Se il garagista non restituisce il veicolo

«Dopo una riparazione, il garagista vuole che saldi subito l'importo, ma non sono d'accordo. Può rifiutarsi di ridarmi il veicolo?»


L'esperto TCS Protezione giuridica

Gli oggetti mobili che, per volontà del cliente, si trovano in possesso del garagista, possono essere trattenuti da quest’ultimo in garanzia del suo credito, a condizione che il credito sia scaduto e che sia in stretta relazione con l’oggetto (come è il caso per del veicolo riparato).

Cosa dice la legge?

Qualora non vi fossero pattuizioni contrarie, il cliente è tenuto a corrispondere la merce al momento della presa in consegna della cosa (art. 372 cpv. 1 CO). Il garagista ha dunque diritto al pagamento immediato della sua fattura. Se questi ha riparato il veicolo in base alla richiesta del cliente, potrà quindi rifiutarsi di riconsegnare l’automobile fino al pagamento integrale delle sue spettanze. Occorre notare che il garagista può far valere il proprio diritto di ritenzione anche quando la sua prestazione è contestata. La natura e l’importo delle pretese del garagista, in caso di contestazione, dovranno essere chiarite nell’ambito di una procedura civile.

E se l'auto è stata trattenuta ingiustamente?

Nella misura in cui, in una procedura giudiziaria, si dovesse appurare che la vostra auto è stata trattenuta ingiustamente, il garagista sarà tenuto al risarcimento del danno. In determinate circostanze questo modo di agire potrebbe persino configurare il reato penale della coazione. Tuttavia, sino al termine di un processo, spesso molto lungo, dovrete attendere la restituzione dell’auto, a meno che non si paghi integralmente la fattura notificando prima per lettera raccomandata al garagista il fatto che il versamento avviene all’unico scopo di evitare l’esercizio del diritto di ritenzione, con la riserva di chiedere la restituzione dell’importo relativo alle posizioni fatturate e non riconosciute.

Come evitare di incorrere in questo tipo di situazioni?

Sarebbe bene sottoscrivere, al momento di consegnare il veicolo per una riparazione, un accordo con il garagista, che escluda espressamente il diritto di ritenzione in caso di contestazione della fattura. Solo in questo modo potrete di fatto ridurre il rischio di vedere applicare da parte del garagista il suo diritto di ritenzione previsto dalla legge.

TCS Protezione giuridica
Telefono 0844 888 111
Fax 0844 888 112
Condividere

Potrebbe interessarvi anche

Offerte del TCS

Newsletter
Reti sociali
Rivista Touring
Nuovi prodotti & giubilei
 
Si prega di pazientare un attimo
Stiamo ottimizzando il nostro sito, ciò che può comportare tempi di caricamento più lunghi.