Distrazione al volante

Scrivere un messaggio, telefonare o programamre il GPS riducono il controllo sul veicolo.


Disattenzione e distrazione sono tra le cause più frequenti d’incidente. Solo nel 2013, conducenti disattenti e distratti sono stati corresponsabili di circa 13‘000 incidenti automobilistici. Con la campagna «Occhi aperti sulla strada», l'Associazione Svizzera d'Assicurazioni (ASA) e il Touring Club Svizzero (TCS) incoraggiano i conducenti a concentrarsi sulla guida.

Troppi automobilisti distratti

Guidare un veicolo richiede la massima concentrazione. Tuttavia, troppi automobilisti vengono distratti dal loro compito principale, la guida, da attività secondarie. Già nel 2011, un sondaggio condotto in Svizzera da Allianz Assicurazioni aveva evidenziato quanto segue: durante la guida, circa il 40% degli automobilisti telefonava, il 30% scriveva oppure leggeva SMS o e-mail su uno smartphone o tablet e il 50% impostava la destinazione nel sistema di navigazione. Il problema: chi si distrae mette in pericolo se stesso e gli altri e il richio di incidente aumenta. Per questo sensibilizazre tramite una campagna è molto importante.

Principale causa di incidenti: distrazione

Disattenzione e distrazione sono quindi tra le cause più comuni di incidente. ASA e TCS sottolineano che, indipendentemente dalla bravura di un conducente alla guida, il rischio di incidenti dovuti a distrazione rimane sempre alto. La ragione è che, quando si è distratti, i tempi di reazione aumentano notevolmente: in caso di telefonate o scrittura di SMS al volante, dal 30 al 50%.

Reti sociali
Newsletter
Apps
Rivista Touring