Tessera di socio
TCS Mastercard
Fattura

Ora vi trovate in questo campo:
Scegliere la sezione
Argovia
Appenzello AR
Basilea
Berna
Bienne-Seeland
Friborgo
Ginevra
Giura - Giura bernese
Glarona
Grigioni
Neuchâtel
San Gallo - AI
Sciaffusa
Soletta
Svitto
Ticino
Turgovia
Uri
Vallese
Vaud
Waldstätte
Zugo
Zurigo
 

Alla scoperta del Venti35: il progetto di navigazione a 0 emissioni

La Società Navigazione del Lago di Lugano (in seguito SNL), è protagonista da oltre 170 anni dello sviluppo economico, sociale e turistico del nostro Cantone. Nel 2020 ha dato il via al progetto «Venti35 – zero emission ships», pianificando entro il 2035 la riconversione della sua flotta di battelli da combustibile fossile ad elettrico. Lo scorso settembre SNL ha concretizzato la prima tappa del progetto inaugurando la MNE Ceresio 1931, prima motonave elettrica a ricarica rapida e zero emissioni della Svizzera. Per scoprire tutti i dettagli del progetto e i primi riscontri dell’importante novità green abbiamo intervistato Carlo Maria Acquistapace, Membro della Direzione e Direttore Commerciale di SNL.

28 febbraio 2022
SNL

La presentazione del progetto

Il progetto «Venti35 – zero emission ships», ideato da SNL, ha come scopo l’implemento di un nuovo concetto di mobilità sostenibile, in linea con l’obiettivo del Consiglio federale di diminuire le emissioni di CO2 entro il 2050.
Il piano prevede l’elettrificazione dell’intera flotta di SNL entro il 2035, sviluppando specifiche competenze tecniche "made in Canton Ticino” che saranno condivise e di supporto anche per gli altri cantoni, laghi e fiumi svizzeri interessati a convertire i propri natanti. A questo proposito è stata costituita l’Associazione Green Swiss Lakes, con lo scopo di promuovere l’elettrificazione sui laghi svizzeri e attirare interessati e investitori.
Gli impatti positivi dell’iniziativa sono:
• La riduzione dell’inquinamento delle acque
• La diminuzione delle emissioni di CO2
• Supporto all’elettrificazione e predisposizione di stazioni di ricarica sui pontili SNL
• Riduzione dei costi operativi
• Riduzione dell’impatto fonico
• Creazione di un centro di competenza tecnologica in ambito della mobilità sostenibile lacustre
• Creazione di nuovi posti di lavoro e nuove professionalità.
I risultati raggiunti grazie all’ambizioso progetto porteranno ad una nuova mobilità dagli elevati standard qualitativi, un rinnovato impulso sia in tema di turismo green, sia di salvaguardia e tutela del patrimonio naturale che caratterizza l’unicità del lago Ceresio.

Il primato svizzero con la MNE Ceresio 1931

La MNE Ceresio 1931 è stato il secondo battello della flotta ad essere totalmente trasformato secondo i requisiti del progetto Venti35. La motonave è infatti dotata di un doppio motore elettrico ad alta coppia da 225 kw di potenza nominale, tarato a 168 kw per una velocità massima di oltre 24 km/h. Ad alimentarlo, attraverso un sistema di distribuzione a 800 volt in corrente continua e due inverter dedicati, vi sono installate, in tre compartimenti stagni dedicati, 6 batterie da 18 moduli l’una, a ioni di litio totalmente indipendenti e aventi una capacità totale di 840 kwh per circa 6'500 kg di peso. Le menzionate caratteristiche, abbinate a un sistema di ricarica rapida, permettono di impiegare il battello senza limitazioni operative rispetto alla precedente versione a gasolio.

Intervista a Carlo Maria Acquistapace, Direttore Commerciale SNL
Intervista a Carlo Maria Acquistapace
Direttore Commerciale SNL

Intervista a Carlo Maria Acquistapace, Direttore Commerciale SNL
 

Quando e come è nato il progetto Venti35?
Il progetto Venti35 ha avuto formalmente inizio con la progettazione della MNE Ceresio e delle stazioni di ricarica nel 2020; i lavori tecnici sul battello sono iniziati nel 2021 per una durata di circa nove mesi.
Non bisogna poi tralasciare che SNL aveva già inaugurato la MNE Vedetta 1908, battello che, in seguito ad un intervento di ristrutturazione, dal 2016 naviga grazie ad una motorizzazione elettrica supportata da pannelli solari. Si tratta della prima imbarcazione di linea 100% elettrica della Svizzera.
SNL ha nel proprio DNA e nella sua lunga storia la tutela della propria tradizione, sempre con l’attenzione rivolta all’innovazione per garantire una navigazione al passo con i tempi e dagli alti standard qualitativi.
Altrettanto importante è la rilevanza che ricopre la responsabilità sociale verso il territorio e le future generazioni come segno di continuità da oltre 170 anni.

Con chi collabora SNL per la parte di ricerca e sviluppo dei battelli green?
Insieme ad SNL il progetto Venti35 vede impegnati AIL (Aziende Industriali di Lugano) come Energy Partner i quali danno un grande contributo al progetto non solo per quanto concerne la fornitura elettrica ma anche nella ricerca di soluzioni energetiche efficienti e a salvaguardia dell’ambiente, la Città di Lugano, che da subito ha supportato SNL nell’implementazione del progetto, l’Ufficio Federale dei Trasporti, il gruppo Baumüller, che ha fornito la tecnologia necessaria per la motorizzazione della MNE Ceresio 1931 e il Dipartimento tecnologie innovative della SUPSI con il quale è stato sviluppato un apposito dispositivo capace di monitorare giornalmente le performance e i traguardi raggiunti dal natate in termini di risparmi energetici oltre che il CO2 e il gasolio risparmiati durante la navigazione, così come tanti altri parametri che possono essere consultati dal personale di bordo ma anche dai passeggeri.

