Tessera di socio
TCS Mastercard
Fattura


Etichettatura europea

L'etichetta europea dei pneumatici, introdotta dall'Unione Europea nel 2012, è stata rivista per consentire una classificazione più accurata.

Dal 2012 l’Unione europea impone ai fabbricanti di pneumatici di informare i consumatori sulle proprietà dei loro prodotti mediante apposita etichetta. Questa distingue fra classi di efficienza in termini di consumo carburante, aderenza sul bagnato e rumore esterno di rotolamento.

Una nuova risoluzione adottata dal Consiglio dell'Unione Europea nel 2019 prevede la revisione di questo label a partire dal 2021 per tener conto di maggiori caratteristiche.

Etichetta europea per i pneumatici

L'etichetta per i pneumatici, che offre una valutazione globale del prodotto, corrisponde all'etichetta energia per le automobili, gli elettrodomestici e le lampade, già conosciuta a livello svizzero e europeo, che suddivide gli apparecchi e i veicoli in categorie di efficienza energetica da A a G. Il regolamento stabilisce anche la grafica dell'etichetta.

Metodi di misurazione
  • La categoria di appartenenza rispetto al consumo di carburante viene determinata sulla base del coefficiente di resistenza al rotolamento (CR) secondo una scala compresa tra «A» a «G».
  • Anche la categoria di appartenenza rispetto all'aderenza sul bagnato (G) è individuata secondo una scala che va da «A» fino a «G».
  • La categoria di appartenenza rispetto alla rumorosità esterna di rotolamento (N), infine, è attribuita conformemente ai valori limite (LV) stabiliti nell'allegato II del regolamento (CE) n. 661/2009 in base a una scala a tre livelli.
I metodi di misurazione dei parametri sono disciplinati dettagliatamente nel regolamento n. 117 della Commissione economica per l'Europa delle Nazioni Unite (UN/ECE).

Una nuova etichetta per i pneumatici dal 2021

label pneumatici UE 2021

Finora l’etichetta non valuta le prestazioni degli invernali nelle diverse condizioni metereologiche tipiche della stagione fredda. Ciò rende difficile la scelta per l’acquirente. Il nuovo adesivo indicherà, in aggiunta alle note caratteristiche, anche se il copertone è adatto alla guida su neve e ghiaccio. Tale attitudine sarà simboleggiata da uno o entrambi i relativi pittogrammi, ovvero la montagna a tre cime con il fiocco di neve e/o il triangolo per il grip sul ghiaccio. I costruttori certificheranno così che nelle prove di omologazione la gomma rispetta il valore minimo dell’indice di aderenza conformemente al pertinente regolamento.

L’adozione di questi nuovi standard aiuta i clienti nei paesi centro europei e nordici a trovare l’invernale adatto.

Dopo l’entrata in vigore l’obbligo dell’etichettatura potrebbe essere esteso anche a i pneumatici ricostruiti. Ne sono però esclusi i pneumatici chiodati. Cambia poi notevolmente anche la grafica dell’etichetta.

Ulteriori informazioni sulla qualità dei pneumatici

I test pneumatici eseguiti ogni anno dal TCS insieme con gli enti partner ADAC e ÖAMTC mostrano che i valori dichiarati dai produttori si discostano spesso da quelli effettivi. È vero che la nuova etichetta europea riporterà importanti indicazioni per i consumatori. Noi del TCS  ribadiamo tuttavia che per scegliere il prodotto ottimale occorre sempre considerare l’insieme dei fattori in gioco.

Tous les tests de pneus TCS
Newsletter
Reti sociali
Rivista Touring
Apps
Nuovi prodotti & giubilei
 
La preghiamo di pazientare un momento.
Il Suo ordine è in fase di elaborazione.