Superare i limiti: si può?

Ci sono casi specifici in cui non rispettare i limiti di velocità è consentito? Una panoramica della situazione.


L'esperto TCS Protezione giuridica

Chi ci è già passato non se lo dimentica: uno si trova tranquillamente al volante e all’improvviso viene colto da un malessere accompagnato da nausea oppure – peggio ancora – si manifestano forti crampi addominali. Nelle vicinanze non c’è una piazzuola e appare impensabile riuscire a raggiungere per tempo una toilette. In simili situazioni, come automobilista, è necessario avere nervi saldi, analizzare la situazione e agire ragionevolmente. Ed in nessun caso mettere in pericolo gli altri utenti della strada, come aveva fatto un automobilista lucernese in Ticino, improvvisamente in preda a nausea, vomito e diarrea. Per procurarsi il più rapidamente possibile un po’ di sollievo in un luogo idoneo – presso una cabina di trasformazione che sapeva trovarsi a lato della strada cantonale su cui viaggiava –, il conducente aveva pigiato il gas e superato diversi veicoli alla velocità di 124 km/h (dedotta la tolleranza). Sul tratto in questione il limite era di 80.

Cosa dice la legge?
La giustizia ticinese – confermata dal Tribunale federale – ha condannato l’automobilista per grave violazione delle norme sulla circolazione ad una pena pecuniaria sospesa condizionalmente di 60 aliquote giornaliere da 420 franchi (25 200 franchi) e ad una multa di 2000 franchi. Come avviene in casi simili, il Cantone di domicilio non è rimasto a guardare e la Sezione della circolazione lucernese ha sanzionato l’uomo – più volte recidivo – con il ritiro della patente a tempo indeterminato, ma per almeno 2 anni, per aver messo in serio pericolo l’altrui sicurezza. Pure questa sentenza è stata confermata poi dal tribunale a Losanna (1C_341/2017 del 2.10.2017).

Non giustificato
Per procedere correttamente, il conducente avrebbe dovuto fermare subito la sua auto per riprendersi dal malessere.A lato della strada vi era peraltro una fascia di prato, così come uno spiazzo con delle cataste di legna. Il comportamento dell’automobilista, che ha messo gravemente in pericolo gli altri utenti, non è perciò scusabile secondo il Tribunale federale, nemmeno con lo stato di necessità in cui questi versava. 

Quando si può
Il superamento del limite di velocità segnalato è ammesso in situazioni di emergenza soltanto in via eccezionale, quando si tratta di salvaguardare beni giuridici fondamentali quali la vita, l’integrità fisica o la salute di persone. Ad esempio, un veterinario chiamato a soccorrere una mucca colpita da mastite non può appellarsi a questo stato di emergenza se eccede la velocità massima. Non ha invece dovuto subire conseguenze giuridiche l’automobilista che, superando i limiti, aveva trasportato d’urgenza un suo vicino gravemente ammalato alla clinica universitaria.

TCS Protezione giuridica
Telefono 0844 888 111
Fax 0844 888 112
Condividere

Potrebbe interessarvi anche

Offerte del TCS

Newsletter
Reti sociali
Rivista Touring
Nuovi prodotti & giubilei
 
Si prega di pazientare un attimo
Stiamo ottimizzando il nostro sito, ciò che può comportare tempi di caricamento più lunghi.