Viaggiare in aereo durante la gravidanza

In teoria, viaggiare in aereo durante una gravidanza sana è possibile per tutto il periodo.


In questo caso, per un volo aereo con un nascituro in grembo sono determinanti i fattori di salute individuali della donna incinta e le disposizioni delle compagnie di volo.

In generale, i voli a breve e a lungo raggio durante una gravidanza non sono un problema. Le paure diffuse, legate ai voli in aereo durante una gravidanza sana, sono generalmente confutate. In relazione ai seguenti dubbi, le donne con una gravidanza facile e non complicata possono stare tranquille:

  • Mancanza di ossigeno
    Se la donna incinta non soffre di anemia (diminuzione di emoglobina nel sangue) o di una malattia cardiovascolare, bilancia facilmente i cambiamenti di pressione per sé e il nascituro con un aumento della frequenza cardiaca, del volume respiratorio al minuto e della pressione sanguigna.
  • Elevata esposizione alle radiazioni
    Per le donne incinte che fanno viaggi privati e che non sono viaggiatrici frequenti con almeno 100 000 chilometri di volo all’anno, l’esposizione alle radiazioni è molto al di sotto della dose pericolosa.
  • Esposizione alle radiazioni dei detettori di sicurezza all’aeroporto
    Non ci sono basi scientifiche in base alle quali le oscillazioni elettromagnetiche deboli dei detettori di sicurezza potrebbero essere dannose per la gravidanza. Tuttavia, le donne incinte possono sceliere in molti aeroporti l’esame della palpazione.

Esse però vanno incontro in volo a un elevato rischio di trombosi. Dovrebbero bere a sufficienza e muoversi regolarmente durante il volo. Si raccomanda inoltre di indossare delle calze di compressione. Poiché nelle gravidanze in tarda età potrebbe verificarsi che le doglie inizino prima - indipendentemente dal volo o a causa di una monovra in volo, dello stress e della paura di volare - si consiglia di fare soltanto voli a breve raggio. Un esempio di come e fino a quando le donne incinte possono volare con la compagnia di volo SWISS viene riportato di seguito.

In caso di gravidanza ad alto rischio e di donne incinte malate occorre un chiarimento individuale con un ginecologo o un altro specialista. Generalmente, in caso di voli aerei è necessaria la prudenza se ci sono malattie antecedenti (ad es. malattia cardiovascolare) e la gravidanza decorre con complicazioni. 

Ecco le regole della SWISS

Per la compagnia di volo SWISS, fino alla fine della 36esima settimana di gravidanza, ovvero fino alle quattro settimane prima del termine prevedibile del parto, le future mamme con una gravidanza facile e non complicata possono volare. «In caso di gravidanza multipla e non complicata è consentito volare fino alla fine della 32esima settimana di gravidanza. Dopo la 28esima settimana di gravidanza raccomandiamo di portare un certificato medico che attesti il decorso non complicato della gravidanza e che nulla impedisce alla paziente di volare. Deve inoltre essere indicato il termine del parto atteso.» 

Offerte del TCS

Reti sociali
Newsletter
Apps
Rivista Touring