Decesso in vacanza

Cosa succede quando dei turisti svizzeri perdono la vita durante le vacanze?


La morte di un familiare o di una persona cara è già abbastanza tragica, se il decesso avviene all'estero, possono verificarsi complicazioni impreviste.

Chi si trova in una situazione di emergenza all'estero, può rivolgersi alle rappresentanze svizzere per ottenere consigli e aiuto. Il DFAE sottolinea tuttavia che l'aiuto entra in vigore solo dopo che le persone colpite hanno compiuto ogni ragionevole sforzo per superare da sole la situazione di emergenza. Ciò significa che si dovrebbe dapprima ricorrere ai punti di contatto locali e alle opzioni di assistenza disponibili o all'assicurazione di viaggio. Il DFAE raccomanda espressamente di stipulare un'assicurazione di viaggio.

Protezione viaggi: TCS Libretto ETI

Il Touring Club Svizzero organizza ogni anno da 80 a 100 rimpatri di svizzeri deceduti con il TCS Libretto ETI dall'estero.

Secondo il portavoce dei media Daniel Graf, i seguenti servizi sono organizzati per i titolari di un TCS Libretto ETI che perdono la vita durante un soggiorno in patria o all'estero con minimo una notte di pernottamento al di fuori del loro luogo di residenza:

  • Rimpatrio del defunto o delle ceneri al luogo di residenza. Assunzione dei costi di trasporto e dei costi supplementari delle formalità all'estero.
  • Pagamento delle spese supplementari di viaggio di ritorno dei familiari beneficiari sul posto. Spese alberghiere supplementari per  soggiorni prolungati, fino a CHF 1000.- per beneficiario.
  • Messa a disposizione di un conducente per il rimpatrio del veicolo rimasto sul posto. 
  • Copertura delle spese di viaggio di due parenti, per viaggi in loco fino a CHF 4000.— in Europa e CHF 6000.— fuori dall'Europa. Il rimpatrio avviene in consultazione con la famiglia e con i fornitori di servizi specializzati.

La Centrale ETI organizza le prestazioni d'aiuto, il sostegno e l'assistenza ai parenti sul posto.

Rimpatrio di un defunto

In caso di emergenza, i titolari di un TCS Libretto ETI sono tenuti a contattare immediatamente la Centrale d'intervento ETI: +41 58 827 22 20.

Con la chiamata alla Centrale d'intervento viene aperto un dossier e vengono registrati i dati personali necessari. Organizziamo immediatamente il trasporto del corpo o dell'urna con il nostro partner specializzato nel rimpatrio. Si tiene conto il più possibile dei desideri della famiglia (cremazione in loco, rimpatrio in Svizzera, sepoltura in loco).

Per i parenti sul posto, verrà organizzata l'assistenza necessaria, come alloggio, volo di ritorno o trasporto in Svizzera, traduttori locali o viaggio di due persone dalla Svizzera al luogo di decesso.

In caso di rimpatrio, la Centrale d'intervento ETI segue da vicino l'evoluzione della situazione. I case manager specializzati, insieme alla società di trasporti funebri incaricata, garantiscono che i desideri della famiglia riguardo al trasporto della salma o dell'urna siano presi in considerazione il più possibile. Garantiamo che tutte le questioni ufficiali e doganali verranno trattate il più rapidamente possibile, in modo da poter effettuare il trasporto in Svizzera.

I servizi e l'attività di coordinamento in Svizzera terminano con la consegna della salma o dell'urna all'impresa di pompe funebri incaricata dalla famiglia.

TCS Libretto ETI
Centrale d'intervento, in caso di urgenze
Telefono +41 58 827 22 20 (24 ore su 24)
Condividere

Reiseschutz des TCS

Potrebbe interessarvi anche

Offerte del TCS

Newsletter
Reti sociali
Rivista Touring
Nuovi prodotti & giubilei
 
Si prega di pazientare un attimo
Stiamo ottimizzando il nostro sito, ciò che può comportare tempi di caricamento più lunghi.