Il TCS fortemente sollecitato dal passaggio dell’uragano Irma

L’uragano Irma ha particolarmente impegnato la centrale d’intervento del Libretto ETI del TCS. Bisogna risalire all’eruzione del vulcano islandese Eyjafjallajökull del 2010 per ritrovare una catastrofe naturale di simile ampiezza.

14 settembre 2017

All’ora attuale, la centrale d’intervento del Libretto ETI del TCS ha soccorso 65 persone in risposta a richieste di rimpatrio in Svizzera o per l’organizzazione della continuazione del soggiorno sul posto o una modifica dell’itinerario del viaggio. La maggior parte di queste richieste sono giunte dalla Florida, da Cuba e dalla Repubblica Domenicana. 95 domande d’annullamento del viaggio sono tuttora in corso di valutazione a seconda della zona geografica. Il TCS ha ricevuto solo poche richieste d’assistenza sanitaria a seguito del passaggio dell’uragano.

Inizio delle scuole

Secondo il "Centro degli uragani americano" (NHC), Irma è una dei cinque più potenti uragani dell’oceano Atlantico degli ultimi 80 anni. Vista l’ampiezza della catastrofe naturale annunciata, la centrale d’intervento del Libretto ETI s’è rinforzata prima ancora che l’uragano toccasse le prime isole, per assicurare la sicurezza dei suoi soci. Bisogna risalire all’eruzione del vulcano islandese Eyjafjallajökull nel 2010 per ritrovare una tale mobilitazione.

L’uragano ha causato molti danni: particolarmente toccate le più piccole isole dei Caraibi. Importanti danni sono stati causati alle infrastrutture; i lavori di sgombero e di ricostruzione dureranno parecchio tempo. In Florida, l’arcipelago delle Keys è stato devastato. Se questa catastrofe naturale è stata particolarmente violenta, non è casuale in questo periodo dell’anno. Nei Caraibi, come in certe zone subtropicali, i tifoni, le piogge monsoniche e gli uragani si manifestano soprattutto fra giugno e settembre.

Come comportarsi ?

  • Il traffico aereo è ancora molto perturbato e l’accesso agli aeroporti più vicini difficile. Per I viaggiatori o i turisti già sul posto, che prevedono di rientrare o di spostarsi in altra destinazione, si consiglia di ben informarsi presso le compagnie aeree e di considerare l’opzione di partire da un aeroporto più distante.
  • I viaggiatori che hanno previsto di recarsi, nelle prossime settimane, nelle regioni toccata, devono informarsi presso la loro agenzia di viaggio o la compagnia aerea. 
  • In caso di bisogno, I soci del TCS possono indirizzarsi, ventiquattro ore su ventiquattro, alla centrale d’intervento del Libretto ETI, al no.: 058/827 22 20.
Renato Gazzola
Renato Gazzola
Telefono +41 79 686 08 80
Condividere
Reti sociali
Newsletter
Apps
Rivista Touring