22.01.2018

Jaguar E-Pace, primo contatto

Dal momento che la prima SUV compatta Jaguar è destinata a far decollare le vendite della casa britannica, tanto vale che lo faccia con stile. La nuova Jaguar E-Pace ci riesce, presentandosi proporzionata, dinamica e tecnologica.


Dal momento che la prima SUV compatta Jaguar è destinata a far decollare le vendite della casa britannica, tanto vale che lo faccia con stile. La nuova Jaguar E-Pace ci riesce, presentandosi proporzionata, dinamica e tecnologica.

22 gennaio 2018

Ian Callum, alla sua nona Jaguar, è piuttosto formale: la compatta E-Pace doveva distinguersi chiaramente dalla sorella maggiore già coronata dal successo, la SUV F-Pace. Il direttore del design di Jaguar per disegnare questa fuoristrada da 4,40 m è perciò andato a pescare nei canoni stilistici del coupé F-Type – un modello niente male! La SUV ha quindi spalle muscolose, fari a mandorla, gruppi ottici posteriori allungati e anche una leva del cambio classica al posto della ghiera estraibile che normalmente troviamo sulle Jaguar. Rialzata, la E-Pace si distingue per la ridotta superficie vetrata laterale a forma di goccia. Nel complesso, questa «baby Jag» ha tutto quel che serve per raggiungere senza troppa fatica l’obiettivo di conquista assegnatole: ossia l’80% di clienti nuovi per la marca.

Un accenno di trazione posteriore

Fatta eccezione di un modello di base 4x2, la Jaguar E-Pace riprende un’architettura a trazione integrale con largo impiego dell’alluminio, inclusa una sospensione posteriore compatta a bracci multipli. La trasmissione standard ripartisce continuamente la coppia secondo le condizioni di aderenza. Ma questa SUV può anche essere equipaggiata con una trasmissione attiva. Nella guida rilassata, la coppia è erogata soltanto sul treno anteriore, mentre ad andatura normale la priorità è data al treno posteriore. Questo accenno di trazione posteriore tuttavia non si spinge al punto da lasciare spazio ad un sensibile sovrasterzo. Sia quel che sia, questa tecnologia che reagisce in 300 millisecondi ritorna alla trazione integrale al minimo accenno di pattinamento.

Nei fatti, la Jaguar E-Pace vuol essere più una SUV compatta posata che marcatamente incisiva. Una spiegazione deriva anche dal suo peso ragguardevole (fino a circa 1,9 t). Lo spirito sportivo si esprime a pieno con la versione benzina da 300 CV che esplode con rombi, certamente artificiali, ma evocativi che non ci si attenderebbe da un 4 cilindri. La variante diesel da 240 CV invece brilla piuttosto per la sua solida coppia di 500 Nm. Tutte le motorizzazioni sono composte da 2 l turbo, a cui sono accoppiati per le varianti automatiche cambi a 9 rapporti.

Insospettabile off-road

Malgrado vanti un’altezza di guado di 50 cm e una luce da terra di 20,4 cm, questa baby Jaguar sembra tanto una 4x4 da salotto. Una falsa impressione però, perché anche senza inserire la modalità pioggia, ghiaccio e neve, l’elettronica che riconosce la tipologia del fondo stradale gestisce con brio anche percorso di piste sconnesse. Senza contare che il sistema può funzionare automaticamente fino a 30 km/h. Il marchio di Jaguar Land Rover.

In sostanza, però, la E-Pace resta prima di tutto una SUV compatta accogliente e vivibile. La plancia di bordo che ospita lo schermo tattile della casa da 10” e la strumentazione virtuale (livello HSE) è rivestita da un materiale morbido di bella fattura. Meno brillanti le plastiche che ornano le parti basse, ma l’allestimento complessivo si rivela piacevole. Inoltre il divano vanta una buona spaziosità per le gambe. Soltanto il soffitto è penalizzato dalla linea spiovente del tetto. Il bagagliaio vanta ben 557 l. Apprezzabile la sua forma rettangolare, meno invece il fondo leggermente inclinato quando i sedili sono ribaltati.

Dotazione moderna

Segno dei tempi, questa SUV è completamente connessa. A cominciare dalla possibilità di collegare fino ad un massimo di 8 apparecchi sul wi-fi di bordo. Ben equipaggiata in tema di sicurezza, offre di serie persino l’airbag per i pedoni. La dotazione di base è anch’essa onorevole, anche se questo non impedisce al prezzo finale di questa baby Jaguar di prendere il volo verso le cime dell’alta gamma.

Scheda tecnica

Lunghezza: 4,40 m, larghezza: 1,99 m, bagagliaio: da 577 a 1234 l; motori: diesel 150/180/240 CV, benzina 249/300 CV, cambio manuale a 6 marce e automatico a 9 rapporti, 4x2 e 4x4 permanente; da 0 a 100 km/h: da 6,4 s; consumi (misto): da 4,7 l/100 km , CO2: da 124 g/km; carico rimorchiabile: max. 1800 kg; prezzo: da CHF 39'500.- a CHF 73'900.-.

Condividere

Offerte del TCS

Reti sociali
Newsletter
Apps
Rivista Touring