In panne - che fare?

Cosa bisogna osservare in caso di guasto e come il TCS può aiutarvi.

Ogni auto sul bordo della strada costituisce un pericolo. Per questo occorre allontanare il più possibile il veicolo in panne dalla zona di rischio.

Che fare?

  • Attivare le quattro frecce
  • Sistemare il triangolo: almeno 50 m prima del veicolo, su strada con traffico veloce, addirittura 100 m
  • In autostrada, utilizzare le colonnine di emergenza arancioni e attendere il soccorso dietro al guardrail
  • Controllare il carburante nel serbatoio
  • Riflettere con attenzione, osservare quali irregolarità sono comparse e quando si sono verificate per la prima volta
  • Cercare di localizzare visivamente il difetto (spina staccata, cavo fuso, cinghia trapezoidale difettosa ecc.)
  • Cominciare con i tentativi di riparazione soltanto quando si sa con certezza dove si trova il guasto e se si dispone delle conoscenze tecniche necessarie

Se non si riesce a localizzare il guasto o a risolverlo, chiamare il soccorso stradale al 0800 140 140. Prima della chiamata, preparare i seguenti dati, in modo da ottimizzare l'intervento del soccorso stradale.

  • Numero di riferimento personale (vedi carta socio, Mastercard o Carta Patrouille TCS)
  • Posizione esatta del veicolo in panne (strada, numero civico, indicazione del chilometro sull'autostrada)
  • Numero di telefono per essere contattati
  • Numero di targa, marca e colore del veicolo in panne
  • Tipo di guasto (se possibile)


Le chiamate al 0800 140 140 (o ad altri numeri) per il soccorso stradale dovrebbero essere fatte possibilmente dalla persona stessa che ha bisogno di soccorso (anche con il cellulare). Infatti, il socio che ha bisogno di soccorso conosce le informazioni necessarie per ricevere assistenza rapidamente. Chi attiva l'intervento di terzi di propria iniziativa dovrà rispondere di ogni costo.

In caso di panne in una lunga galleria, cercare la stazione di emergenza più vicina e informare la centrale della galleria.

In nessun caso, superando un veicolo fermo, chi possiede un cellulare deve chiamare direttamente il centralino del soccorso stradale 0800 140 140. Solitamente infatti, queste chiamate finiscono in viaggi a vuoto perché il veicolo fermo non è assolutamente in panne o perché non è possibile indicare esattamente dove si trova il veicolo.

La visibilità salva la vita

In molti paesi dell'UE è entrata in vigore una norma che obbliga gli automobilisti ad indossare un giubbotto catarifrangente se costretti ad uscire dal veicolo per guasto di notte o in condizioni di scarsa visibilità. La norma vale anche per gli stranieri e si applica fuori dai centri abitati, più precisamente sulla corsia d'emergenza delle autostrade o lungo le principali arterie di traffico. In caso di guasto e con condizioni di scarsa visibilità, come nebbia o pioggia, rendersi ben visibili può addirittura salvare la vita.


Il giubbotto catarifrangente deve essere conforme alla norma DIN EN 471 classe 2, soltanto questo modello è omologato.


In generale, per motivi di sicurezza, in caso di panne si consiglia a tutti i passeggeri di abbandonare il veicolo e mettersi al sicuro (se possibile dietro al guardrail).