Tessera di socio
TCS Mastercard
Fattura

Ora vi trovate in questo campo:
Scegliere la sezione
Argovia
Appenzello AR
Basilea
Berna
Bienne-Seeland
Friborgo
Ginevra
Giura - Giura bernese
Glarona
Grigioni
Neuchâtel
San Gallo - AI
Sciaffusa
Soletta
Svitto
Ticino
Turgovia
Uri
Vallese
Vaud
Waldstätte
Zugo
Zurigo
 

Il racconto di Marilena: la prima moto a 40 anni, ora viaggiatrice in sella a una Royal Enfield

Se tra i vostri interessi annoverate moto e viaggi, non potete fare a meno di leggere la storia di Marilena Chiaravallotti. Un'avventura che colpisce e dimostra che non esiste un'età giusta per seguire le proprie passioni.

07 ottobre 2021
TCS Rivera
Uno scatto del viaggio in Mongolia di Marilena Chiaravallotti in sella a delle Royal Enfield.

Questo racconto fa parte del format «le vostre storie di moto» di Biker TCS Ticino.

La passione per la moto

La mia passione per le moto è nata tardi. La mia iniziale idea era quella di acquistare uno scooter per spostarmi al lavoro agevolmente.
Ho scelto di acquistare la moto solo in seguito a un confronto con alcuni amici appassionati delle due ruote. Decisione azzardata forse, non avendo mai guidato nemmeno un motorino.
Sta di fatto che per i miei 40 anni mi sono regalata una bellissima Honda cb500F, mi sembrava un buon compromesso per la mia statura e mancata esperienza.
Dopo un viaggio in Mongolia è nata la mia passione per le Royal Enfield, nel mio caso una bella Battle Classic 500, che ho acquistato durante il primo lockdown.
Al momento la moto è il mio unico mezzo di trasporto, mi sono resa conto che l’auto la usavo sempre meno, passavano addirittura settimane senza usarla, e dunque l’ho venduta. Ora mi sposto in moto e con i mezzi pubblici, e sono iscritta anche a «Mobility car», che ritengo essere un buon compromesso.

La mia passione per le Royal Enfield nasce appunto, dopo un viaggio in Mongolia nel 2018. Ho visto per caso un filmato di un'agenzia di viaggi francese (Vintage Rides), il giro " sulle tracce di Gengis Khan" - credo tutti sappiano chi sia – che mi ha portata a percorrere 1600 km in 10 giorni, su diversi tipi di terreno. Il punto forte di questa agenzia è quello di portare i clienti su strade poco frequentate (denominate «pistes»). Fortunatamente prima di partire ho partecipato a un corso in Italia di due giorni in fuori strada, che mi ha sicuramente aiutata.

Il viaggio in Mongolia

Partiti dalla capitale Ulaanbaator siamo passati da Khustai Nuruu, Ogii Nuur, Tsetserleg, Terkhin Tsagan, Tsenkher, Orkhon Khurkhree, Kharkhorin (vecchia capitale), Khogno Kkan Uul per poi rientrare a Ulaanbaator.
Il nostro gruppo era composto da 4 clienti, una guida in moto e un furgoncino al seguito per bagagli e pezzi di ricambio.
Mi sono rivolta a questa tipologia di agenzia perché non ho conoscenze tecniche, e in caso di guasti alla moto, in luoghi così lontani, viaggiare in solitaria mi avrebbe potuto causare qualche grattacapo.

Tutti i colori dei paesaggi e luoghi visitati sono impressi nella mia mente, questo genere di viaggio permette di connettersi completamente con l'ambiente circostante, chilometri e chilometri lungo i quali si incrociano raramente altri turisti con il fuori strada, al limite solo qualche gregge al pascolo.
Ho tanti ricordi bellissimi, in particolare la notte passata con dei nomadi che allevano capre, yak e cavalli. Dovendosi spostare spesso hanno solo l'essenziale, mi ha fatto capire quante cose inutili possediamo.
Non sono mancati gli imprevisti, penso ad esempio al guasto della frizione sulla mia moto, un problema che però è stato prontamente risolto dal meccanico che ci seguiva, e che ci ha permesso di ripartire senza troppo ritardo.
In Mongolia c’è una cultura che ho particolarmente apprezzato, e che avevo già avuto modo di conoscere prima della partenza, grazie all’Associazione «La mensa e il gregge». Grazie a quest’ultima, ho anche conosciuto una ragazza mongola, che mi ha dato qualche lezione della lingua locale, aspetto che mi ha aiutata ad affrontare questo viaggio.


Il viaggio in Sudafrica

Essendomi trovata bene, ho deciso con la stessa agenzia per un viaggio in Sudafrica nel 2019, dove ho percorso quasi 2000 km, di cui 1200 km fuori strada, sulle famose «pistes».
Partiti dalla capitale Capetown abbiamo toccato, Hemanus, Barrydale, Volmoed, Knysna, Oudtshoorn, Matjiesfontein, Montagu, Stellenbosch per rientrare a Capetown.
Il gruppo era più numeroso rispetto al viaggio in Mongolia, oltre alla guida erano presenti 12 persone, di cui 4 come passeggeri. Ovviamente avevamo un meccanico al seguito, anche qui qualche riparazione non è mancata.

Il paesaggio molto vario, con diversi simil canyon, allevamenti di struzzo, vigneti e mare. In questo viaggio ho usato proprio il modello che ho poi deciso di acquistare, una bella Royal Enfield Classic 500 verde militare.
L'ultima sera ho conosciuto una coppia che vive in Nuova Caledonia, hanno prenotato lo stesso giro, siamo ancora in contatto e l'idea sarebbe di andare da loro per una vacanza.

In entrambi i viaggi ero accompagnata da francesi e svizzero francesi, quindi oltre al viaggio ho praticato il mio francese.
Il bello di viaggiare in questo modo è il completo stacco dal quotidiano, per me è come fare un viaggio interiore, anche se devo concentrarmi nella guida, oltre ad ammirare quello che mi circonda mi permette di riconnettermi con me stessa. Queste non sono moto e tour dove si cerca la velocità.

Ho imparato anche molto sulla guida, in Mongolia abbiamo trovato terra, argilla, fango, sabbia e anche un pochino di neve mentre in Sudafrica tanto sterrato.

Ho incontrato molte persone, sia locali che turisti, ho potuto conoscere culture e mentalità diverse, che a mio avviso sono fonte di ricchezza e crescita personale.

Al momento, in sella alla mia moto, viaggio in Svizzera e Italia, anche se ho molte mete nel cassetto.

Punto di contatto Rivera
TCS Sezione Ticino
Via alla Chiesa 10
6802 Rivera
Telefono +41 91 935 91 35
Fax +41 91 935 91 20
Uno scatto di Marilena Chiaravallotti in Sudafrica
Uno scatto di Marilena Chiaravallotti in Sudafrica
Condividere
durckenE-MailFacebookTwitter
Newsletter
Reti sociali
FacebookInstagramTwitterLinkedInYouTube
Rivista Touring
Rivista Touring
Apps
Nuovi prodotti & giubilei
50 Jahre Rechtsshutz
60 Jahre ETI Schutzbrief
Mitgliedschaft Familien
 
La preghiamo di pazientare un momento.
Il Suo ordine è in fase di elaborazione.