Sono trascorsi 5 mesi dall’inaugurazione del primo battello di linea a zero emissioni, esistono già dei dati che ci consentono di capire in quali quantità ci sia stata una riduzione delle emissioni di CO2?
Dopo la sua inaugurazione, la MNE Ceresio 1931, è stata subito messa in servizio per effettuare la “Green Line”, prima linea 100% elettrica della Città di Lugano, che collega Lugano con il rivierasco quartiere di Gandria e la frazione di San Rocco.
Le performance del battello sono un fiore all’occhiello per SNL, dopo appena un mese dalla sua introduzione è stata registrata la prima tonnellata di CO2 risparmiata. Oggi dopo 5 mesi sono oltre 10 le tonnellate di CO2 risparmiate e oltre 4.2 mila i litri di carburante risparmiato. È evidente come da un punto di vista qualitativo la navigazione appaia tecnologicamente efficiente ed evidenzi un impatto ambientale rivoluzionario.

Quanti battelli avete in programma di rimotorizzare entro il 2035?
Il progetto prevede di giungere entro il 2035 alla completa rimotorizzazione dell’intera flotta attiva sul Ceresio. Si tratta di un progetto pluriennale che mira ad avere in Canton Ticino la prima flotta interamente green, come segnale concreto di una responsabilità sociale che ci impone una visione a lungo temine sul futuro ruolo della navigazione quale anello di congiunzione tra una mobilità del futuro in Canton Ticino e al contempo accogliere un turismo nazionale e internazionale sempre più attento e consapevole.

Quali sono state le prime reazioni degli utenti locali e dei turisti che si sono spostati con la rinnovata versione green dello storico MNE Ceresio 1931?
È sempre molto bello, oltre che molto importante, raccogliere i giudizi e le opinioni da parte della clientela perché ci aiutano a migliorare il nostro servizio e la nostra offerta.
Nello specifico caso della MNE Ceresio 1931, gli attenti passeggeri rivolgono al personale di bordo domande sui tempi di ricarica, il risparmio energetico e il tempo di realizzazione. Direi che il fattore che accomuna positivamente tutti è certamente il silenzio della navigazione che permette di godersi in completo relax la bellezza dei paesaggi del nostro lago, per noi tutto questo è molto gratificante.

Avete già ricevuto richieste di adesione da parte di altri cantoni per la rimotorizzazione dei battelli?
Al momento il progetto ha destato l’interesse di diverse società di navigazione in Svizzera e all’estero. Un aspetto fondamentale che suscita molto interesse è la possibilità sviluppata da SNL di rimotorizzare i battelli già in uso, anche storici, con una propulsione elettrica e tecnologica come nel caso della MNE Ceresio.

Un tema molto discusso è quello relativo allo smaltimento delle batterie, voi avete già pianificato questo aspetto?
Quando il progetto è stato pensato e sviluppato lo smaltimento delle batterie, come anche la durata e la tenuta delle stesse, sono stati tra i primi temi che abbiamo affrontato.
Le batterie sostituite non saranno dismesse, ma saranno impiegate come stoccaggio d’energia supplementare per ricaricare i battelli e le barche da diporto. Inoltre possono essere anche utilizzate come supporto per la rete elettrica della Città, ad esempio durante concerti e/o grandi eventi.

Nei prossimi mesi, al debarcadero di Lugano, verrà realizzata la prima struttura interamente dedicata alla ricarica elettrica veloce sul Lago di Lugano. Ci potete dare qualche informazione in merito?
La postazione di ricarica elettrica al pontile di Lugano Centrale è una tappa fondamentale del progetto Venti35, permetterà infatti l’approvvigionamento dei battelli durante l’intera giornata. Sarà la prima postazione di ricarica rapida per battelli in Svizzera e i lavori per la sua realizzazione saranno effettuati grazie al nostro Energy Partner AIL, che ci affiancherà per tutta la durata del progetto.
Il pontile di Lugano Centrale sarà dotato di due trasformatori raffreddati ad aria per una potenza utilizzabile di 1,5MW. La struttura sarà inoltre “rinfrescata” mantenendo però il suo layout attuale. Le nostre collaboratrici e i nostri collaboratori avranno una biglietteria nuova e moderna che sarà rispettosa della loro salute e sicurezza sul lavoro.

SNL 2
Punto di contatto Rivera
TCS Sezione Ticino
Via alla Chiesa 10
6802 Rivera
Telefono +41 91 935 91 35
Il primato svizzero con la MNE Ceresio 1931
Box dati:

- La prima motonave elettrica svizzera a ricarica rapida.
- Controllo remoto per il monitoraggio dei parametri operativi
- 6,5t di batterie a bordo
- Circa. 2,5t di cavi a bordo per una lunghezza totale di 8km

Condividere
durckenE-MailFacebookTwitter
Newsletter
Reti sociali
FacebookInstagramTwitterLinkedInYouTube
Rivista Touring
Rivista Touring
Apps
Nuovi prodotti & giubilei
50 Jahre Rechtsshutz
60 Jahre ETI Schutzbrief
Mitgliedschaft Familien
© 2022 Touring Club Svizzero Condizioni d'uso – Informazioni giuridiche Protezione e sicurezza dei dati
v2.28.0 / Production publish 1
 
La preghiamo di pazientare un momento.
Il Suo ordine è in fase di elaborazione.