Fari auto

Quali tipi di fari esistono? Possono essere cambiati dopo l'acquisto? Come prendersene cura? I chiarimenti dei nostri esperti.


Scegliere i fari giusti: alcune regole d'oro

Da alcuni anni anche nel settore automobilistico le tradizionali lampadine vengono vieppiù soppiantate dalle luci a scarica di gas (xeno), LED (a semiconduttore) o fari laser. Queste innovazioni portano indubbi vantaggi economici e aumentano la sicurezza, ma hanno il loro prezzo.

È possibile il post montaggio di luci a LED o allo xeno?

Purtroppo non tutto quello che si trova in commercio è legale. Ne sono un esempio le lampadine allo xeno e i LED con innesti H4 o H7. Infatti, la geometria del fascio luminoso è molto importante. Se il punto focale non è ben posizionato si rischia di abbagliare il traffico in senso opposto. Via quindi le mani dai set di conversione e fari cosiddetti retrofit non omologati, che in genere vengono venduti su Internet!

Auto nuova: per quali fari optare?

Oggi LED e fari allo xeno sono montati di serie già a partire dalle utilitarie o comunque ottenibili in opzione. Rispetto alle alogene offrono vantaggi in termini di luminosità e, nel caso dei LED, risultano molto più longeve. Rappresentano quindi un investimento che paga in sicurezza e convenienza. Chi accetta di dover cambiare ogni tanto qualche lampadina potrà sempre usare le alogene che in caso di danno da incidente sono nettamente meno costose da sostituire.

Cos'è un assistente fari abbaglianti?

Fari abbaglianti automatici Il (Dynamic) Light Assist è un innovativo sistema di assistenza alla guida che permette di viaggiare con gli abbaglianti sempre attivati, perché vengono spenti automaticamente quando s’incrocia o ci si accoda ad un veicolo. Una telecamera nel bordo superiore del parabrezza monitora il traffico, inserendo e disinserendo i fari abbaglianti. Non sono però del tutto soddisfacenti. Infatti, il conducente deve ancora intervenire manualmente, ad esempio per evitare di abbagliare ciclisti o pedoni ai bordi della carreggiata. Anche in autostrada, al sopraggiungere di un camion in direzione opposta, può succedere che il sensore non ne capti le luci nascoste dallo spartitraffico. Il camionista, seduto in posizione rialzata potrebbe quindi essere momentaneamente accecato, a scapito della sicurezza propria ed altrui.

Acquisto e manutenzione dei fari

  • Usare solo prodotti del tipo prescritto. Ricambi a LED o allo xeno al posto delle alogene rischiano di abbagliare chi proviene nel senso opposto.
  • Controllare periodicamente l’illuminazione. Qualora si abbia la sensazione di creare disagi agli utenti che s’incrociano, far regolare i fari in un’officina specializzata.
  • D’inverno pulire l’impianto luci per togliere lo sporco e il sale, garantendone così il buon funzionamento.
  • Oggi il vetro dei fari è vieppiù sostituito dalla plastica, materiale che si graffia facilmente. Non usare detergenti aggressivi o spugne abrasive (tipo Scotch-Brite).
  • Guidando a pieno carico o con rimorchio, correggere la portata luminosa delle luci alogene mediante la regolazione dell’assetto fari. Fari a LED e allo xeno sono in genere equipaggiati di correttore assetto fari automatico.
Herbert Meier, chef de projet technique

L'ESPERTO TCS

Herbert Meier, capo progetto test veicoli

Condividere
durckenE-MailFacebookTwitter

Potrebbe interessarvi anche

Offerte del TCS

Newsletter
Reti sociali
Rivista Touring
Nuovi prodotti & giubilei
 
Si prega di pazientare un attimo
Stiamo ottimizzando il nostro sito, ciò che può comportare tempi di caricamento più lunghi.