Tessera di socio
TCS Mastercard
Fattura


Incidente stradale: i primi soccorsi

Se siete testimoni di un incidente, è fondamentale che sappiate come reagire e quali sono i passaggi da seguire per prestare soccorso senza mettere in pericolo voi stessi.

… mostra di più
… mostra di meno

I gesti di primo soccorso: ancora troppo poco noti?

La metà della popolazione svizzera non si fida delle proprie capacità di prestare soccorso a qualcuno che è in una situazione di emergenza. Solo il 17% dice di sapere fare un massaggio cardiaco. La maggior parte della popolazione ha seguito un corso di primo soccorso solo durante la formazione alla guida e di conseguenza le conoscenze con il tempo si affievoliscono*.

Per questo motivo sembra fondamentale ricordare periodicamente i gesti che salvano la vita: troverete qui sotto le indicazioni e i video dimostrativi di questi gesti passo dopo passo e le spiegazioni di Joëlle Christen, formatrice certificata in primo soccorso.

Pensate anche ai corsi di primo soccorso proposti dalle sezioni del TCS. Vi chiedete se avete le conoscenze necessarie per superare l’esame teorico della patente? Guardate i video qui sotto e poi visitate la piattaforma Theorie 24 per esercitarvi.

*Secondo uno studio Helsana - Croce Rossa svizzera condotto nel 2020 su 3000 persone.

Prestare soccorso a una persona che ha avuto un incidente: i 4 passaggi in video

Regola ORA & valutazione dello stato della vittima

Regola ORA & valutazione dello stato della

Vittima cosciente: i primi soccorsi

Vittima cosciente: i primi soccorsi

Vittima non cosciente che respira

Vittima non cosciente che respira

Vittima non cosciente che non respira

Vittima non cosciente che non respira

Primo soccorso: la regola ORA & valutazione dello stato della vittima

Soprattutto niente fretta! Per garantire la vostra sicurezza quando prestate soccorso a una persona ferita, pensate al principio ORA: Osservare - Riflettere - Agire.

Osservare: bisogna valutare la situazione, capire cosa è successo, chi è ferito, individuare i pericoli potenziali o imminenti. Attenzione a elettricità, frammenti di vetro, prodotti chimici, ecc.

Riflettere: bisogna escludere eventuali pericoli per voi, per i soccorritori e per la vittima.

Agire: è il momento di proteggervi, segnalare il luogo dell’incidente, spegnere i motori, allertare i numeri di pronto intervento e valutare lo stato della vittima e prestare i primi soccorsi in funzione delle vostre conoscenze.

Su strada, chiamate il 144 o il 112 (numero universale europeo).
In autostrada, utilizzate in primo luogo le colonnine per la chiamata d’emergenza perché permettono di localizzarvi automaticamente. Per raggiungere la colonnina più vicina, fate riferimento al cartello qui sotto, posizionato sui paletti bianchi e neri.

Ricordate: è disponibile l’app gratuita echoSOS che fornisce in particolare:

  • la localizzazione GPS automatica
  • la lista dei numeri di emergenza
  • la localizzazione dei punti di soccorso vicini

Bisogna fornire informazioni complete alle squadre di soccorso:

  • descrivere la posizione esatta dell’incidente e in particolare il nome della via / strada e il senso di marcia in cui è avvenuto l’incidente (fate riferimento ai segnali di progressiva distanziometrica, ai cartelli, ecc.);
  • indicare il numero e il tipo di veicoli incidentati;
  • dare informazioni sui feriti e in particolare sul numero e sullo stato apparente delle vittime;
  • fornire un numero di telefono raggiungibile in attesa che arrivino i soccorsi.
 
 
Agire in funzione delle circostanze:
Su strada
  1. Fermatevi se possibile in un punto sicuro.
  2. Accendete le luci di emergenza.
  3. Indossate il gilet di emergenza.
  4. Uscite dal veicolo dal lato più sicuro.
  5. Posizionate il triangolo di segnalazione a circa 50 m.
  6. Prestate soccorso alle vittime.
In autostrada
  1. Parcheggiate se possibile il veicolo in modo da creare un corridoio di sicurezza per l’arrivo dei soccorsi. 
  2. Accendete le luci di emergenza e indossate il gilet di emergenza.
  3. Se non siete solo(i) nel veicolo, mettete l’altro o gli altri occupanti al sicuro dietro il guardrail.
  4. Avvisate i soccorsi in primo luogo usando le colonnine di chiamata perché hanno il vantaggio di essere geolocalizzate. (Camminate dietro le barriere di sicurezza).
  5. Posizionate il triangolo di segnalazione a circa 100 m.
  6. Prestate soccorso alle vittime.
Incidente in galleria
  1. Accendete le luci di emergenza.
  2. Parcheggiate il veicolo il più vicino possibile al bordo destro della carreggiata.
  3. Spegnete il motore e lasciate le chiavi inserite nel quadro.
  4. Indossate il gilet di emergenza.
  5. Avvisate i soccorsi tramite la colonnina della chiamata di emergenza.
  6. Prestate soccorso ai feriti.
Incendio in galleria
  1. Accendete le luci di emergenza.
  2. Indossate il gilet di emergenza
  3. Se possibile, conducete il veicolo fino all’uscita della galleria
  4. In caso contrario:
    • Utilizzate le nicchie di sicurezza.
    • Chiamata di emergenza attraverso le colonnine di sicurezza.
    • Evacuate usando le uscite di emergenza.

Vittima cosciente: i primi soccorsi

Bisogna stabilire se la persona ha necessità di essere soccorsa in funzione del suo stato apparente. Verificate:

  • lo stato di coscienza
  • se respira
  • se ha delle ferite
  • coprite la persona con una coperta termica.

Avvisate i soccorsi.

Pensateci:

  • non date mai da bere a una persona ferita.
  • non togliete mai gli abiti bruciati di una persona ustionata.
  • non spostate mai un ferito tranne in caso di pericolo imminente (incendio, rischio di esplosione, ecc.).
 
 

Vittima non cosciente che respira: la PLS

Joëlle vi spiega qui come mettere la persona in PLS (Posizione Laterale di Sicurezza):

  • fate attenzione alla schiena e alla nuca della vittima
  • pensate a liberare le vie respiratorie.
  • controllate regolarmente la respirazione della vittima.

Vittima non cosciente che non respira: massaggio cardiaco e defibrillazione

Scoprite le spiegazioni di Joëlle per praticare correttamente un massaggio cardiaco (posizione delle mani, intensità e ritmo di compressione) e per utilizzare un defibrillatore.

echoSOS: l’app di primo soccorso

- gratuita
- localizzazione GPS automatica
- lista dei numeri di emergenza
- localizzazione dei punti di soccorso vicini

Approfondire
Newsletter
Reti sociali
FacebookInstagramTwitterLinkedInYouTube
Rivista Touring
Rivista Touring
Apps
Nuovi prodotti & giubilei
50 Jahre Rechtsshutz
60 Jahre ETI Schutzbrief
Mitgliedschaft Familien
© 2022 Touring Club Svizzero Condizioni d'uso – Informazioni giuridiche Protezione e sicurezza dei dati
v2.28.0 / Production publish 2
 
La preghiamo di pazientare un momento.
Il Suo ordine è in fase di elaborazione.