Tessera di socio
TCS Mastercard
Fattura


Sensazione di sicurezza e percezione soggettiva

Influenza sugli incidenti e potenziale per la sicurezza stradale

Sensazione di insicurezza nel traffico

Nel corso degli ultimi decenni si sono raggiunti significativi miglioramenti in materia di sicurezza stradale grazie a misure mirate. Com’è possibile quindi che l’opinione pubblica continui ad essere sempre molto critica nei confronti del comportamento degli utenti della strada? Perché esiste un divario tra la sicurezza stradale oggettiva e soggettiva? Che ne è dell’influenza reciproca? Come si può influenzare la sensazione di insicurezza? Per trovare delle risposte a queste domande Fussverkehr Schweiz e il Touring Club Svizzero hanno unito le forze.

Pre-studio 2020:

Lo studio doveva da una parte individuare, nell’ambito di un’analisi dei problemi, i fattori principali che influiscono sulla sensazione di insicurezza dei vari utenti della strada. Inoltre, si voleva mostrare quali situazioni nel traffico hanno un legame diretto tra la sensazione di insicurezza e il verificarsi di incidenti.

I principali risultati dello studio indicano che sono soprattutto i comportamenti inadeguati e la disattenzione degli altri utenti della strada a generare una sensazione di insicurezza. Le persone intervistate hanno dichiarato di percepire una particolare sensazione di insicurezza in situazioni in cui hanno scarso controllo e dipendono dagli altri. Un confronto con le statistiche degli incidenti ha mostrato che le sensazioni di insicurezza non sempre corrispondono a rischi oggettivamente misurabili.

Studio 2022:

Questo studio ha quindi testato le misure suscettibili di indurre un cambiamento nella valutazione e nella percezione della sicurezza, nella percezione soggettiva, nell’auto-valutazione delle proprie capacità e dei giudizi sulla pericolosità di varie situazioni. Il focus è stato portato sul tema degli incidenti che coinvolgono solo l’utente. L’intento era anche esaminare in che misura fosse possibile utilizzare un approccio agile per raggiungere gli utenti della strada via web e spingerli a prendere coscienza delle proprie possibilità di controllo, a ripensare i propri modelli di comportamento e a valutare i pericoli in modo più realistico.

Nel complesso lo studio mostra che con i quiz e le domande di auto-riflessione è stato trovato un approccio efficace per lanciare una campagna di prevenzione sul tema degli incidenti individuali nei conducenti di veicoli a due ruote. Parallelamente è possibile sviluppare misure simili per altri utenti della strada, come gli automobilisti e i pedoni, per raggiungere un gruppo target più ampio.

Per maggiori informazioni:

TCS Sicurezza stradale
Condividere
durckenE-MailFacebookTwitter
Newsletter
Reti sociali
FacebookInstagramTwitterLinkedInYouTube
Rivista Touring
Rivista Touring
Apps
Giubilei
40 anni Carta Aziendale
50 anni test pneumatici
 
La preghiamo di pazientare un momento.
Il Suo ordine è in fase di elaborazione.