

Il neck-brace (protezione cervicale) in aggiunta al casco integrale limita il rischio di fratture a livello della nuca e delle vertebre cervicali in caso d’incidente.

Scegliete un abbigliamento in grado di offrire la migliore protezione possibile

Scegliete un abbigliamento in grado di offrire la migliore protezione possibile

Optate per un abbigliamento in pelle o tessuto in grado di offrire la migliore protezione e il miglior comfort in base alla stagione.

La scelta tra pelle o tessuto è una questione di gusti personali. La pelle è il materiale più resistente in caso di sfregamento in seguito a una caduta. Tuttavia l’abbigliamento in pelle risulta spesso troppo caldo in estate. Se preferite la pelle, per la stagione estiva consigliamo un abbigliamento dai colori chiari e «traforato», che lasci passare l’aria, e un altro abbigliamento in pelle per le altre stagioni.

Alcuni capi in pelle sono anche resistenti alla pioggia. I capi in tessuto si adattano più facilmente alla stagione, ma offrono una minore protezione dallo sfregamento. Consentono di aggiungere una fodera termica con cerniera e in genere sono antipioggia.

Un giubbotto con airbag e rinforzo schiena

Consigliamo come minimo d’indossare un giubbotto da motociclista (con protezione omologata per i gomiti e le spalle) oppure, meglio ancora, un giubbotto e un paraschiena separato. La protezione migliore consigliata dal TCS è un giubbotto con airbag e rinforzo schiena. Questa soluzione protegge al meglio la parte superiore del corpo.

  • Consigliamo anche d’indossare un gilet di sicurezza con fasce riflettenti sopra il giubbotto.
  • Consigliamo pure caldamente d’indossare dei pantaloni appositi per motociclisti con protezione per le ginocchia, le anche e le tibie.
  • In linea di massima scegliete abiti riflettenti o di colore chiaro (casco compreso) per aumentare la possibilità di essere visti.

Fanno parte dell’attrezzatura anche i guanti speciali

Fanno parte dell’attrezzatura anche i guanti speciali

Anche i guanti appositi per scooteristi (versione invernale o estiva) con protezione per le nocche, le dita e il taglio della mano fanno parte dell’equipaggiamento. Purtroppo spesso le ferite alle mani o ai piedi non guariscono al 100% e bisogna tenere conto di postumi o handicap. In Francia è obbligatorio indossare dei guanti (con marcatura CE) per tutti i conducenti di due ruote motorizzate e i loro passeggeri.

Stivali con protezioni rigide integrate

Stivali con protezioni rigide integrate

Oltre alle mani ,anche i piedi sono particolarmente esposti al rischio di ferimento in caso di collisione laterale o caduta. Per questo motivo il TCS raccomanda di indossare stivali con protezioni rigide integrate (analogamente agli scarponi da sci) che offrono una migliore protezione del piede.

Domande e risposte

Quali sono le differenze tra uno scooter e una moto?

Dal punto di vista legale le motociclette e gli scooter appartengono alle stesse categorie:

  • Categoria A1: a partire da 18 anni, cilindrata fino a 125 cm3 e potenza massima di 11 kW oppure a partire da 16 anni fino a 50 cm3 e potenza massima di 11 kW.
  • Categoria A con limitazione: potenza massima di 25 kW e rapporto potenza/peso fino a 0.16 kW/kg.
  • Categoria A: potenza superiore a 25 kW e rapporto potenza/peso superiore a 0.16 kW/kg.

Anche se le categorie delle licenze di condurre sono le stesse per le moto e gli scooter, vi sono delle differenze importanti per quanto riguarda la manutenzione, la guida, l’utilizzazione ecc. La maggior parte delle moto ha un cambio manuale, mentre gli scooter propongono generalmente il cambio automatico (salvo alcune eccezioni come ad es. le Vespa PX 125/150). Questo pertanto facilita la guida.

Da che età si può guidare una moto e come ottenere la licenza?

