Il TCS sostiene la riduzione ad una sola giornata della “Formazione in due fasi”

Il TCS sostiene le proposte di miglioramento per la formazione dei nuovi conducenti OPERA 3, ora in consultazione. Il pacchetto di misure, nel complesso, prevede una formazione più efficiente e più snella, consente di ottenere la licenza di condurre a costi minori, senza intaccare la qualità e la sicurezza stradale. Il TCS, però, rifiuta alcune misure proposte dal Consiglio federale nel contesto di Opera 3.

18 settembre 2017

Il TCS è giunto alla conclusione che le seguenti misure proposte dal Consiglio federale in Opera 3, contribuiscono chiaramente al miglioramento della sicurezza stradale :

due fasi
  • Corsi di formazione anticipati. All'età di 17 anni, sarà possibile richiedere il patentino di allievo conducente e iniziare la scuola guida accompagnata.
  • Il termine d’attesa dalla data dell’ottenimento della licenza di guida per accedere alla “Formazione in due fasi” scenderà da tre anni a sei mesi.
  • Nessun accesso diretto alla guida di una moto di cilindrata (oltre 125 cc).

Il TCS ha ritenuto, inoltre, corretta la riduzione della “Formazione in due fasi” da due ad una sola giornata. Assieme alla scuola guida anticipata dei conducenti, questa razionalizzazione permette di rendere meno costoso l’ottenimento della patente di guida senza compromettere la qualità dell'istruzione.

Il TCS respinge le seguenti misure proposte : 
  • Le due ore obbligatorie individuali con un maestro di guida per esercizi di frenata, la guida ambientale e l’efficienza energetica.
  • Comprovare, prima dell’esame pratico, un’esperienza minima di 12 mesi di guida accompagnata per i giovani sotto i 25 anni.
  • Chi ha ottenuto la patente con un’auto automatica, non può in seguito guidarne una con cambio manuale.
Renato Gazzola
Renato Gazzola
Telefono +41 79 686 08 80
Condividere
Reti sociali
Newsletter
Apps
Rivista Touring