Tessera di socio
TCS Mastercard
Fattura

Ora vi trovate in questo campo:
Scegliere la sezione
Argovia
Appenzello AR
Basilea
Berna
Bienne-Seeland
Friborgo
Ginevra
Giura – Giura bernese
Glarona
Grigioni
Neuchâtel
San Gallo – AI
Sciaffusa
Soletta
Svitto
Ticino
Turgovia
Uri
Vallese
Vaud
Waldstätte – Lucerna NW/OW
Zugo
Zurigo
 

L'invasione di Amatrice

L'Associazione Motociclisti Ticinesi e i tre giorni di solidarietà ad Amatrice.

03 novembre 2022
Amatrice

A cura di Deysy Boso, Associazione Motociclisti Ticinesi


Nel mese di luglio 2022, l’Associazione Motociclisti Ticinesi ha partecipato per la seconda volta (la prima fu nel 2018) all’evento organizzato dai biker invasori con l’obiettivo di raccogliere fondi per poi donarli alla città di Amatrice che sei anni fa è stata distrutta da uno sciame sismico. La bellissima iniziativa ad Amatrice non è l’unica ma questo bel gruppone ne ha organizzate ormai diverse in Italia in luoghi dove la natura ha preso il sopravvento.
L’Associazione Motociclisti Ticinesi, che tra gli scopi principali ha proprio l’incontro tra i motociclisti e beneficenza, ha abbracciato pienamente questa iniziativa e nel suo piccolo è riuscita ad organizzare e programmare il viaggio in moto con i suoi soci, per portare un po’ di Ticino nel centro dell’Italia.
Detto fatto, e dopo un paio di mail scambiate con i responsabili dei Biker invasori per pianificare la giornata di domenica, il nostro gruppo composto da: il presidente Adriano Brutti arrivato da Friburgo, i nostri soci Peter Michel e Vincenzo Rotella, Daniele Madama (tesoriere dell’A.M.T.) ed infine io Deysy Boso (membro del comitato A.M.T.) è pronto per partire dalla sede di Lugano presso la Pizzeria Domino a Paradiso direzione Amatrice.
I chilometri da percorrere saranno molti tra autostrada e strade statali, per cui la necessità di dividere il percorso in 3 tappe è fondamentale.
Partiti da Lugano nel tardo pomeriggio di venerdì 15 luglio giungiamo la sera in provincia di Modena dove ceniamo tutti assieme e pernottiamo in un albergo della zona.

Giorno 2: sabato 16 luglio
Colazione alle 9:00 poi tutti pronti ad affrontare un bel percorso pieno di curve tra gli appennini tosco-emiliani fino a raggiungere il passo dell’Abetone, il paesaggio merita, un po’ meno la temperatura che si aggira sui 35°/40° e con l’abbigliamento da moto, indispensabile ma molto pesante, si ha la necessità di dover fare diverse pause per idratarsi e riprendersi, ma il viaggio è ancora molto lungo.

La sera finalmente arriviamo all’hotel a Terni e c’è chi ne approfitta per un bagno in piscina, un aperitivo e poi in giro a piedi per la città alla ricerca di un ristorante con cibo tipico locale.
La serata passa velocemente tra le chiacchiere una buona mangiata e due passi a piedi per visitare la città di Terni, per poi rientrare all’hotel.

Giorno 3: domenica 17 luglio
La mattina arriva veloce, e dopo colazione siamo già tutti e 5 pronti nel piazzale dell’hotel dove ci raggiungono altri motociclisti della zona, e assieme a loro ci rechiamo al parcheggio designato quale punto di ritrovo e partenza.
Il parcheggio si riempie velocemente, moto ed ancora moto provenienti da tutta Italia, il tutto all’interno del parcheggio molto organizzato ove poter posteggiare in completa tranquillità, mentre per chi vuole c'è la possibilità di passare nell’area buvette dove sono presenti bottigliette d’acqua panini, dolci e spuntini vari.
Le moto sono tantissime, tutte diverse tra loro, provenienti da ogni parte d’Italia con un unico scopo: raggiungere Amatrice che ci ospiterà per pranzo.

Il corteo parte e una fila infinita di moto sfila per la strada, ai bordi tantissime persone che ci guardano sbigottite, altre invece sorridenti e c'è pure chi ne approfitta per girare qualche video.
Solo una grande organizzazione ci può essere dietro a tutto ciò, fatta di persone incredibili.
Giunti ad Amatrice parcheggiamo le moto nei posti riservati e un lungo serpentone di motociclisti si avvia verso la piazza principale dove è già tutto pronto per il pranzo.
La gente ride, scherza, si abbraccia, la percezione è strana dopo 2 anni di covid ma è reale.
Al termine dell’evento l’associazione biker invasori ha donato il ricavato della vendita dei buoni pranzo, un assegno di 10’000 euro alla città di Amatrice.

Una giornata speciale e unica, soprattutto per alcuni di noi che erano alla loro prima esperienza di partecipazione a un evento simile, costellato da un’infinità di moto. Particolarmente apprezzata anche la visita dell’ex Sindaco di Amatrice.

Punto di contatto Rivera
TCS Sezione Ticino
Via alla Chiesa 10
6802 Rivera
Telefono +41 91 935 91 35
Condividere
durckenE-MailFacebookTwitter
Newsletter
Reti sociali
FacebookInstagramTwitterLinkedInYouTube
Rivista Touring
Rivista Touring
Apps
Giubilei
50 anni test pneumatici
60 anni Libretto ETI
 
La preghiamo di pazientare un momento.
Il Suo ordine è in fase di elaborazione.