Dai 16 anni è possibile guidare uno scooter con cilindrata massima di 50 cm3 e dai 18 anni uno scooter con cilindrata di 125 cm3. Questi veicoli richiedono la patente di tipo A1. In questa categoria, la potenza massima è di 11 kW (kilowatt).

I regolamenti per le categorie A1, A limitata e A sono molteplici e relativamente complessi. Per questo motivo vi consigliamo di informarvi sulle pratiche e sulle condizioni necessarie per poter ottenere la licenza di condurre desiderata sul sito dell’Associazione dei servizi della circolazione: licenzedicondurre.ch.

Che tipo di guida offre lo scooter?

Lo scooter offre una guida pratica. È maneggevole e facile da parcheggiare. Tuttavia, come tutte le due ruote, non ha la stabilità di un’automobile. Lo scooter a tre ruote è più stabile rispetto al due ruote, soprattutto nelle curve e nelle frenate, ma resta più vicino al comportamento delle due ruote che a quello di un’automobile.

Quali sono i vantaggi e gli svantaggi di uno scooter rispetto ad un’auto?

Vantaggi scooter Svantaggi scooter

Maneggevole

Sicurezza passiva estremamente limitata, priva di carrozzeria protettiva (salvo ad es. lo scooter BMW C1)

Trovare parcheggio è relativamente semplice

Protezione dalle intemperie relativamente scarsa

Vano sotto il sellino, eventuale spazio supplementare in presenza di un bauletto e spesso possibilità di fissare le borse della spesa davanti al sellino

Rischio elevato di ferimento (in caso di caduta o incidente)

Costi inferiori per l’acquisto e l’utilizzo

Rischio elevato d’incidente che non implica terzi 


Meno visibile

Vantaggi scooter

Maneggevole

Svantaggi scooter

Sicurezza passiva estremamente limitata, priva di carrozzeria protettiva (salvo ad es. lo scooter BMW C1)

Vantaggi scooter

Trovare parcheggio è relativamente semplice

Svantaggi scooter

Protezione dalle intemperie relativamente scarsa

Vantaggi scooter

Vano sotto il sellino, eventuale spazio supplementare in presenza di un bauletto e spesso possibilità di fissare le borse della spesa davanti al sellino

Svantaggi scooter

Rischio elevato di ferimento (in caso di caduta o incidente)

Vantaggi scooter

Costi inferiori per l’acquisto e l’utilizzo

Svantaggi scooter

Rischio elevato d’incidente che non implica terzi 

Vantaggi scooter


Svantaggi scooter

Meno visibile

I motociclisti sono più vulnerabili nel traffico?

Secondo l’Ufficio federale delle strade (USTRA) circa 2'500 conducenti di moto e di scooter hanno subito ferite leggere e circa 1'200 lesioni gravi nel 2013. 55 motociclisti hanno perso la vita ovvero il 16.2% delle persone decedute sulle strade svizzere.

I conducenti di veicoli a motore a due ruote sono molto vulnerabili nel traffico. Circa l’80% delle collisioni in cui sono stati coinvolti dei motociclisti e scooteristi e causate dagli altri utenti della strada è dovuta al fatto che questi ultimi non li avevano visti.

Cosa bisogna considerare al momento dell’acquisto?

  • Prima dell’acquisto è importante riflettere sul tipo di motoveicolo di cui si ha bisogno: moto o scooter, uno o due posti?
  • Gli scooter dotati di piccole ruote presentano l’inconveniente d’essere meno stabili di quelli con ruote grandi, ma in compenso sono più morbidi.
  • posizione di seduta confortevole
  • comandi facilmente raggiungibili
  • maneggevolezza e possibilità di appoggiare entrambi i piedi a terra da fermi
  • buon comportamento su strada (tenuta)
  • freni efficaci e facili da gestire con ABS
  • motore che produce poche vibrazioni

Check-list: consigli per l'acquisto di uno scooter

TCS Sicurezza stradale
Chemin de Blandonnet 4
1214 Vernier
Telefono +41 58 827 23 90
Condividere

Offerte del TCS

Reti sociali
Newsletter
Apps
Rivista Touring