All'estero con l'auto prestata

Sono andato in Italia con l’auto di mia madre e non ero in grado di provare che ne avevo il diritto. La Guardia di Finanza ha confiscato l’auto e devo pagare una multa. Questa procedura è corretta?


L'esperto TCS Protezione giuridica

Sì. È compito della Guardia di Finanza controllare che sulle strade italiane non entrino automobili di contrabbando o addirittura rubate.

Per evitare altre sorprese del genere, prima di un viaggio all’estero con un’automobile di terzi bisognerebbe sempre farsi rilasciare un’autorizzazione per l’utilizzo del veicolo:

Attenzione: se ha il domicilio in Italia e il veicolo di sua madre è immatricolato in Svizzera, lei non può recarsi in Italia con questo veicolo prima di averlo sdoganato e dichiarato al fisco. Se non lo fa, rischia una multa oppure altre sanzioni penali.

TCS Protezione giuridica
Telefono 0844 888 111
Fax 0844 888 112
Condividere

Potrebbe interessarvi anche

Offerte del TCS

Newsletter
Reti sociali
Rivista Touring
Nuovi prodotti & giubilei
 
Si prega di pazientare un attimo
Stiamo ottimizzando il nostro sito, ciò che può comportare tempi di caricamento più lunghi.